Lentigo Simplex

Lentigo giovanile

Tra le svariate forme di lentigo, la più comune è la lentigo simplex, nota come lentigo giovanile o lentiggine: il "disturbo", prettamente estetico, consiste nella formazione di macchie iperpigmentate, isolate o multiple, che interessano la pelle, le mucose o le unghie. L'appellativo “giovanile” non è molto appropriato, poiché, sebbene si tratti di un fenomeno che interessa prevalentemente bambini e ragazzi, le lentigo simplex possono manifestarsi anche in età adulta.
Lentigo simplexAlcuni soggetti sono geneticamente predisposti alle lentigo simplex, in particolare le persone che presentano pelle chiara e capelli rossi.

Lentigo solari ed efelidi

Le lentigo simplex si distinguono dalle lentigo solari e dalle efelidi, poiché non presentano correlazione alcuna con l'esposizione solare: per essere più chiari, le lentigo simplex possono sì essere potenziate dalle radiazioni luminose, ma il sole non è la causa che le scatena, come invece vedremo per le lentigo senili e per quelle solari.

Cause

Nel caso delle lentigo simplex, i melanociti proliferano lungo lo strato basale della superficie epidermica, accumulando quantità eccessive di  melanina. Non si può comunque parlare di malattia, perché la lentigo simplex non può sfociare in conseguenze mediche, né tantomeno creare disturbi patologici.

Caratteristiche

Dal punto di vista clinico, la lentigo simplex si presenta come una macchia lenticolare e tondeggiante, il cui colore sfuma dal nocciola al marrone scuro; la macchia, solitamente, presenta un piccolo punto nero al centro, quasi impercettibile, ed il suo diametro non supera i 6 millimetri.
I margini delle lentigo simplex, seppur irregolari e dentellati, sono sempre ben definiti. Come accennato, le lentigo simplex possono essere isolate, disseminate nel corpo oppure presentarsi ammassate le une alle altre in aree preferenziali (viso), costituendo macchie d'estensione consistente.
L'esame microscopico della lentigo simplex evidenzia la struttura reticolare e regolare della chiazza: il numero e la lunghezza delle creste interpapillari è maggiore rispetto alla norma (iperplasia epidermica). Anche il numero dei melanociti è superiore, così come la produzione di melanina, che si accumula sulla pelle.

Lentigo simplex e melanoma

Per alcuni soggetti affetti si riserva una particolare attenzione: nel caso in cui il quadro clinico di lentigo simplex sia correlato a situazioni genetiche di melanoma, la diagnosi deve essere più attenta e scrupolosa, poiché il paziente presenta un certo rischio che la lentigo simplex progredisca in forme patologiche (tumore della pelle). Se al soggetto non si associano storie familiari di melanoma, è comunque assai improbabile che le lentigo si evolvano in forme morbose.

Tipi di lentigo simplex

Alcune accezioni particolari di lentigo simplex meritano un approfondimento:

  1. Lentigo simplex su ascelle e genitali: proprio a causa della  peculiare distribuzione delle macchioline e del pigmento melanico, il disturbo potrebbe essere decisamente preoccupante perché di difficile interpretazione. In genere, si ritiene comunque che le macchioline che interessano genitali o ascelle non possano sfociare in tumori maligni, a meno che non si accertino alterazioni della composizione cellulare (atipie).
  2. Lentiggini nere: si tratta di lentigo simplex eccessivamente pigmentate, tanto che le macchie appaiono nere alle vista. Anche in questa variante della lentigo simplex, è improbabile una forma maligna, poiché dal punto di vista istologico, la composizione cellulare è la stessa delle lentigo “classiche”. Queste macchioline appaiono nere in conseguenza di un'eccessiva e sregolata produzione di pigmento.
  3. Sindrome di leopard: detta anche malattia delle lentiggini multiple, “leopard ” è l'acronimo inglese di Lentiggini, anomalie Elettrocardiografiche, ipertelorismo Oculare, stenosi Polmonare, Anomalie a carico dei genitali, Ritardo della crescita, sordità (Deafness), che rappresentano il quadro clinico della malattia.
    sindrome di leopard è una malattia rara, a trasmissione genica dominante. Le lentigo simplex rappresentano la manifestazione cutanea più evidente della sindrome di leopard, che compare negli infanti, aggravandosi durante la crescita.  Le lentiggini, di colore marrone o nero, possono coprire l'intera superficie corporea e non si diffondono in un locus preferenziale.

Trattamenti

In genere, le lentigo simplex regrediscono spontaneamente; se così non fosse, il dermatologo può consigliare trattamenti risolutivi, parziali o totali: utilizzo di sostanze depigmentanti (acido cogico ed acido retinoico in particolare), peeling, diatermocoagulazione, laser.
Anche l'industria cosmetica mette a disposizione alcuni prodotti utili per celare le lentigo simplex: fondotinta, fard e terra colorata non saranno certo metodi risolutivi per le macchie, ma rappresentano sicuramente un metodo valido per coprirle. Ovviamente, i cosmetici devono essere scelti con cura ed attenzione: i prodotti non devono essere irritanti ed aggressivi, poiché potrebbero aggravare il disturbo, evidenziando maggiormente le lentigo simplex.



Ultima modifica dell'articolo: 19/04/2016