Fibroma

Definizione di fibroma

Il fibroma, noto anche come tumore fibroide, rappresenta una categoria di tumori benigni composti da fibre di tessuto connettivo. Fibroma uterinoI fibromi si manifestano frequentemente nei bambini, ma possono colpire anche gli adulti, senza distinzione di sesso. Queste neoplasie possono rimanere silenti per lungo tempo, senza che il soggetto affetto ne risenta.

Dove originano

I fibromi possono nascere in qualsiasi area del corpo, originando dal tessuto mesenchimatico; in particolare, i fibromi si sviluppano a livello dello stomaco, nell'intestino, nell'utero (fibromioma, il più comune) e nelle ovaie (leiomioma). Inoltre, anche le ossa e la cute possono essere interessate: in queste aree, i fibromi tendono ad evolversi lentamente e l'escissione chirurgica toglie completamente il tumore. La chirurgia, tuttavia, non sempre asporta l'intero fibroma, poiché esso può svilupparsi in aree delicate; spesse volte, comunque, il chirurgo consiglia al paziente di sottoporsi all'intervento per accertare la natura benigna della neoplasia; talvolta, infatti, il linfoma può evolvere in forme maligne (si parla, in questi casi, di fibrosarcoma).

Classificazione dei fibromi

I fibromi possono presentare due tipi di morfologia e, in base a tale conformazione, si suddividono in fibromi nodulari e poliposi. Un'altra classificazione dei linfomi si basa sulla consistenza: fibroma duro e fibroma molle.  Nel primo caso, il fibroma è costituito da molte fibre e poche cellule (tipica caratteristica dei fibromi della pelle) e si parla di dermatofibroma o noduli cutanei. Il fibroma molle, invece, ha una particolare forma ramificata ed è costituito da molte cellule collegate le une alle altre, e poche fibre (tipico fibroma delle ascelle, dell'inguine e del collo).
Il fibroma uterino potrebbe coinvolgere solamente alcune aree dell'utero, oppure espandersi al punto da occupare tutto l'organo. A tal proposito si distinguono tre sotto-categorie:

  • fibroma intramurale: si sviluppa solamente nella parete muscolare
  • fibroma sottosieroso peduncolato: fibroma che rimane allacciato alla parete con un peduncolo oppure con un filamento
  • fibroma sottomucoso: neoplasia la cui espansione protende verso l'interno

Tra gli altri tipi di fibroma si ricordano:

  • Mixofibroma
  • Fibroma ossificante: fibroma dalla consistenza dura e fibrosa, è tipico della bocca e delle zone mascellari
  • Fibroma cistico: prevede un indebolimento dei vasi linfatici
  • Angiofibroma: fibroma cavernoso costituito da numerosi vasi sanguigni dilatati. Colpisce prevalentemente gli adolescenti maschi.
  • Neurofibroma: neoplasia benigna che colpisce un nervo. Dapprima origina a livello delle cellule di Schwann e nei fibroblasti, per poi diffondersi tramite via nervosa. Possono evolvere in sarcoma (trasformazione maligna del fibroma).
  • Fibroma renale: piccola neoplasia che coinvolge in particolare la midollare del rene, solo raramente interessa la zona corticale
  • Fibroma dermoplasmico
  • Fibroma traumatico: tipica neoplasia benigna che coinvolge i tessuti molli della mucosa della bocca. È chiamato “traumatico” perché, generalmente, è causato da un trauma o da una lesione alla mucosa della bocca. Talvolta, i fibromi traumatici possono essere confusi con i lipomi.
  • Fibroma nucale
  • Fibroma pleomorfo cutaneo: interessa solitamente le aree cutanee della testa e del collo.
  • Fibroxantoma (o non ossifying fibroma): lesione ossea fibrosa generalmente asintomatica. La maggior parte delle volte è scoperta casualmente tramite radiografia.

La classificazione dei fibromi, così come quella dei linfomi, è abbastanza complessa, poiché si devono valutare molti aspetti: morfologici, istologici, localizzazione, area interessata, dimensioni ecc.

Diagnosi

I fibromi, in genere, presentano un'evoluzione lenta e rimangono forme benigne, innocue; nonostante ciò, l'analisi di ogni fibroma dev'essere assolutamente dettagliata e precisa per garantire l'improbabilità di una possibile progressione maligna. Le caratteristiche generali, la pericolosità di ogni forma neoplastica fibrosa e le dimensioni possono essere diverse in base alla zona colpita e la diagnosi può dipendere anche dalla predisposizione e dalla storia familiare del soggetto.
Fibroma, dunque, è un termine molto generico e può assumere connotazioni diverse in base al soggetto e alla tipologia di fibroma.

Interventi e farmaci

Considerata la varietà dei fibromi, le terapie sono molteplici e diversificate in base alla gravità del disturbo; in genere, le terapie che si possono considerare sono l'asportazione chirurgica, il trattamento farmacologico e l'embolizzazione.
Per quanto riguarda il trattamento farmacologico, nella maggior parte dei casi, nel paziente non si registra una guarigione completa; i farmaci (antinfiammatori, antiemorragici, terapia a base ormonale) possono aiutare ad alleggerire i sintomi ma non possono eliminare la neoplasia.
La chirurgia è utile solo in alcuni casi, rimanendo, tuttavia, la scelta prioritaria delle donne nel periodo fertile. Nel caso il fibroma interessasse l'utero, la terapia chirurgica non compromette l'attività riproduttiva. I casi più gravi di fibroma uterino potrebbero richiedere l'asportazione totale dell'utero. Da ultimo, ma non certo per importanza, l'embolizzazione rappresenta un altro metodo terapico molto efficace nell'eliminazione della neoplasia: è una tecnica mininvasiva, effettuata con anestesia locale, in grado di eliminare definitivamente non solo i sintomi tipici del tumore benigno (es. sanguinamenti o dolore nel caso di neoplasie uterine), ma anche il fibroma stesso.

Riassunto

Per fissare i concetti…

 

Neoplasia

Fibroma

caratteristiche

Tumore che interessa il tessuto connettivo fibroso

Incidenza

In particolare si manifesta nei bambini, ma interessa anche gli adulti

Zone colpite

I fibromi colpiscono ogni area del corpo, in particolare intestino, stomaco, utero, ovaie, cute, ossa

Trasformazione maligna

Fibrosarcoma

Consistenza

Dura (fibromi cutanei) o molle (fibromi ascellari, inguinali e del collo)

Classificazione fibroma uterino

  • fibroma intramurale
  • fibroma sottosieroso peduncolato
  • fibroma sottomucoso

Classificazione generale

  • Fibromioma
  • Leiomioma
  • Mixofibroma
  • Fibroma ossificante
  • Fibroma cistico
  • Angiofibroma
  • Neurofibroma
  • Fibroma renale
  • Fibroma dermoplasmico
  • Fibroma traumatico
  • Fibroma pleomorfo cutaneo
  • Fibroxantoma
Terapie per eliminare il fibroma

Chirurgia
Embolizzazione
Trattamento farmacologico