Epididimite in breve

Scorri la pagina verso il basso per leggere la tabella riassuntiva sull'epididimite

 

Epididimite Patologia dell'apparato genitale maschile catalogata tra i disturbi dello scroto: delinea un'infiammazione dell'epididimo
Epididimite: fattori causali
  • Prostatiti batteriche/uretriti
  • Infiltrazione batterica
  • Somministrazione di alcune specialità farmacologiche
  • Reflusso di urina all'interno dell'epididimo
  • Clamidia e gonorrea
  • Infezioni tubercolari
  • Sforzo fisico estremo, sollevamento pesi
Epididimite: incidenza Le MST sembrano essere le cause più frequenti di epididimite tra i giovani sessualmente attivi
Gli anziani e gli omosessuali rappresentano le categorie maschili più soggette all'epididimite generata da infezioni batteriche di natura nonsessuale. la causa risiede in:
  • Mancata circoncisione e scarsa igiene intima (infezioni batteriche)
  • Catetere
  • Interventi di uroscopia
Epididimite: classificazione
  • Epididimite batterica acuta
  • Epididimite cronica
  • Epididimite ad origine batterica - specifica
  • Epididimite aspecifica
  • Epididimite non batterica di tipo traumatico
  • Epididimite da tubercolosi
  • Epididimite chimica
  • Orchi-epididimite
  • Orchite
Epididimite batterica acuta Descrizione: Complicazione tipica della prostatite batterica, dell'uretrite e della batteriuria
Classificazione:
  • Epididimite batterica acuta monolaterale
  • Epididimite batterica acuta bilaterale
  • Funicolite
  • Deferentite
Caratteristiche: l'epididimo ed il testicolo risultano tumefatti, rigidi e dolenti, spesso accompagnati da eritema
Epididimite cronica Compare in seguito all'epididimite acuta, indipendentemente da infezioni batteriche: le strutture anatomiche genitali diventano più fragili, delicate e sensibili
Orchi-epididimite Forma di epididimite causata da:
  • Gonorrea
  • Infezioni delle vie urinarie associate ad uretrite o prostatite
  • Complicazioni in seguito ad operazioni chirurgiche a livello prostatico
Origine:
  • Batterica aspecifica (gram-negativi)
  • Batterica specifica: Chlamydía trachomatis
  • Forma non batterica: lo spandimento retrogrado dei liquidi infetti attraverso i dotti deferenti può costituire un accettabile elemento causale
Epididimite: sintomi Il quadro sintomatologico dell'epididimite varia in funzione della gravità della condizione:
  • febbricola
  • febbre
  • dolore a livello testicolare
  • presenza di una massa rigida e solida all'interno della sacca scrotale
  • tensione, rigidità e formazione di noduli
  • eiaculazione dolorosa, dolore durante i rapporti (dispareunia), arrossamento/gonfiore a livello scrotale, infiammazione genitale, brividi, ingrossamento dei linfonodi inguinali, disuria, perdite uretrali e dolori al basso ventre, pesantezza e indolenzimento genitale generalizzato
Complicanze dell'epididimite
  • Diminuzione della fertilità
  • Ascesso scrotale
  • Restringimento del testicolo
  • Rischio per la circolazione testicolare (testicolo torto)
Epididimite: diagnosi
  • Esplorazione rettale: per controllare le condizioni delle vescicole ed accertare un ipotetico ingrossamento della prostata
  • Esami del sangue e delle urine, per confermare o meno la presenza di un' infiltrazione batterica
  • TAC: per allontanare l'ipotesi del testicolo torto
  • Ecografia: per evidenziare le strutture anatomiche interne
  • Screening per le malattie veneree: si basa sull'indagine di batteri patogeni
Epididimite: terapia
  • Somministrazione di antibiotici mirati
  • Somministrazione di FANS
  • Elevazione scrotale
  • Applicazione di ghiaccio direttamente a livello dello scroto
  • Somministrazione di oppioidi quando il dolore è lancinante
  • Legatura della vena (vasectomia)
  • Escissione, parziale o totale, dell'epididimo (epididimectomia)
  • Astensione totale dai rapporti sessuali fino a quando il battere responsabile dell'epididimite non viene debellato e l'infezione completamente curata

« 1 2 3 4 5 »


Ultima modifica dell'articolo: 03/10/2016