Sangue nello sperma: Ematospermia

Ematospermia

In campo medico, il termine “ematospermia” (od emospermia) indica una condizione pseudo-patologica caratterizzata dalla presenza di sangue nello sperma, verificatasi durante o immediatamente dopo l'eiaculazione, spesse volte dolorosa. Sangue nello spermaLa maggior parte dei pazienti affetti descrive il problema lamentando evidenti chiazze o striature di sangue color rosso acceso all'interno del liquido seminale; alcuni soggetti affermano che le macchie si presentano addirittura con un colore nero, paragonandole alle tonalità del caffè.
Pur rappresentando un segno clinico fortemente allarmante per il paziente affetto, nella stragrande maggioranza dei casi, il sangue nello sperma, clinicamente, non desta preoccupazioni particolari: l'ematospermia viene infatti considerata una condizione benigna ed autolimitata. Ad ogni modo, il parere del medico risulta fondamentale, al fine di escludere eventuali patologie nascoste e chiarire ogni dubbio.

Incidenza

Molti sono i pazienti che, almeno una volta nel corso della vita, hanno osservato tracce di sangue nello sperma: il più delle volte, il target della condizione apparentemente patologica sono i giovani, in particolare quelli con una vita sessualmente attiva e promiscua. Per contro, altre fonti riportano che anche l'astinenza sessuale prolungata potrebbe rappresentare un fattore di rischio per l'ematospermia.
Solo di rado, gli adulti e gli anziani lamentano episodi di ematospermia legata ad un'intensità e ad una certa frequenza dei rapporti sessuali: in simili frangenti, spesso, la causa del sangue nello sperma risiede in problematiche più gravi, che saranno esaminate nel prossimo paragrafo.
Chiaramente, l'occasionalità della condizione non deve preoccupare esageratamente; quando invece l'ematospermia diviene un fenomeno frequente è assolutamente inevitabile la visita medica.
Si osserva che l'ematospermia è una situazione ricorrente all'incirca nel 2% delle problematiche di tipo urologico.

Cause non patologiche

È doveroso distinguere due condizioni direttamente correlate all'ematospermia:

  1. Sangue nello sperma come condizione non patologica

Abbiamo analizzato che, il più delle volte, il sangue nello sperma non è collegato a condizioni patologiche, in particolare quando colpisce i giovani con una vita sessuale particolarmente attiva o, viceversa, in caso di astinenza sessuale prolungata. In simili frangenti, l'ematospermia potrebbe rappresentare la semplice spia di un lieve malfunzionamento dell'apparato genitale maschile. Si tratta di una condizione facilmente risolvibile autonomamente: nel caso il paziente, clinicamente in salute,  osservi più fenomeni di ematospermia, il medico solitamente prescrive una mirata cura farmacologica.
Pur essendo un fenomeno non patologico, il parere del medico è sempre vincolante, anche quando si tratta di un evento occasionale.

Cause patologiche

  1. Sangue nello sperma come avvisaglia di malattie più gravi

La presenza di sangue nello sperma come condizione patologica va ricondotta, soprattutto, ad uretriti (flogosi aspecifiche dell'uretra), prostatiti (infiammazioni della prostata) o, ancora, a vescicolo-deferentiti (infiammazioni a carico delle vescicole seminali). Meno frequentemente, l'ematospermia si verifica in concomitanza di infezioni specifiche (in particolare provocate da citomegalovirus, da platelminti del genere Schistosoma e da Clamidia o Trichomonas, trasmissibili sessualmente), cistiti emorragiche e malattie del sangue (coagulopatie). Sono stati osservati alcuni casi di sangue nello sperma in pazienti recentemente sottoposti a biopsia prostatica o a manovre invasive a carico dell'apparato urogenitale in genere.
In altri soggetti, l'ematospermia è causata da calcolosi nel rene, nella vescica e nell'uretere: in simili frangenti, oltre a presentare sangue nello sperma, il paziente lamenta spesso fortissimi dolori e coliche.
In rari casi, il sangue nello sperma è una spia accesa di tumore alla prostata.
Sono stati osservati alcuni casi di ematospermia in pazienti affetti da ipertensione, amiloidosi ed epatopatie.
Per finire, alcune fonti riportano casi di sangue nello sperma come effetto collaterale della somministrazione di specialità farmacologiche, quali anticoagulanti/antiaggreganti piastrinici.


1 2 3 >>