Melanzane in breve, Riassunto sulle melanzane

Scorri la pagina verso il basso per leggere la tabella riassuntiva sul Melanzane


Melanzana Un ortaggio molto coltivato come pianta orticola: ricopre il 30% della produzione in territorio nazionale
Melanzana: nomenclatura
  • Nomi “raffinati”: Violetta, Mostruosa, Tonda, Bianca
  • Origine del nome: dall'arabo “badingian
  • Italianizzazione del termine: petronciano
  • Mutazione del nome: melangiana → attualmente melanzana
Descrizione botanica della melanzana
  • Nome botanico: Solanum melogena
  • Famiglia: Solanacee
  • Descrizione della pianta: pianta erbacea annua, coltivata chiaramente per i frutti
  • Fusto: tomentoso ed eretto, raggiunge altezze non superiori a 50-100 cm
  • Frutti: grosse bacche vistose e carnose dalla buccia scura, violetta o bianca, e dalla carne biancastra e spugnosa, dal sapore amarognolo e piccantino
  • Peduncolo: spinoso, unisce la melanzana al gambo
  • Foglie: pelose ed acuminate nella parte apicale, con forma ovale od acuta
  • Fiori: isolati, più spesso riuniti in piccoli gruppi di 2 o 3, presentano una colorazione lilla o prugna
  • Semi: numerosissimi, schiacciati ed incastonati nella polpa solida delle melanzane, colore giallognolo
  • Crescita: fortemente influenzata dal clima
  • Terreno: pH neutro, arricchito di sostanze organiche
Melanzane e temperatura La crescita della melanzana si arresta quando la temperatura scende al di sotto dei 12°C
  • Clima caldo e subtropicale
Melanzane: varietà più conosciute
  • Violetta napoletana, palermitana e nana: melanzana allungata e cilindrica, piccante
  • Melanzana Black beauty: melanzana tonda, buccia violacea, carne poco amara e compatta
  • Rotonda Bianca: melanzana bianca con sfumature rosa
  • Mostruosa: melanzana newyorkese enorme
Melanzana e solanina Solanina: sostanza alcaloidea glicosilata tossica → mal di testa, febbre, sonnolenza, irritazione della mucosa gastrica, emolisi ecc.
  • Melanzana cruda: fonte di solanina
  • Melanzana cotta: la quantità di solanina viene ridotta della metà
Melanzane: analisi nutrizionale Valori nutrizionali riferiti a 100 grammi di prodotto crudo: Sali minerali (soprattutto potassio)
Melanzana: modalità di cottura In sé, la melanzana è un alimento amico di diete ipocaloriche. Il problema principale è la modalità di cottura → la melanzana assorbe moltissimo condimento, pertanto può facilmente diventare una bomba ipercalorica
Melanzane: componenti chimici e proprietà Cinarina → attività paragonabile a quella del carciofo (riequilibrante della funzionalità epatica)
Proprietà ipocolesterolemizzanti
Proprietà rimineralizzanti
Blande proprietà lassative
Virtù depurative, diuretiche, antinfiammatorie
Melanzane: a che sono consigliate Il consumo di melanzane è particolarmente consigliato nelle diete ipocaloriche,  in caso di anemia, aterosclerosi, oliguria e gotta
Antico rimedio naturale contro ascessi, scottature ed emorroidi (cataplasmi con le foglie di melanzana)
Melanzane e cosmesi Maschere e creme viso nutrienti e idratanti
Proprietà schiarenti