Legionella e Legionellosi in Breve

Scorri la pagina verso il basso per leggere la tabella riassuntivo sulla legionella e sulla legionellosi.

 

Legionella: presentazione Batterio gram-negativo aerobio obbligato non fermentante, uno tra i maggiori responsabili della polmonite batterica
Etimologia del termine Il nome legionella viene attribuito a quel microorganismo che nel 1976 causò una grave polmonite batterica a 221 legionari e la morte a 34 di essi. L'appellativo “legionella” ricorda quel tragico evento
Legionella: descrizione
  • Famiglia: Legionellaceae
  • Specie più pericolosa: Legionella pneumophila (responsabile di oltre il 90% dei casi di polmonite batterica)
  • Descrizione del battere: parassiti intracellulari, gram-negativi, aerobi obbligati ed asporigeni, flagellati
  • Dimensioni: variabili da 0,3 a 0,9 mm di larghezza e da 1,5 a 5  mm di lunghezza
  • Battere inerte: non fermentante
Legionella: caratteristiche biochimiche
  • Nutrizione: arginina, cisteina, metionina ed isoleucina
  • Fattori che incidono sullo sviluppo: ferro e derivati
  • Crescita in laboratorio: terreni di coltura particolari, ricchi di aminoacidi, Sali di ferro e lieviti
Legionella: diffusione e habitat naturale L'ambiente rappresenta il serbatoio naturale delle legionelle → batteri particolarmente diffusi in natura:
  • sezioni caldo-umide dei sistemi d'areazione
  • ambienti acquatici naturali
  • terreni umidi
  • luoghi acquatici artificiali
Legionella: temperatura e pH Le legionelle si replicano a pH compresi tra i 5.4 e 8.1
Temperatura ideale di replicazione: 25-45°C (possono vivere a temperature variabili da 5,7°C a 55°C)
Legionelle: trasmissione del battere
  • La trasmissione tra uomo e uomo è improbabile
  • Le infezioni da legionella sono correlate all'inquinamento degli impianti di distribuzione delle acque
  • Il battere si trasmette tramite inalazione di goccioline d'acqua infette o tramite micro particelle di polvere derivate dall'essiccazione di aerosol contaminati (evenienza più rara)
Legionella: possibili malattie
  1. Malattia dei Legionari
  2. Febbre di Pontiac (forma acuta e subclinica)
Legionellosi: descrizione generale Termine generale che indica tutte le varie tipologie d'infezione generate da batteri gram-negativi aerobici obbligati appartenenti al genere Legionella
Legionellosi: Malattia dei legionari
  • Descrizione: la forma di legionellosi più severa e pericolosa
  • Mortalità: 10-50% (in caso di severità)
  • Limite diagnostico: i sintomi sono molto simili alle classiche forme influenzali → la malattia viene sottovalutata
  • Sintomatologia: coinvolgimento delle basse vie respiratorie, malessere generale, febbre alta, mal di testa, mialgia e respiro affannoso
  • Sintomi rari: insufficienza respiratoria ed ascesso polmonare
  • Sintomi gravi: disturbi neurologici, gastrici, intestinali e renali
  • Terapie: somministrazione di eritromicina e di rifampicina. Possibile efficacia dei fluorochinoloni
  • Terapie inefficaci: penicillina, cloramfenicolo, aminoglicosidi e tetracicline
Legionellosi: Febbre di Pontiac (forma acuta)
  • Descrizione: forma simil-influenzale di lieve entità, generalmente non mortale (andamento benigno) ma estremamente contagiosa
  • Sintomi: febbre alta, brividi, malessere generale, mal di testa, mal di gola e tosse
  • Prognosi: si risolve spontaneamente in 2-5 giorni, senza necessità di cure
  • Agenti causali accertati: Legionella pneumophila
  • Possibili ed ipotizzati agenti causali: L. micdadei, L. feelei
Legionellosi: Febbre di Pontiac (forma sub-clinica)
  • Descrizione: legionellosi, ancor meno grave delle precedenti
  • Esordio: senza sintomi clinici alcuni
  • Sintomi: non prevede il coinvolgimento polmonare e i tipici sintomi influenzali
  • Diagnosi: diagnosticabile solamente con il riscontro di anticorpi anti-Legionella spp
Legionellosi: epidemiologia Si stima che la legionellosi colpisca 8.000-18.000 soggetti ogni anno
Legionellosi in Italia: valutata intorno ai 1.000 pazienti ogni anno, ma tuttora sottostimata
Legionellosi: prevenzione L'OMS ha posto sotto sorveglianza le infezioni da legionella
Obiettivi:
  • Promuovere programmi di sorveglianza e di controllo per la prevenzione della legionellosi
  • Incentivare e migliorare le misure preventive volte al contenimento della contaminazione da Legionella

« 1 2 3 4


Ultima modifica dell'articolo: 30/03/2016