Esfoliante fai da te

Premessa

Chi l'ha detto che gli esfolianti sono reperibili solamente in profumeria o in erboristeria? EsfoliantePer risparmiare un po' sul prezzo, e per sfruttare ciò che madre natura mette a disposizione, è possibile realizzare esfolianti fai da te, semplici da preparare in casa e naturalmente poco invasivi.

Esfolianti a confronto

Similmente agli esfolianti classici - siano questi fisici o chimici - i cosiddetti esfolianti fai da te apportano beneficio a pelli secche, aride e mature attraverso la rimozione di cellule morte dallo strato epidermico superficiale, stimolando nel contempo il fisiologico turn-over (rinnovamento) cellulare. Tuttavia, è doveroso sottolineare che l'effetto esfoliante dei prodotti fai da te, per quanto positivo, non può comunque essere paragonato alla potente azione abrasiva/schiarente esercitata dagli esfolianti classici (chimici, soprattutto).


Un passo indietro per capire...


Prima di procedere con la descrizione, facciamo un passo indietro, ricordando brevemente quali sono i tipi di esfolianti "classici" più conosciuti:

  1. Esfolianti fisici: polveri extrafine ottenute dalla macinazione dei semi di alcuni frutti (es. pesca, albicocca) oppure dal guscio di noce, microsfere ottenute dalla lavorazione del seme di Jojoba, silicio, caolino, allume di rocca o pietra pomice → l'azione abrasiva è incoraggiata dallo sfregamento meccanico di queste sostanze microabrasive sulla pelle
  2. Esfolianti chimici: Alfa-idrossiacidi (es. acido lattico, acido glicolico, acido mandelico), beta-idrossiacidi (es. acido salicilico), derivati della vitamina A (es. tretinonina, retinolo), polidrossiacidi (es. Gluconolattone, Acido lattobionico) → l'azione esfoliante è dovuta alla capacità di spezzare o impedire la formazione dei legami chimici che tengono unite le cellule epidermiche superficiali (corneociti)

Vantaggi

La finalità degli esfolianti fai da te è "coccolare" la pelle, rendendola più liscia, luminosa ed elastica. Per questa ragione, gli esfolianti fai da te sono indicati sia per le pelli sottoposte continuamente a stress ed inquinamento, sia per quelle secche e non più giovanissime.
Ma quali vantaggi offrono gli esfolianti fai da te? Perché preferirli?

  • Costo nettamente inferiore rispetto agli scrub classici
  • Effetti collaterali minimi (se paragonati al peeling chimico)
  • Restituiscono alla pelle un aspetto luminoso, levigato e giovanile
  • La cute appare più morbida e levigata
  • Favoriscono il rinnovo cellulare
  • Stimolano il microcircolo
  • Favoriscono l'assorbimento di altri principi attivi e sostanze nutritive applicate immediatamente dopo l'esfoliante fai da te
  • Conferiscono una gradevole percezione rigenerante alla pelle

Nota bene
Un esfoliante fai da te non dev'essere utilizzato in caso di patologie della pelle: in simili circostanze, il parere del medico si rivela imprescindibile

Preparazione casalinga

Sale grosso, zucchero e bicarbonato di sodio sono gli ingredienti base per preparare un esfoliante fai da te: sono necessari solo pochi minuti e qualche piccolo accorgimento per ottenere benefici sorprendenti.
Immediatamente dopo l'applicazione dell'esfoliante fai da te, la pelle appare più liscia, luminosa e levigata; dopo più applicazioni - che dovrebbero essere comunque eseguite regolarmente - la cute sarà rigenerata, idratata e ringiovanita.
Vediamo, ora, come si prepara un esfoliante fai da te e quali benefici apporta:

  1. SALE GROSSO: l'effetto esfoliante è incoraggiato dallo sfregamento meccanico del sale sulla pelle. Nella ricetta ideale per preparare un esfoliante fai da te, si consiglia di aggiungere al sale grosso qualche cucchiaio di olio d'oliva o di yogurt e alcune gocce di olio essenziale. In alternativa al sale grosso, è possibile utilizzare il bicarbonato di sodio: i granelli più fini ed impalpabili esercitano un'azione esfoliante più delicata rispetto al cloruro di sodio.

Raccomandazioni

  1. Non esfoliare la pelle del viso con uno scrub casalingo al sale grosso
  2. Evitare il contatto con gli occhi
  3. Non applicare sulla pelle in presenza di abrasioni, escoriazioni o ferite aperte
  1. ZUCCHERO DI CANNA O ZUCCHERO RAFFINATO: efficace e delicato, un esfoliante fai da te allo zucchero è molto semplice da preparare: è sufficiente mescolare alcuni cucchiai di zucchero con olio di semi o d'oliva (in generale si consiglia di miscelare zucchero ed olio in proporzione di 2:1). È possibile aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale. Uno scrub fai da te preparato con lo zucchero di canna, oltre ad esercitare la propria funzione esfoliante attraverso abrasione e sfregamento del prodotto sulla pelle, espleta anche una buona azione schiarente cutanea. Infatti, lo zucchero di canna contiene un discreto quantitativo di acido glicolico, un Alfa-idrossiacido utilizzato come ingrediente cosmetico schiarente ed esfolliante (leggi l'approfondimento: creme all'acido glicolico)
  1. Esfoliante fai da te all'ARGILLA: rimuovendo le cellule morte dallo strato corneo, anche l'argilla può essere sfruttata per esfoliare la pelle. Tuttavia, a differenza dello zucchero e del sale grosso, l'argilla non è un ingrediente molto comune nelle cucine; pertanto, lo scrub all'argilla - pur essendo estremamente efficace - non è un esfoliante fai da te particolarmente utilizzato in ambito casalingo.

Altri ingredienti naturali

È possibile arricchire un esfoliante fai da te con altri prodotti naturali: per esempio, aggiungendo la polpa frullata di un cetriolo ad una base di scrub casalingo preparata con zucchero o sale grosso, si ottiene un esfoliante fai da te detossinante. Il cetriolo, infatti, oltre a conferire un'immediata sensazione di freschezza, rigenera la pelle esercitando una buona attività purificante e rimineralizzante.
Similmente, è possibile preparare un esfoliante dai da te dalle proprietà antiossidanti: in questo caso, lo scrub a base di sale grosso o zucchero può essere arricchito con qualche goccia di succo di limone o mirtillo. Il succo degli agrumi è fonte di acido citrico, un Alfa-idrossiacido dall'azione schiarente, esfoliante ed antiradicalica.
Per non parlare, poi, del frullato di avocado, un frutto esotico molto utilizzato in cosmesi per la sua straordinaria capacità di stimolare il turn-over cellulare. Nella frazione insaponificabile dell'olio di avocado si trovano sostanze funzionali che stimolano l'attività dei fibroblasti, incoraggiando di riflesso la sintesi di collagene.
Per le pelli grasse ed impure, si consiglia di preparare un esfoliante fai da te con sale grosso o zucchero abbinato a qualche goccia di olio essenziale di salvia, rosmarino, eucalipto, cipresso o menta.
Persino gli estratti di camomilla e calendula possono impreziosire un "semplice" esfoliante fai da te: i principi attivi lenitivi isolati da queste droghe equilibrano l'azione abrasiva esercitata dal sale grosso o dallo zucchero.
Quelli appena descritti sono solo alcuni esempi, ma si possono preparare innumerevoli esfolianti fai da te, giocando con principi attivi naturali, frullati di frutta e verdura, e quant'altro.

Consigli

Accorgimenti utili

  1. Testare l'esfoliante fatto in casa su una piccola area dell'avambraccio. Solo in assenza di arrossamento ed irritazione post-trattamento, estendere l'applicazione del prodotto alle aree che si desidera esfoliare
  2. Per ottenere un maggior effetto abrasivo, spalmare l'esfoliante fai da te con un guanto di crine oppure con uno specifico panno in microfibra
  3. Massaggiare delicatamente l'esfoliante fai da te con movimenti circolari: in questo modo, viene facilitata l'azione microabrasiva del prodotto
  4. Risciacquare l'esfoliante casalingo con acqua tiepida solo dopo aver massaggiato il prodotto per un paio di minuti
  5. Dopo la rimozione dell'esfoliante fai da te, si raccomanda vivamente di non strofinare la pelle con un asciugamano ruvido. Piuttosto, è consigliabile tamponare delicatamente la cute con un panno morbido
  6. Dopo l'applicazione dell'esfoliante fai da te, si consiglia di spalmare sulla pelle prodotti cosmetici dalle proprietà idratanti (es. creme all'acido ialuronico) e nutritive. Anche gli oli (es. olio di acai, olio di mandorle dolci), le cere (olio jojoba, una cera liquida) e i burri (es. burro di Karitè) si rivelano particolarmente adatti per nutrire la pelle in modo naturale dopo il trattamento esfoliante
  7. Per ottenere benefici anche nel lungo termine, è necessario applicare regolarmente l'esfoliante fai da te sulla pelle (almeno una volta a settimana)

« 1 2 3


Ultima modifica dell'articolo: 11/07/2016