Ronzio alle Orecchie

Punti chiave

I ronzii alle orecchie sono rumori fastidiosi, continui od intermittenti, percepiti in assenza di fonti sonore esterne: i ronzii alle orecchie possono regredire in poco tempo o tormentare continuamente chi ne viene colpito.

Cause

Sintomi
Gli acufeni sono sempre sintomatici; ciò che cambia è l'intensità con cui si manifestano. Ronzii alle orecchieIl ronzio percepito può infatti essere descritto come: rumore sordo, frizzante, ruggente, pulsante, penetrante, sibilo, fruscio, tinnito o fischio. Complicanze → depressione, ansia, disturbi dell'addormentamento


Diagnosi
Nonostante esistano numerosi test diagnostici per accertare il ronzio agli orecchi, risulta piuttosto complesso risalire alla causa d'origine. I test diagnostici più utilizzati sono: esame audiometrico, test di movimento, test di imaging.


Rimedi e farmaci
La cura per il ronzio alle orecchie è possibile solo quando si identifica la causa scatenante. Se così non fosse, i farmaci mirano esclusivamente ad alleviare il ronzio: antipertensivi, antibiotici (in caso d'infezione), antidepressivi. Anche l'accurata pulizia delle orecchie, volta alla rimozione dei tappi di cerume, può alleviare il ronzio.



Ronzii alle orecchie: definizione

Il ronzio alle orecchie è la percezione di un fastidioso rumore acustico in assenza di fonti sonore esterne. Definito precisamente acufene o tinnitus, il ronzio alle orecchie può essere continuo od intermittente, penetrante o lieve, temporaneo o permanente; talvolta, il ronzio percepito è così intenso da creare un vero e proprio disagio sociale. Molti pazienti, infatti, assillati da continui ronzii alle orecchie, descrivono il disturbo con similitudini forti ed esagerate: "come se un treno passasse a tutta velocità nella testa". Questa espressione, chiaramente iperbolica, esprime al meglio il concetto di ronzio alle orecchie nei pazienti tormentati costantemente da questo disturbo. In tal senso, gli acufeni vanno considerati - seppur impropriamente - una malattia.
In realtà, più che una patologia, i ronzii alle orecchie costituiscono un sintomo comune a molte malattie: si tratta di un disturbo particolarmente fastidioso ed irritante, che può ripercuotersi pesantemente sulle normali attività quotidiane. Nonostante quanto detto, secondo il pensiero di numerosi ricercatori, il ronzio alle orecchie è "semplicemente" frutto di una fantasia, di un'immagine astratta del cervello.

Incidenza

Il ronzio alle orecchie è un disturbo piuttosto frequente, riscontrato soprattutto nel sesso maschile. La British Tinnitus Association stima che 1 soggetto ogni 10 soffra di tale disagio: questo dato ci fa capire come i ronzii alle orecchie costituiscano un problema comune.
Si osserva che il 22% dei pazienti affetti lamenti ronzii alle orecchie in un solo lato (acufene unilaterale); il 34% percepisce invece un ronzio di eguale entità in entrambi gli orecchi (acufene bilaterale). Il restante 44% riferisce un ronzio in entrambi gli orecchi, anche se in un lato il rumore è più fastidioso (generalmente in quello sinistro).
Globalmente, si ritiene che il 10-15% della popolazione lamenti ronzii alle orecchie.
Tra i pazienti affetti da disturbi alle orecchie in generale, pare che ben l'85% di essi riporti anche ronzii alle orecchie.
Gli anziani maschi sono la categoria più esposta al rischio di acufene.

Classificazione

Non esiste una sola forma di ronzio alle orecchie; in base alle caratteristiche dell'acufene, è possibile distinguere:

  • Tinnitus soggettivo: solo il paziente percepisce un "immaginario" ronzio alle orecchie. Gli altri individui non percepiscono alcun rumore o ronzio, dato che non esiste alcun stimolo acustico esterno. Il tinnitus soggettivo è la forma propriamente detta dell'acufene.
  • Tinnitus obiettivo: il ronzio alle orecchie è percepito anche da altri soggetti. In tal caso, esiste realmente una fonte esterna da cui viene originato un rumore, un suono od un sibilo: il tinnitus obiettivo non può essere definito un acufene propriamente detto.

Cause

Come evidenziato più volte, il ronzio alle orecchie non è propriamente una malattia, piuttosto va considerato un sintomo che riflette una patologia di fondo.
In alcuni pazienti, i ronzii alle orecchie si attenuano in tempi ristretti per svanire completamente dopo poche ore: è il caso degli acufeni causati da un colpo di pistola sparato vicino all'orecchio. Anche la musica rimbombante di concerti e discoteche può originare ronzii alle orecchie, presto reversibili.
Per altri pazienti, invece, i ronzii alle orecchie costituiscono un disagio permanente, indipendente da forti rumori esterni. In simili frangenti, la causa va ricercata più accuratamente.


Quali sono le cause maggiormente coinvolte negli acufeni d'interesse patologico?


I ronzii alle orecchie di ORIGINE NEUROLOGICA sono dovuti a:

  • sclerosi multipla
  • trauma cranico
  • tumori a livello dell'orecchio (es. neuroma acustico)
  • tumore della testa e del collo

I ronzii alle orecchie di ORIGINE INFETTIVA sono espressione di:

I ronzii alle orecchie possono conseguire alla somministrazione smodata/prolungata di alcuni FARMACI o sostanze:

I ronzi alle orecchie di ORIGINE MUSCOLARE sono dovuti a:

  • Spasmi muscolari dell'orecchio
  • Spasmi dei muscoli con innervazione comune (muscoli masticatori, muscoli della volta del palato)
  • Tensione dei muscoli del rachide

I ronzii alle orecchie possono dipendere da ALTERAZIONI OTOLOGICHE:

  • Alterazioni dell'udito
  • Malattia di Meniere: disturbo patologico dovuto all'aumento di pressione dei liquidi nel labirinto, responsabile di sordità, ronzii alle orecchie, nausea, vomito e vertigini.
  • Otite catarrale acuta
  • Otosclerosi: malattia ereditaria che coinvolge l'orecchio (spesso entrambi), caratterizzata dalla progressiva perdita dell'udito a causa dell'irrigidimento dell'osso nell'orecchio medio
  • Presbiacusia: progressiva perdita dell'udito a causa dell'inesorabile avanzamento d'età
  • Tappo di cerume: accumulo di cerume nel condotto uditivo esterno

ALTRE CAUSE


In alcuni pazienti, la causa dei ronzii alle orecchie va ricercata in alterazioni della circolazione ematica (ipertensione, aterosclerosi). Solo di rado, i ronzii alle orecchie sono dovuti ad allergie o stati anemici.


1 2 3 >>