Piastrinopenia in breve Riassunto sulla piastrinopenia

Scorri la pagina verso il basso per leggere la tabella riassuntiva sulla piastrinopenia

 

Piastrinopenia o trombocitopenia Parametro indicativo della capacità coagulativa ematica: piastrine circolanti <150.000/mm3
Quantità fisiologica di piastrine nel sangue 150.000-400.000 piastrine/mm3
Probabilità di sanguinamento spontaneo
  • Piastrinopenia: 50.000-150.000 piastrine/mm3emorragia si può verificare a seguito di traumi/interventi chirurgici
  • Piastrinopenia: 20.000-30.000 piastrine/ mm3 → aumenta il rischio di emorragia spontanea
  • Piastrinopenia:<10.000 piastrine/mm3 → sanguinamento accertato e preoccupante
Piastrinopenia grave e sintomi correlati
Fattori di rischio per la piastrinopenia Storia di leucemia
Predisposizione genetica
Insufficienza midollare
Abuso di FANS/farmaci
Piastrinopenia: cause Piastrinopenia da consumo eccessivo di piastrine: Piastrinopenia da distruzione di trombociti:
  • abuso di antibiotici/chemioterapici
  • malattie sistemiche
  • infezioni gravi
Piastrinopenia da sequestro di trombociti:
Piastrinopenia indotta da farmaci Assunzione smodata di farmaci → possibile fattore scatenante la piastrinopenia
Problema: difficoltà diagnostica per dichiarare con certezza la piastrinopenia farmaco-indotta
Farmaci coinvolti:
  • eparine
  • chinino
  • inibitori piastrinici
  • vancomicina
  • antimicrobici
  • antireumatici
  • diuretici
  • analgesici
  • chemioterapici
  • sostanze di sintesi in grado di favorire la formazione di anticorpi anti-piastrine
Statistiche: 10 casi/1.000.000 di soggetti colpiti da piastrinopenia farmaco-indotta
Piastrinopenia indotta da farmaci: sintomi Asintomatica
Emorragie petecchiali
Lievi ecchimosi
Porpora umida
Piastrinopenia gravidica
  • 10% delle gravide: lieve riduzione delle piastrine durante la gravidanza → la conta piastrinica tende comunque a rimanere nel range fisiologico
  • Possibili fattori scatenanti: gestazione, microangiopatie trombotiche,  sindrome HELLP
  • Provvedimenti: cortisone e immunoglobuline in caso di piastrinopenia grave (piastrine < 30.000mm3)
Piastrinopenia: diagnosi
  • impiego dell'EDTA come sostanza anticoagulante
  • palpazione della milza
  • ecografia
  • TC
  • test di laboratorio, quali funzionalità della tiroide, anticorpi-piastrine, anticorpi-fosfolipidi, ecc.
  • metodiche radioisotopiche
  • esame emocromocitometrico
  • biopsia del midollo
Piastrinopenia: terapie
  • Sospensione del farmaco responsabile (piastrinopenia farmaco indotta)
  • Trasfusione di piastrine → riservata ai casi gravi (< 10.000 piastrine/mm3)
  • Somministrazione controllata di cortisonici, immunoglobuline e immunosoppressori (forme croniche di piastrinopenia)


« 1 2 3 4


Ultima modifica dell'articolo: 28/07/2016