Meliloto in breve, riassunto sul Meliloto

Scorri la pagina verso il basso per leggere la tabella riassuntiva sul meliloto

 

Meliloto Pianta officinale  indicata per il trattamento dell'insufficienza venolinfatica  → abbondanza in cumarine
Meliloto: etimologia del termine Nome meliloto rimanda al greco “mèli” (miele) e “l tòs” (trifoglio o biada)    → fonte di nettare per le api e di foraggio per le bestie
Meliloto nella storia Bestiame da pascolo: ingestione di meliloto deteriorato → sindrome emorragica: diminuzione livelli di protrombina nel plasma → causa: formazione di derivati cumarinici (dicumarolo) con effetto antiaggregante
Meliloto: generi botanici
  • Melilotus officinalis: legumi ed ovario glabri, baccello costituito da venature trasversali
  • Melilotus altissima: legumi ed ovario pubescenti, baccello caratterizzato da venature reticolari
  • Melilotus coerulea
  • Melilotus alba
Meliloto: descrizione botanica Famiglia: Leguminose Papilionacee
Descrizione della pianta: pianta erbacea annuale, bienne o perenne
Altezza: 80 cm
Fusto: cavo, ramificato, piuttosto esile e sottile
Foglie: alterne composte da tre foglioline tipicamente lanceolate, terminanti con un margine dentellato
Fiori: odorosi e raggruppati in racemi ascellari, appaiono molto piccoli, numerosissimi
Corolla: color giallo, talvolta venata da strisce bluette o lillà
Frutti: (legumi) baccelli, gialli o brunastri appaiono globulosi, ed eretti
Semi: in genere uno o due, racchiusi nel legume
Meliloto: droga Sommità fiorite e foglie
Meliloto: componenti chimici ad azione terapica
  • Cumarine (6-benzo-β-pirone, melilotina, glucosidi cumarinici dell'acido o-idrossi cinnamico)
  • Flavonoidi (kaempferolo, quercetina)
  • Molecole terpeniche
  • Saponine
  • Melilogenina
  • Tannini
Meliloto: attività terapeutiche
Meliloto: impieghi
  • Utile in caso di insufficienza venolinfatica
  • Combatte disturbi digestivi di natura nervosa
  • Favorisce l'addormentamento
  • Utile in caso di turbe lievi del sonno in generale
  • Rimedio contro le cefalee
  • Favorisce la rimarginazione delle ferite
  • Utile in caso di reumatismi (applicazione topica)
  • Consigliato nel trattamento di emorroidi, varici, stasi linfatiche, ulcere degli arti inferiori e tromboflebite
  • Cura di edemi (ad eziologia flogistica) e nel trattamento della fragilità capillare
Meliloto ed effetto antiaggregante Pianta di meliloto deteriorata: trasformazione delle cumarine in dicumarolo → diminuzione sintesi protrombina → effetto anticoagulante
Meliloto: tossicità ed assunzione smodata
  • Non assumere in caso di concomitante assunzione  di salicilati ed anticoagulanti
  • Non assumere in caso di ipersensibilità accertata o presunta ad uno o più costituenti chimici del fitocomplesso.
  • Aduso di estratto di meliloto: nausea, mal di testa, vertigini, narcosi


Ultima modifica dell'articolo: 01/06/2016