Frenulo corto linguale

Frenulo corto linguale: definizione

Dal punto di vista anatomico, si definisce frenulo linguale la sottile lamina tissutale di natura fibro-mucosa che congiunge la parete ventrale della lingua alla mucosa del pavimento orale. Quando il frenulo linguale risulta particolarmente breve rispetto alla norma, si parla di “frenulo corto”: si tratta di un'anomalia congenita, che si presenta, quindi, sin dalla nascita. Il frenulo linguale corto non rappresenta una vera e propria patologia, piuttosto costituisce un'anomalia anatomica che può provocare notevoli ripercussioni sulla parola, poiché, essendo la lingua praticamente ancorata al pavimento linguale, viene impedita la sua protrusione oltre i denti incisivi inferiori. Frenulo lingualeA rigor di ciò, il frenulo corto linguale dovrebbe essere reciso nel più breve tempo possibile, anche durante i primissimi giorni di vita.
In termini medici, la brevità del frenulo linguale è nota come anchiloglossia o tongue-tie.

Incidenza

Alcune ricerche evidenzano come la condizione della brevità del frenulo linguale sia particolarmente frequente tra i neonati.
Verso la fine degli anni Ottanta del Novecento, è stata effettuata un'indagine epidemiologica volta a stimare il tasso d'incidenza dei soggetti con frenulo breve: a partire da un campione di 1.100 bambini di otto anni, fu calcolato che all'incirca il 7% di questi presentava tongue-tie (che corrisponde a 78 piccoli pazienti).
Attualmente, si stima che il frenulo breve interessi il 3-5% dei neonati e che, tra i due sessi, i maschi siano i più a rischio (prevalenza: 2 maschi, 1 femmina).

Classificazione

Le anomalie congenite che interessano il frenulo linguale corto vengono generalmente catalogate in base al grado di gravità della condizione anatomica. Sono state identificate quattro possibili classificazioni:

  1. Forma rara: il rafe linguale risulta del tutto fissato al pavimento della cavità buccale (non si nota la presenza del frenulo linguale): grado F0
  2. Il frenulo collega la caruncola sub-linguale alla regione più bassa della lingua: grado F1
  3. Il frenulo congiunge la caruncola sottolinguale a metà dello spazio presente tra il piano delle labbra e quello della lingua: grado F2
  4. Il frenulo inizia a livello del margine alveolare mandibolare e termina in prossimità del rafe mediano della lingua. In questo caso, la motilità della lingua risulta solo in parte ridotta. Grado F3

Glossario

Pavimento della cavità buccale È costituito da un epitelio pavimentoso pluristratificato da cui emerge la lingua
Caruncola sottolinguale Il dotto escretore, a partire dalla ghiandola sottolinguale nel pavimento, sfocia a livello della caruncola

Margine alveolare mandibolare

Sede anatomica costituita da fori in cui s'inseriscono le radici dei denti inferiori

Cause

Abbiamo visto che la brevità del frenulo linguale è il risultato di anomalie congenite: non sono ancora del tutto chiarite le cause scatenanti, responsabili della formazione del frenulo corto. Ad ogni modo, sembra che la brevità del frenulo sia il risultato di alterazioni apoptotiche, vale a dire un difetto nella regolazione della morte cellulare programmata: la lingua rimane ancorata al pavimento buccale poiché vengono alterati quei fisiologici meccanismi di apoptosi, indispensabili per “dividere” la lingua dal pavimento stesso.
Non è ancora stata dimostrata con certezza l'ereditarietà della condizione, ma si presume che, almeno in parte, la brevità del frenulo sia influenzata anche dalla predisposizione genetica.

Diagnosi

La diagnosi di frenulo corto linguale si evince dallo studio di più parametri: considerando che la brevità del frenulo potrebbe provocare difficoltà nel movimento della lingua, il primo parametro che dev'essere valutato è sicuramente l'incapacità del soggetto di toccare il palato con la punta della lingua, a bocca aperta. I pazienti con frenulo linguale corto presentano un ristretto spazio sottolinguale: di conseguenza, anche l'osservazione di questo parametro viene considerata un importante criterio diagnostico.
Ancora, la lingua a farfalla e la lingua bifida rappresentano le immediate malformazioni linguali dovute alla brevità del frenulo: nella prima condizione, la lingua a farfalla presenta una peculiare curvatura a livello della sede intermedia della lingua, tale da impedirne la sua protrusione al di fuori della bocca. La lingua bifida, diagnosticata tramite semplice esame clinico, è dovuta al frenulo che, essendo eccessivamente corto, genera una particolare conformazione linguale “a cuore”.
La diagnosi viene effettuata, in genere, nei primissimi giorni di vita del neonato: pertanto, alcuni medici consigliano di sottoporre il bambino all'intervento chirurgico già dopo pochi mesi dalla nascita. Ad ogni modo, altri specialisti consigliano di temporeggiare, poiché non è raro che il frenulo corto linguale possa svilupparsi nei 12 mesi dalla nascita.  Ancora, taluni autori consigliano un intervento medico chirurgico al compimento del sesto anno d'età del bambino: sembra, infatti, che prima dei sei anni siano presenti continuamente fenomeni regressivi spontanei. Ovviamente, quando il bambino mostra seri deficit di linguaggio dovuti alla brevità del frenulo, è consigliabile rivolgersi al chirurgo anche prima dei sei anni, previa indicazione del logopedista.


1 2 3 »


Ultima modifica dell'articolo: 22/11/2016