Rimedi naturali per stipsi e dispepsia

Introduzione

Se il problema della stitichezza è accompagnato anche da disturbi digestivi, quali acidità e pesantezza di stomaco, alitosi ed eruttazioni, i rimedi naturali si configurano sicuramente come valido aiuto ed efficace alternativa ai farmaci di sintesi.
Per trattare stipsi e dispepsia, l'erboristeria offre molte formulazioni; in questo articolo si presenteranno due esempi di prodotto: tavolette masticabili e soluzione.

Tavolette masticabili naturali

Un prodotto formulato con queste droghe unisce ad un effetto lassativo irritante e stimolante (aloe e senna), utile per contrastare la stipsi, un'azione eupeptico-digestiva resa dalle altre piante.
Rimedi naturali stipsi dispepsiaSi dovrebbe assumere una quantità di prodotto pari a 2 o 3 tavolette, in base al tipo di persona: un adulto potrebbe assumere tranquillamente tre tavolette al giorno, a differenza di un anziano che, essendo più debole, dovrebbe limitarsi a due o addirittura ad una sola tavoletta.
Il trattamento naturale non dovrebbe protrarsi per più di tre-quattro giorni, poiché la senna e l'aloe succo, droghe ad antrachinoni, esplicano il loro effetto provocando una forte irritazione a livello intestinale. Se il problema persiste nel tempo, anche dopo il trattamento, sarebbe opportuno consultare il medico.
Questo prodotto, seppur rimedio naturale, non dev'essere assunto in gravidanza e in allattamento; inoltre, chi assume farmaci dovrebbe evitare l'uso concomitante di droghe drastiche ad effetto lassativo, perché alterano la fisiologia dell'intestino ostacolando l'assorbimento del farmaco.
Nella somministrazione di questo prodotto naturale, sarebbe buona regola bere molta acqua, almeno due bicchieri, per aiutare le droghe a svolgere il loro effetto.

Soluzione erboristica

Una formulazione erboristica caratterizzata da queste droghe rappresenta un buon rimedio naturale, la cui azione è senza dubbio diversa da quella espressa dalle tavolette masticabili sopra descritte. Se infatti il primo prodotto alleggerisce il problema legato alla dispepsia e alla stipsi attraverso modalità forti (basti pensare all'effetto lassativo provocato delle piante ad antrachinoni), il secondo agisce come lubrificante e prevalentemente come lassativo osmotico. Ma analizziamo in modo più approfondito la composizione del rimedio erboristico:

  • Tamarindo (Tamarindus indica) e Fico (Ficus carica) rappresentano due droghe che esplicano la medesima funzione: agiscono come lassativi osmotici attirando acqua nell'intestino e provocando la formazione di feci molle. Il tamarindo è costituito soprattutto da acidi organici (tartarico, citrico, malico, succinico, lattico ed ossalico). A dosi basse serve per regolarizzare l'intestino; se si assume in grandi quantità, invece, determina effetto lassativo. L'azione osmotica del fico è resa dagli zuccheri semplici in esso contenuti.
  • Prugna (Prunus domestica): la prugna vanta proprietà lassative osmotiche e lassative di volume, conferite dalla presenza di fibre e zuccheri semplici. Inoltre, stimolando la secrezione di succhi acidi dello stomaco, tonifica la funzionalità gastrica.
  • Olio di mandorle dolci (Prunus dulcis) è inserito nella formulazione erboristica per il suo effetto lubrificante, che aiuta a regolarizzare la frequenza delle evacuazioni senza intaccare la fisiologia intestinale.
  • Zenzero o ginger (Zingiber officinale): è una radice sfruttata per la sua azione carminativa e digestiva.

Commento sui prodotti

Entrambi i prodotti sono ottimi rimedi erboristici per contrastare stitichezza e dispepsia: ciò che cambia è la loro modalità d'azione. L'erborista o l'esperto dovrà consigliare il prodotto più adatto alle esigenze del cliente, chiarendo i possibili effetti collaterali che potrebbero conseguirne. Per esempio, nessuna delle due formulazioni dovrebbe essere assunta se la dispepsia è correlata anche a pirosi gastrica: i principi attivi che costituiscono le piante potrebbero, in tal caso, aggravare il bruciore di stomaco. A tal proposito, quindi, il paziente dovrebbe in primo luogo esporre tutti i sintomi, in modo che l'erborista, di conseguenza, possa scegliere il rimedio naturale più idoneo a risolvere i suoi problemi di stipsi e dispepsia.



ARTICOLI CORRELATI

Stitichezza del neonato, stipsi del bambino Rimedio erboristico contro la stipsi e le disfunzioni intestinali Intestino Pigro Defecografia Dischezia e Stipsi da Defecazione Ostruita Rimedi per la Stipsi o Stitichezza Dischezia - Cause e Sintomi Stipsi - Erboristeria Tisana alla Frangula contro Stipsi e Stitichezza Tisana contro la stipsi Tisane contro la stipsi Stipsi su Wikipedia italiano Constipation su Wikipedia inglese Cattiva digestione dispepsia Cattiva digestione: rimedi naturali Procinetici - Farmaci Procinetici Rimedi per la Dispepsia Dieta e cattiva digestione dispepsia Dispepsia - Erboristeria Levobren - Foglietto Illustrativo Levopraid - Foglietto Illustrativo Sintomi Congestione digestiva Sintomi Indigestione Tisane contro la dispepsia Dispepsia su Wikipedia italiano Dyspepsia su Wikipedia inglese Cistite: rimedi naturali Rimedi naturali contro il raffreddore Rimedi naturali contro la gastrite Cellulite, rimedi e attività fisica Cure e rimedi per i dolori mestruali Fitoterapia: i rischi del naturale Occhiaie: rimedi naturali Sindrome ansiosa: rimedi naturali Ragadi anali: un rimedio naturale Sbornia, postumi della sbornia e rimedi per farla passare Tosse: rimedi naturali contro la tosse Cellulite: rimedi naturali Menopausa: un approccio naturale Gastrite: Alimentazione e Rimedi Naturali Sbiancamento naturale dei denti Alopecia: rimedi naturali Capelli grassi: rimedi naturali Colesterolo alto: rimedi erboristici Dermatite Seborroica: Terapie e rimedi naturali Efelidi - Trattamenti e Rimedi naturali Emorroidi: rimedi naturali Herpes: rimedi naturali Piaghe da decubito: rimedi naturali Psoriasi: rimedi naturali Ridurre il Colesterolo con Rimedi Naturali Rimedi naturali contro il meteorismo Rimedi naturali contro l'alitosi Rimedi naturali e tisane per il diabete Miele di Manuka Rimedi naturali su Wikipedia italiano Alternative medicine su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 04/03/2017