Herpes: rimedi naturali

Rimedi naturali contro l'Herpes

L'Herpes simplex è un virus che provoca infezioni contagiose a livello della bocca (le labbra sono particolarmente coinvolte perché più sensibili), della faccia e dei genitali: in questo articolo esamineremo i possibili rimedi naturali per alleggerire l'infezione causata dall'Herpes simplex.

Nonostante sia dimostrato che il virus rimane nascosto all'interno del corpo per tutta la vita, e che nemmeno un trattamento farmacologico è in grado di debellarlo in maniera definitiva, alcuni rimedi naturali possono rappresentare un buon ausilio per diminuire i sintomi provocati dall'Herpes simplex, velocizzando la risoluzione, seppur momentanea, dell'infezione.

Cause dell'Herpes

Herpes rimedi naturaliIn genere, le infezioni da Herpes simplex si manifestano quando il sistema immunitario si indebolisce: a tal proposito, i rimedi naturali dovranno svolgere la propria azione rafforzando innanzitutto le difese immunitarie. L'infezione può manifestarsi in seguito a trattamenti farmacologici, soprattutto con gli antibiotici, o rappresentare la conseguenza di una prolungata esposizione al sole: in entrambi i casi, il sistema immunitario è fragile, perché indebolito e sensibile. Ovviamente, anche i fattori genetici e le malattie autoimmuni possono scatenare le manifestazioni tipiche dell'Herpes simplex.

Preparati erboristici

L'erboristeria offre un'abbondante quantità di preparati naturali; per contrastare le infezioni da Herpes simplex, si possono adottare alcuni rimedi, come l'applicazione topica di stick per labbra o creme, formulate con prodotti di derivazione vegetale, o l'uso di compresse con principi attivi naturali, allo scopo di debellare l'Herpes dall'interno, rafforzando il sistema immunitario.
Gli stick e le creme sono rimedi naturali sintomatici, ciò significa che l'utilizzo degli stessi è utile nel momento in cui l'infezione da Herpes simplex si manifesta; le compresse, invece, essendo un prodotto sistemico, si possono utilizzare per la prevenzione di disturbi stagionali.

Di seguito sono riportati due esempi di prodotti naturali: negli stick e nelle creme s'introducono sostanze eudermiche, antinfettive, antivirali, antinfiammatorie, antifungine ed immunostimolanti.  Anche le compresse naturali devono assicurare le stesse azioni: ovviamente, però, non prevedono la presenza di droghe ad attività eudermica, considerando che agiscono dall'interno.

Stick per labbra

Lo stick per labbra, così formulato, rappresenta un rimedio naturale per uso quotidiano, utile non solo per diminuire il disturbo provocato dall'Herpes simplex, ma anche nella prevenzione delle recidive. L'erborista potrà consigliare un'applicazione del prodotto, sulle labbra e sulle zone circostanti, per due o tre volte durante il corso della giornata; in caso di esposizione solare, è consigliabile applicare il preparato erboristico con maggiore frequenza.

  • Burro di karité (Butyrospermum parkii) e cera carnauba (ricavata da Copernicia cerifera): la scelta di questi rimedi naturali per la preparazione dello stick è utile per  rivestire il prodotto conferendogli proprietà emollienti e protettive. Inoltre, considerando che il preparato erboristico deve rimanere solido a temperatura ambiente (per essere applicato sulle labbra), l'utilizzo della cera carnauba è particolarmente indicato per conferire stabilità e strutturare lo stick.
  • Porphyra umbilicalis: è un'alga rossa, più nota come nori, ricca di mucillagini. Questo prodotto naturale si ritrova in una formulazione erboristica contro l'Herpes non tanto per le capacità di contrastare il virus, piuttosto per proteggere la cute lesa dalla desquamazione (sintomo che consegue l'attacco del virus); nella nori, si registrano abbondanti quantità di acido gamma-linolenico, indispensabile per rigenerare i fosfolipidi di membrana dei fibroblasti. L'applicazione di un prodotto a base di nori rende la pelle più morbida ed esercita una buona azione lenitiva. La porphyra si configura un ottimo rimedio naturale anche per gli eczemi.
  • Echinacea (Echinacea angustifolia): rimedio naturale d'altissima efficacia, grazie ai fenil propani che promuovono l'azione antinfettiva, antivirale ed immunostimolante. Purtroppo, però, i principi attivi della droga non registrano elevata lipofilia, il che significa che gli attivi dell'echinacea sono molto solubili in solvente idrofilo e poco negli oli: lo stick, dunque, non rappresenta il preparato erboristico ideale per veicolare le sostanze attive.
  • Camomilla (Chamomilla recutita): è un rimedio naturale efficace nel frenare la propagazione dell'Herpes simplex e placare l'infiammazione. Il bisabololo, in particolare, esercita una consistente attività antinfiammatoria ad azione locale: infatti il bisabololo risulta decisamente selettivo verso il virus.
  • Propoli: rimedio naturale apistico caratterizzato da un mix di bioflavonoidi (pinocembrina e galangina in particolare) che, agendo in sinergia con i fenil propani, concorrono all'azione antimicrobica e disinfettante. La propoli è un antibatterico naturale molto efficace. L'azione immunostimolante dell'echinacea è potenziata dalla propoli, per la presenza dei flavonoidi e della vitamina C. Nonostante la propoli sia un ottimo prodotto per il trattamento dell'Herpes simplex, è opportuno ricordare che occasionalmente potrebbe comportare una secchezza a livello delle labbra: per contro, considerando che la propoli è una sostanza attiva inserita in un prodotto a base lipofila (per la presenza del burro di karité e della cera carnauba, soprattutto), è pressoché improbabile che la propoli possa seccare la pelle attorno le labbra. L'unico fattore problematico associato alla propoli è il possibile effetto allergizzante nei soggetti sensibili.
  • Beta-sitosterolo: estratto dall'olio di soja (Glycine max L.), il beta-sitosterolo appartiene alla classe dei fitosteroli e si ritrova in tutti i vegetali; la soja ne è particolarmente ricca. Al beta-sitosterolo è associata una possibile attività immunostimolante, anche se non ancora del tutto dimostrata.


Compresse naturali contro l'herpes

Alcuni trattamenti naturali contro l'Herpes simplex sono utilizzati per combattere il virus dall'interno, agendo in modo sistemico. Le compresse naturali, in genere, sono usate come prevenzione nei disturbi stagionali, ma possono essere utilizzate in associazione a prodotti ad azione locale. L'erborista dovrebbe consigliare l'assunzione delle compresse con abbondante quantità di acqua, per stimolare la funzionalità renale. Non si dovrebbero mai superare le dosi consigliate, poiché potrebbero insorgere spiacevoli effetti indesiderati (anche se il rimedio è naturale), quali nausea, vomito, ipertensione.

  • Semi di pompelmo (Citrus x paradisi): ai semi di pompelmo sono attribuite molte proprietà terapeutiche, tra cui l'attività antisettica, antivirale ed antimicotica notevole, grazie a naringina, pinene, citrale, limonene, linalolo, vitamina C e vitamina B1.
  • Liquirizia  (Glycyrrhiza glabra): l'acido glicirretico, estratto dalla radice di liquirizia, è connotato da proprietà antifungine ed antivirali. Infatti, recenti studi hanno evidenziato la capacità dell'acido glicirrizico di contrastare lo sviluppo dell'Herpes simplex e la sua replicazione. Inoltre, la liquirizia vanta proprietà antiradicali, nonché antiossidanti: in condizioni di stress - che favoriscono l'attacco dell'Herpes - il sistema antiossidante endogeno è indebolito e la liquirizia potenzia l'effetto antiossidante.
  • Melissa (Melissa officinalis): non deve sembrare strano che un rimedio naturale come la melissa sia inserito in un prodotto per combattere l'Herpes simplex. Infatti, la melissa non esercita solamente attività ansiolitica e calmante (le attività maggiormente riconosciute alla droga): per la presenza dei fenil propani e dei fenoli, esplica anche potenti attività antivirali. È opportuno ricordare che tra le cause che scatenano l'Herpes spicca anche lo stress: a tal proposito, la melissa si configura un buon rimedio naturale non solo per le proprietà antivirali che intaccano direttamente l'Herpes, ma anche per la capacità di ridurre lo stress; di conseguenza, il virus viene danneggiato anche indirettamente, vale a dire internamente, proprio nella causa che lo scatena (stress).

Un altro buon rimedio naturale in sostituzione alla melissa è l'olmo, che allevia il bruciore e il prurito nella zona colpita dall'Herpes simplex.


<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 >>