Ernia Ombelicale

Punti chiave

L'ernia ombelicale è una protrusione del rivestimento addominale - o di una parte di un organo addominale - attraverso l'ombelico. Si tratta di una condizione particolarmente frequente nei neonati e nei bambini piccoli, in particolar modo di etnia africana; anche gli adulti e gli anziani possono esserne colpiti.
Ernia Ombelicale
Classificazione
Esistono più varianti di ernia ombelicale:

        • ERNIA EMBRIONALE: spesso incompatibile con la vita del nascituro
        • ERNIA FETALE: compare dopo il terzo mese di vita gestazionale
        • ERNIA DEL BAMBINO O NEONATALE: la più comune in assoluto. Tende a risolversi spontaneamente in pochi mesi
        • ERNIA OMBELICALE DELL'ADULTO: richiede un intervento chirurgico specifico

Cause

Sintomi
L'ernia ombelicale causa dolore, gonfiore e bruciore circoscritto. Il dolore si accentua con un colpo di tosse od uno starnuto. Complicanze → nell'adult, un'ernia ombelicale non trattata può degenerare in ernia incarcerata o ernia strozzata.


Terapie

Le ernie ombelicali infantili regrediscono spontaneamente entro i 12-18 mesi di vita. Nell'adulto, l'ernia ombelicale richiede intervento chirurgico



Cos'è l'ernia ombelicale?

Si definisce "ombelicale" un'ernia addominale che si sviluppa in corrispondenza della cicatrice ombelicale. Ernia ombelicale NeonatoIn altri termini, l'ernia ombelicale è una protrusione - dunque un rigonfiamento verso l'esterno - del rivestimento addominale o di una parte di un organo attraverso l'ombelico.
L'ernia ombelicale è una condizione clinica generalmente innocua, ed è piuttosto comune nei bambini; quanto detto, tuttavia, non esclude la possibilità che gli adulti e gli anziani ne vengano colpiti. Nell'adulto, si stima che l'ernia ombelicale rappresenti il 6% di tutte le ernie addominali: il disturbo si manifesta in particolare nelle donne di età compresa tra i 35 ed i 60 anni. L'ernia ombelicale è estremamente comune negli individui di etnia africana.
Nei neonati e nei bambini più grandi, l'ernia ombelicale tende a risolversi spontaneamente nell'arco di alcuni mesi; diversamente, negli adulti questa forma di ernia addominale necessita quasi sempre di intervento chirurgico specifico.

Classificazione in base all'età

Esistono più tipologie di ernia ombelicale, distinte in base all'età d'insorgenza:

  1. ERNIA EMBRIONALE: è il risultato di un arresto dello sviluppo della parete addominale durante l'epoca embrionale. L'ernia ombelicale embrionale è una forma estremamente pericolosa, tanto da dimostrarsi spesso incompatibile con la vita del nascituro a causa delle malformazioni associate. È pressoché impensabile ricostruire chirurgicamente la neoparete addominale dell'embrione.
  2. ERNIA FETALE: per definirsi "fetale" l'ernia ombelicale deve comparire dopo il terzo mese di vita intrauterina, ovvero quando la cavità peritoneale è già regolarmente sviluppata. Anche l'anello ombelicale è già costituito, sebbene sia rimasto molto ampio. In tal caso, il feto potrà essere operato chirurgicamente.
  3. ERNIA DEL BAMBINO O NEONATALE: è la forma di ernia ombelicale più comune in assoluto, che si manifesta nel periodo compreso tra la caduta del moncone ombelicale ed il 6° mese di vita (nella maggior parte dei casi). L'ernia neonatale è dovuta ad un difetto di chiusura della parete addominale dopo la caduta del cordone ombelicale. In genere, non è necessario un intervento chirurgico: l'ernia tende infatti a regredire spontaneamente, risolvendosi nell'arco di 6-12 mesi.
  4. ERNIA OMBELICALE DELL'ADULTO: tipica ernia da "debolezza", nell'adulto è dovuta generalmente alla perdita di tono dei muscoli addominali. Nella stragrande maggioranza dei casi, questa forma di erniazione richiede un intervento chirurgico.

Per fissare i concetti...


Ernia ombelicale nel bambino e nell'adulto


A differenza di quella dell'adulto, l'ernia ombelicale del bambino tende a risolversi spontaneamente senza necessità d'intervento medico. Quanto detto è spiegato dalla causa che si pone alla base: nel bambino, l'ernia ombelicale ha generalmente un'origine congenita e si manifesta nei primi mesi di vita, mentre nell'adulto il problema è dovuto ad una debolezza acquisita della parete addominale.

Classificazione in base alla dimensione

Un'ulteriore classificazione delle ernie ombelicali viene eseguita in funzione della dimensione del colletto erniario:

  • Ernia ombelicale di piccole dimensioni: il diametro è inferiore ai 2 cm
  • Ernia ombelicale di medie dimensioni: il diametro misura 2-4 cm
  • Ernia ombelicale di grosse dimensioni: il diametro supera i 4 cm

Ernia Ombelicale ed AsciteCause

Nel BAMBINO piccolo, l'ernia ombelicale è causata da un difetto di chiusura della parete addominale dopo la caduta del cordone ombelicale. Ricordiamo brevemente che durante la gestazione il cordone ombelicale passa attraverso una piccola apertura collocata nei muscoli addominali del feto. Questo orifizio si chiude solamente dolo la nascita: in seguito, se i muscoli non si uniscono perfettamente nella linea mediana dell'addome, è possibile che il bambino manifesti ernia, presto reversibile.
Solo di rado l'ernia ombelicale nel bambino presenta grosse dimensioni: in simili frangenti, è possibile sospettare che il disturbo sia correlato a patologie secondarie gravi, come ad esempio:

Nell'ADULTO, invece, l'ernia ombelicale costituisce un fenomeno meno frequente, sebbene più problematico, dato che richiede un intervento chirurgico specifico. In simili circostanze, l'ernia ombelicale è frutto dell'aumento della pressione intra-addominale, a sua volta causato da:

  • Ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale)
  • Cirrosi
  • Gravidanze (soprattutto multiple)
  • Obesità/sovrappeso
  • Sforzo estremo (sollevamento di carichi pesanti)
  • Storia pregressa di chirurgia addominale
  • Tumore nella cavità addominale
  • Ventre flaccido

Anche la predisposizione genetica riveste un ruolo di primo piano nella manifestazione dell'ernia ombelicale nell'adulto.


Ernia Ombelicale - Sintomi e Terapia »