Olio di Calendula - Proprietà Curative

Che cos'è

L'olio di calendula è un oleolito ottenuto dai fiori di Calendula officinalis, una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Asteraceae.
Quest'olio è largamente sfruttato in campo cosmetico ed erboristico, grazie alle numerose proprietà benefiche che è in grado di esercitare a livello della cute.


Olio di Calendula

Nota Bene

L'olio di calendula - dicitura con la quale si vuole indicare l'oleolito ottenuto dalla medesima pianta - non deve essere confuso con l'olio essenziale di calendula, ottenuto mediante distillazione in corrente di vapore sia dai fiori che dalle parti erbacee della stessa pianta.

Preparazione

Preparazione Casalinga dell'Olio di Calendula

L'olio di calendula si prepara lasciando macerare i fiori secchi della pianta all'interno di un olio vegetale, per un tempo che può variare dalle due alle cinque settimane a seconda del metodo impiegato.
L'olio impiegato per la macerazione può essere un qualsiasi olio vegetale in grado di estrarre le sostanze attive contenute all'interno dei fiori di calendula. Tuttavia, quelli maggiormente utilizzati sono l'olio di oliva, l'olio di girasole e l'olio di mandorle dolci.
Il mondo del fai da te è ricco di ricette per la preparazione casalinga dell'olio di calendula. Di seguito, riportiamo una fra le più semplici:

  • All'interno di un recipiente di vetro miscelare 50 grammi di fiori secchi di calendula con 500 ml di olio extravergine di oliva (il rapporto droga/solvente dovrebbe essere di 1:10).
  • Una volta immersi tutti i fiori nell'olio, chiudere bene il recipiente e sistemarlo in un luogo caldo. I fiori vanno lasciati macerare per circa 30 giorni, avendo cura di mescolare il contenuto del recipiente ogni due giorni circa. Naturalmente, quest'operazione va eseguita capovolgendo più volte il recipiente, che deve rimanere ben chiuso e NON dev'essere aperto prima del termine del periodo di macerazione.
  • Al termine della fase di macerazione, la miscela dev'essere filtrata mediante l'ausilio di una garza, in maniera tale da allontanare il residuo solido dalla fase liquida.
  • L'oleolito così ottenuto dev'essere conservato in recipienti di vetro scuro, ben chiusi e al riparo dalla luce.

Ad ogni modo, in erboristeria, nelle profumerie maggiormente fornite e in diversi store online è possibile acquistare l'olio di calendula già pronto all'uso.

Composizione e Proprietà

Composizione Chimica e Proprietà dell'Olio di Calendula

L'olio di calendula possiede una ricca composizione chimica, determinata sia dalle sostanze presenti nell'olio vegetale impiegato per la macerazione, sia dalle sostanze contenute nei fiori di calendula da esso estratte.
Più precisamente, l'olio di calendula è composto da:

  • Trigliceridi e acidi grassi (derivanti soprattutto, ma non esclusivamente, dall'olio vegetale utilizzato per la macerazione);
  • Derivati triterpenici;
  • Carotenoidi;
  • Flavonoidi.

La presenza di queste sostanze attive conferisce all'olio di calendula numerose proprietà benefiche per la cute, quali:

Queste ultime proprietà sono state confermate da diversi studi condotti sulla calendula e sui suoi diversi tipi di estratti. In particolare, l'azione cicatrizzante e l'attività antinfiammatoria sono imputate ai composti triterpenici e ai carotenoidi contenuti nella pianta.

Usi

Grazie alle proprietà benefiche espletate a livello cutaneo, l'olio di calendula è indicato in tutte quelle situazioni in cui si rende necessario ristabilire le normali condizioni fisiologiche della pelle.
Gli usi di quest'olio, pertanto, sono molteplici e comprendono il trattamento di pelli secche e screpolate, degli arrossamenti e delle irritazioni cutanee, ma non solo. L'olio di calendula, infatti, può anche essere efficacemente utilizzato per ridurre i sintomi provocati da dermatiti e reazioni allergiche, come prurito, fastidio e bruciore.
Ancora, l'applicazione dell'olio di calendula dona sollievo in caso si scottature (comprese quelle solari) ed è utile per contrastare il fastidio, il dolore e il prurito causati dalle punture di insetti.
Inoltre, l'olio di calendula è così delicato e ben tollerato da poter essere impiegato anche sulla pelle dei bambini per prevenire e contrastare le irritazioni da pannolino.
Infine, l'olio di calendula è in grado di accelerare la guarigione delle ferite, per tale ragione, il suo utilizzo si rivela di grande aiuto nel trattamento di ulcere e ragadi.


Nota Bene

L'olio di calendula dev'essere impiegato solo esternamente. Pertanto, in nessun caso può essere ingerito o utilizzato per via interna.

Effetti Collaterali

Vista la sua elevata tollerabilità, l'olio di calendula non presenta effetti collaterali significativi. Anche l'insorgenza di reazioni allergiche è un fenomeno decisamente raro, benché non impossibile.

Controindicazioni

L'uso dell'olio di calendula è controindicato in caso d'ipersensibilità nota ad una qualsiasi delle sostanze in esso contenute.




Ultima modifica dell'articolo: 18/10/2017