Penna Sbiancante per denti più bianchi

Penna sbiancante

La penna sbiancante per denti è uno strumento tecnologico frutto dell'odontoiatria estetica, ideato per migliorare tonalità, lucentezza e candore del sorriso. Senza necessità di sottoporsi ad una seduta dentistica, la penna sbiancante è l'innovativo congegno utilizzato per smacchiare i denti ingialliti o macchiati da sostanze come caffè, tè, tabacco, tetracicline (antibiotici) o fumo.


La penna sbiancante è composta da:

  • Un "corpo" (a forma di penna)
  • Un pennellino o una spugnetta posta ad un'estremità della penna
  • Un gel interno ("l'inchiostro della penna") che esercita l'effetto sbiancante e desensibilizzante
  • Un pulsantino all'estremità opposta della spugnetta (che, una volta premuto, permette al gel contenuto nella penna di bagnare il pennellino)

Efficacia

Penna sbiancameto DentiL'efficacia delle penne sbiancanti per denti è spesso sorprendente, dato che l'effetto-candore promesso è pressoché immediato (talvolta visibile anche subito dopo la prima applicazione). Chiaramente, per quanto le penne sbiancanti siano efficaci, non garantiscono il medesimo effetto smacchiante assicurato da una seduta di bleaching professionale (es. sbiancamento dei denti con lampade laser). Ad ogni modo, il corretto utilizzo "fai-da-te" della penna sbiancante migliora visibilmente la cromia dei denti macchiati.
L'azione smacchiante di queste penne si può considerare una via di mezzo tra il bleaching professionale odontoiatrico e lo sbiancamento naturale (eseguito con i prodotti della natura, come salvia, acido malico di mele e fragole, cenere, bicarbonato di sodio ecc.). Tuttavia, mentre i rimedi sbiancanti naturali tendono a migliorare l'estetica cromatica dei denti solo nel lungo termine, la penna sbiancante assicura un effetto (quasi) immediato.

Composizione

La penna sbiancante ripristina il biancore naturale dei denti mediante l'azione combinata di sostanze contenute al suo interno. Le penne smacchianti attualmente in commercio non sono tutte uguali. Esse possono essere costituite dai seguenti prodotti sbiancanti:

  • Perossido di carbamide al 35%, la stessa sostanza sbiancante utilizzata nelle mascherine di silicone (indossate sui denti come fossero un apparecchio mobile)
  • Perossido di urea al 7%: assicura un effetto sbiancante in 14 giorni. La penna sbiancante all'urea è indicata per rimuovere una singola macchia o per donare lucentezza a tutta la dentatura
  • Gel sbiancante con lichene artico, idrossiapatite e cloruro di potassio. Le penne sbiancanti formulate con queste sostanze abbinano l'azione smacchiante (del lichene) a quella desensibilizzante (di idrossiapatite e cloruro di potassio). A tale scopo, la penna sbiancante al lichene artico è indicata anche per i denti sensibili.

Come si usa

L'utilizzo della penna sbiancante è piuttosto semplice:

  • La sera, prima del riposo notturno, lavare accuratamente i denti con spazzolino, dentifricio, filo interdentale e collutorio
  • Per ottenere un miglior effetto sbiancante, asciugare la superficie dei denti con un fazzoletto
  • Roteare l'estremità inferiore della penna sbiancante (o schiacciare l'apposito pulsantino) per permettere al gel contenuto al suo interno di bagnare la spugnetta (o il pennellino) nell'estremità opposta
  • Applicare il gel direttamente sui denti, evitando possibilmente il contatto con le gengive e le mucose orali (allontanare le labbra dai denti durante l'applicazione)
  • Dopo aver trattato 2-3 denti, girare nuovamente la manopola inferiore per bagnare ancora la spugnetta-applicatore
  • Alcune tipologie di penne richiedono di lasciare in posa il gel sbiancante per 10 minuti. Altre consigliano di lasciare in posa il gel per tutta la notte.
  • Ripetere l'applicazione una volta al giorno per 3-14 giorni (in base al tipo di penna sbiancante prescelto).

Vantaggi

La penna sbiancante per denti restituisce il naturale candore dentale in un paio di applicazioni; inoltre, essendo priva di sostanze abrasive, non danneggia lo smalto dei denti.
Alcune penne sbiancanti possono essere utilizzate anche da pazienti che accusano denti sensibili: infatti, molte penne contengono sostanze desensibilizzanti.
Oltre a migliorare l'aspetto dei denti, le penne sbiancanti rinforzano lo smalto e prevengono l'ipersensibilità dentinale. Il trattamento non è doloroso.
La penna sbiancante è uno strumento molto più economico rispetto allo sbiancamento professionale. Il costo di una singola penna varia, generalmente, dai 18 ai 45 €. Il prodotto è acquistabile in farmacia.

Controindicazioni e rischi

In caso di irritazione, arrossamento, gonfiore o fastidio gengivale o delle mucose orali (durante o dopo il trattamento con le penne sbiancanti), interrompere immediatamente l'uso e consultare un odontoiatra.
Le sostanze sbiancanti contenute nelle penne non vanno ingerite e non devono andare a contatto con gli occhi.
Contenendo perossidi, le penne sbiancanti non sono indicate ai bambini di età inferiore ai 12 anni.
Per ottenere il massimo dell'efficacia smacchiante sono necessari 14 giorni di trattamento; nonostante ciò, i primi effetti sono in genere visibili dopo una o due applicazioni.
Le penne sbiancanti per denti non devono essere utilizzate per lunghi periodi.


« 1 2 3 4 5 6 7 8


Ultima modifica dell'articolo: 05/01/2016