Eiaculazione dolorosa

Definizione

Oltre all'eiaculazione precoce, la percezione dolorosa durante l'atto eiaculatorio rappresenta un comune disturbo che affligge e tormenta molti uomini sessualmente attivi. Alcuni pazienti si rivolgono all'andrologo solo dopo aver sconfitto ansia e vergogna del tutto infondate. Si stima che gli uomini tendano a rivolgere al medico i propri problemi molto più tardi rispetto alle donne: l'eiaculazione dolorosa non dovrebbe quindi essere motivo di imbarazzo, tutt'altro, poiché più velocemente si corre ai ripari, più velocemente il problema sarà risolto.

Cause

eiaculazione dolorosaMolti pazienti lamentano un'eiaculazione dolorosa o fastidiosa, accompagnata spesso da dolore alla minzione; alcuni di loro affermano che la percezione dolorosa, talvolta, si protrae addirittura per alcune ore in seguito al rapporto. Nella stragrande maggioranza dei soggetti, la causa risiede nella contrazione spasmodica della prostata durante l'eiaculazione, determinata, a sua volta, da prostatiti croniche, di natura batterica o meno. È doveroso ricordare che la prostata conserva anche la funzione di produrre parte del liquido seminale estromesso durante l'atto eiaculatorio.
Tuttavia, l'eiaculazione dolorosa potrebbe celare anche uretriti (infezioni a livello dell'uretra), disturbi che rientrano tre le malattie veneree.
L'infiammazione dell'uretra e la flogosi della prostata rappresentano i due fattori causali più comunemente responsabili dell'eiaculazione dolorosa; ad ogni modo, possibili imputati sono anche le infezioni che interessano lo sperma - provocate soprattutto dalla clamidia - ed il restringimento del canale uretrale. [tratto dal sito: http://www.androweb.it/]

Orgasmo o eiaculazione dolorosa?

Molti pazienti tendono a confondere queste due condizioni problematiche, tipiche della sfera sessuale: se da un lato l'eiaculazione dolorosa è legata principalmente ad infezioni od infiammazioni, dall'altro le sensazioni dolorose percepite durante l'orgasmo  non attribuibili all'atto eiaculatorio, sono conseguenza di lesioni a livello pelvico o spinale. Il paziente spesse volte non riesce a distinguere le due condizioni: per questo motivo il consulto del medico risulta assolutamente ineluttabile. [tratto da Andrologia clinica, di Wolf-Bernhard Schill, Frank H. Comhaire, Timothy B. Hargreave].

Diagnosi

Il colloquio medico rappresenta la prima tappa verso la cura dell'eiaculazione dolorosa: i pazienti, in genere, lamentano dolori acuti e fitte lancinanti pochi istanti prima dell'eiaculazione. Gli spasmi possono affievolirsi in poco tempo ma, in altri casi, possono perdurare alcune ore.
Dopo un colloquio diretto con lo specialista, utile a disegnare un quadro clinico iniziale, in genere il paziente viene sottoposto ad esami batteriologici delle urine e dello sperma. Eventualmente, per diagnosticare le cause responsabili dell'eiaculazione dolorosa, il medico potrà consigliare al paziente un'ecografia della prostata per via endo-rettale [tratto dal sito: http://www.androweb.it/]

Cure e trattamenti

Dopo aver isolato il fattore scatenante principale, reo dell'eiaculazione dolorosa, il medico prescrive alcune specialità farmacologiche idonee, volte all'eliminazione dell'infezione e/o della flogosi, quando presente. È consigliabile, inoltre, una regolare attività sessuale, evitando lunghi periodi di stasi; oltre a quanto affermato, è necessario seguire una dieta bilanciata, limitando l'assunzione eccessiva di cioccolato, caffè, vino, bevande alcoliche e gassate. Anche il peso corporeo dovrebbe essere monitorato, poiché l'eccesso di adipe potrebbe peggiorare il quadro clinico del paziente: nei soggetti in sovrappeso ed obesi, infatti, è stata registrata una maggior propensione all'eiaculazione dolorosa, poiché la strato adiposo in eccesso tende a comprimere le vie urinarie, dunque viene favorita la percezione di dolore sia durante la minzione che durante l'amplesso.
Questi ultimi consigli dovrebbero essere seguiti sempre, non solamente in presenza di eiaculazione dolorosa. Solo raramente, vengono prescritti farmaci ansiolitici, poiché lo stress non influisce pesantemente sulla comparsa di eiaculazione dolorosa.

Riassunto

Eiaculazione dolorosa: in breve


Disturbo Eiaculazione dolorosa
Descrizione Durante l'orgasmo, l'eiaculazione risulta alquanto dolorosa o fastidiosa, accompagnata spesso da dolore alla minzione
Ricerca eziologica
  • Contrazione spasmodica della prostata durante l'eiaculazione
  • Prostatiti croniche
  • Uretriti
  • Infiammazione dell'uretra e la flogosi della prostata
  • Infezioni che interessano lo sperma
  • Restringimento del canale uretrale
Orgasmo doloroso ed eiaculazione dolorosa Eiaculazione dolorosa: legata principalmente ad infezioni od infiammazioni
Orgasmo doloroso: conseguenza, soprattutto, di lesioni a livello pelvico o spinale
Profilo diagnostico dell'eiaculazione dolorosa
  • Colloquio medico
  • Esami batteriologici delle urine e dello sperma
  • Ecografia della prostata per via endo-rettale
Terapie contro l'eiaculazione dolorosa
  • Monitoraggio del peso corporeo
  • Regolare attività sessuale (evitare lunghi periodi di stasi)
  • Seguire una dieta bilanciata
  • Specialità farmacologiche mirate, volte all'eliminazione dell'infezione e/o alla flogosi


Ultima modifica dell'articolo: 08/11/2016