Olio da Massaggio: come scegliere l'olio

Massaggio: la scelta dell'olio

Olio da massaggioLa scelta del tipo di olio da massaggio dipende sia dal disturbo che s'intende alleviare, sia dalle preferenze personali; molte essenze presentano attività terapeutiche simili, perciò talvolta la scelta è personale. Chiaramente, se viene richiesto un massaggio terapeutico, la scelta dell'olio dev'essere più precisa e mirata alla risoluzione di quel dato disturbo.
L'utilizzo ragionato di più oli da massaggio diversi, caratterizzati quindi da estratti officinali peculiari, permette di potenziare l'effetto, agendo in sinergia: in questo modo, la combinazione di oli differenti permette di agire su disturbi diversificati. È comunque preferibile non mescolare più di 4 o 5 tipologie di essenze diverse: in genere, su 100 ml di olio da massaggio, possono essere addizionate non più di 60 gocce di essenza.

Oli da massaggio

Tra gli oli da massaggio più comuni, si ricordano:

A questi oli, che - ricordiamo ancora una volta - fungono da base, vengono addizionati gli estratti essenziali, misurati in gocce.

Tipi di massaggi

Riportiamo ora alcuni esempi.

  • Massaggi per rilassarsi: un olio particolarmente adatto al rilassamento, utile per contrastare ansia, tensione nervosa e stress può essere caratterizzato da estratti di lavanda (Lavandula angustifolia Miller), arancio amaro (Citrus × aurantium) o bergamotto (Citrus bergamia). La fitoterapia, associata al massaggio, aiuta dunque a combattere l'affaticamento muscolare e a ridurre lo stress.
  • Massaggi per contrastare palpitazioni e/o pressione alta associata a stress: utile, in questi casi, l'aggiunta alla matrice oleosa di oli essenziali di ylang-ylang (Cananga odorata, nota per le capacità sia di stimolare la circolazione, sia di ridurre la palpitazioni), lavanda (pianta rilassante per antonomasia, sedativo del SNC), neroli (olio vegetale estratto dall'arancio amaro).
  • Massaggi contro la tensione muscolare: gli oli più indicati per questo problema sono addizionati con essenze di rosmarino (Rosmarinus officinalis), ginepro (Juniperus communis) e limone (Citrus × limon), adatti anche a stimolare la circolazione. Il ginepro risulta particolarmente utile per i dolori reumatici, il rosmarino è considerato tra le più note piante officinali utilizzate per stimolare il microcircolo, mentre il limone stimola la circolazione linfatica. Queste essenze, disperse nell'olio, agiscono in sinergia favorendo l'effetto derivato del massaggio.

Olio da massaggio: Riassunto

Olio da massaggio: proprietà benefiche Durante il massaggio, l'olio è l'espediente utile per trasportare il calore dalle mani di colui che lo pratica alla pelle di chi lo riceve:
  • agevola la frizione
  • rende la pelle liscia e morbida
  • evita l'inaridimento della pelle
  • dà sollievo alla muscolatura
  • riduce lo stress
  • alleggerisce il peso del corpo
  • coadiuva l'aziona terapeutica/rilassante del massaggio
Olio da massaggio: componenti
  • Oli essenziali (o essenze), responsabili dell'effetto rilassante/energetico/ terapico del massaggio
  • Matrice grassa, nella quale vengono disperse le essenze
L'importanza dell'olio nel massaggio
  • L'olio non dovrebbe mai essere applicato direttamente sulla pelle
  • Non è necessario utilizzare un'ingente quantità di prodotto
  • La scelta dell'olio aromatico durante il massaggio sembra essere ancor più rilevante che il massaggio stesso
  • Gli oli pressati a freddo e non raffinati sono quelli più adatti al massaggio (sono preservate tutte le qualità intrinseche dell'olio)
  • MA: gli oli pressati a freddo e non raffinati possono contenere alcune spore fungine facilmente riattivabili al contatto con l'acqua
  • Le essenze non devono mai essere utilizzate pure, poiché irritanti
  • Preferibili gli oli vegetali anziché quelli minerali
Olio da massaggio: il beneficio delle essenze Durante il massaggio, l'olio aromatizzato permette di trarre beneficio anche dalle proprietà terapeutiche delle piante officinali
Le essenze contenute nell'olio sono in grado di:
  • Liberare la pelle dalle tossine
  • Riscaldare
  • Alleviare il dolore
  • Attenuare il gonfiore
  • Rilassare ed ossigenare la pelle
Olio da massaggio: scelta dell'olio Dipende da:
  • Disturbo che s'intende alleviare
  • Preferenze personali
Matrici oleose più comuni
Oli essenziali più utilizzati Olio aromatizzato con:
  • Estratti di lavanda, arancio amaro o bergamotto per Massaggi rilassanti
  • Estratti di rosmarino, ginepro e limone per massaggi contro la tensione muscolare
  • Estratti di ylang-ylang, lavanda e neroli per contrastare palpitazioni e/o pressione alta associata a stress


Ultima modifica dell'articolo: 01/06/2016