Diaframma contraccettivo

Cos'è il diaframma contraccettivo?

Il preservativo non è l'unico metodo contraccettivo a barriera: difatti, in questa categoria spicca anche il diaframma anticoncezionale, una piccola cupola soffice di gomma montata su un anello di metallo abbastanza malleabile e pieghevole, che la donna inserisce in prossimità del collo dell'utero (per via transvaginale) qualche momento prima del rapporto sessuale. Diaframma anticoncezionaleGeneralmente, il diaframma anticoncezionale non viene utilizzato da solo, ma insieme a particolari sostanze chiamate “spermicide”, allo scopo di diminuire il coefficiente di rischio (malriuscita del metodo contraccettivo).
È doveroso puntualizzare una differenza sostanziale e di assoluta importanza tra il diaframma contraccettivo ed il preservativo: mentre quest'ultimo garantisce un'ottima protezione dalle gravidanze indesiderate (98-99.8%) e dalle malattie sessualmente trasmissibili, il diaframma (impropriamente noto anche come preservativo femminile) non assicura la medesima garanzia di protezione dalle gravidanze né dalla trasmissione delle malattie veneree.
In Italia, il diaframma è un metodo anticoncezionale ormai in disuso, soprattutto perché non del tutto affidabile; inoltre, è un contraccettivo pressoché difficoltoso da inserire, soprattutto per le giovani donne poco esperte.

Caratteristiche

Il diaframma contraccettivo è costituito, in genere, da silicone medico o lattice, che forma il corpo del cappuccio; la base è costituita da una sorta di anello di metallo flessibile, utile per dare un certo sostegno al diaframma.
Quando la donna desidera utilizzare il diaframma contraccettivo, questa deve prima sottoporsi ad una visita ginecologica: infatti, sarà compito del medico consigliare il diaframma a lei più adatto, in base alle caratteristiche anatomiche genitali interne della paziente.
Secondo quanto stabilito dalla legge italiana, a differenza di molti Paesi (es. USA), il diaframma non necessita di prescrizione medica.
Il diaframma, in funzione del materiale con cui è costituito, può avere una durata variabile, in genere dai 6 mesi ai due anni.

Attendibilità del metodo

Purtroppo, il diaframma non rappresenta un valido metodo contraccettivo, dato l'elevato indice di Pearl, stimato intorno a 2-3 (indice di fallimento: 20%). Si ricorda che “l'indice di Perl” fa riferimento ad un metodo standard atto a valutare l'efficacia delle metodiche anticoncezionali, quindi utile a dare un'idea circa l'attendibilità del metodo contraccettivo in esame: l'indice di Pearl è indirettamente proporzionale all'efficacia contraccettiva (maggiore è il valore, minore la sua efficacia). Considerando che l'indice di Pearl delle pillole anticoncezionali è stimato intorno allo 0,1, è evidente che il valore pari a 2 o 3 del diaframma preannuncia un rischio di fallimento decisamente elevato: alcune ricerche hanno stimato che l'attendibilità del diaframma sarebbe ancora più bassa, considerato l'elevato numero di insuccessi (gravidanze indesiderate).
Ad ogni modo, il coefficiente di rischio del diaframma è pressoché variabile, poiché dipende principalmente dalla corretta applicazione dello stesso.
L'unico metodo contraccettivo che assicura una garanzia di riuscita totale (indice di Pearl pari a zero) è la sterilizzazione chirurgica.

Modo d'uso

Il medico dovrà comunicare alla donna tutte le indicazioni necessarie per un corretto utilizzo del diaframma: come già detto, infatti, un diaframma può essere utilizzato all'incirca per due anni. L'integrità del mezzo non dipende solamente dalle caratteristiche strutturali dello stesso, ma anche dal modo in cui viene utilizzato: a tal proposito, osservando attentamente le corrette condizioni d'uso, si assicura una lunga durata del diaframma, e, soprattutto, si beneficia di una certa garanzia protettiva dalle gravidanze indesiderate.

  1. Come dev'essere inserito il diaframma contraccettivo?

Il diaframma dev'essere inserito completamente all'interno della vagina, posizionandolo in prossimità del collo dell'utero, che corrisponde, all'incirca, ad una distanza di 2,5 cm dall'osso pubico. Uso del DiaframmaIn altre parole, il diaframma, una volta introdotto in vagina, funge da barriera tra la parete vaginale anteriore e la cervice dalla parte posteriore (o portio, la porzione del collo dell'utero che protende verso la vagina),  isolando il collo dell'utero. [tratto da Ginecologia clinica, di N. Vaglio].
Il diaframma, essendo una sorta di cupola flessibile, si adatta naturalmente all'anatomia genitale interna. Per diminuire il rischio di un fallimento contraccettivo, il diaframma viene utilizzato insieme a particolari sostanza spermicide: il più noto spermicida, il Nonoxilon-9, va spalmato all'interno della cupola di gomma - dalla parte posta a contatto con l'apertura della cervice uterina - poco prima d'inserire il diaframma. Idealmente, l'associazione diaframma-spermicida permette di diminuire l'indice di Pearl, dunque sembra poter garantire una maggior protezione da un'eventuale gravidanza. Ad ogni modo, si stima che l'indice di Pearl dello spermicida utilizzato da solo sia molto elevato, di conseguenza molto poco attendibile.

  1. Quando dev'essere inserito il diaframma contraccettivo?

Il diaframma contraccettivo, in genere, viene inserito qualche tempo prima del rapporto, per assicurare il corretto posizionamento dello stesso. Si sconsiglia di inserirlo immediatamente prima del rapporto, altrimenti si potrebbe correre il rischio di inserirlo in maniera troppo frettolosa, aumentando le probabilità di un'applicazione scorretta. Ad ogni modo, teoricamente, il diaframma potrebbe essere inserito anche un istante prima dell'inizio del rapporto.

  1. Quando dev'essere tolto il diaframma?

Data la scarsa attendibilità del metodo contraccettivo, si consiglia di togliere il diaframma anticoncezionale solo dopo 6-8 ore dal rapporto completo, per dare eventualmente modo allo spermicida di agire.
Il diaframma non dev'essere tenuto in vagina per più di 24 ore.

  1. Come dev'essere conservato il diaframma contraccettivo?

Una corretta conservazione del diaframma è indispensabile per il mantenimento della sua perfetta integrità: dopo averlo rimosso dalla vagina con delicatezza, in seguito al rapporto (preferibilmente dopo 6/8 ore, quando utilizzato insieme allo spermicida) il diaframma dovrebbe essere lavato accuratamente in acqua tiepida e sapone, risciacquato nuovamente ed asciugato, per essere riposto all'interno dell'astuccio contenitivo. Si raccomanda di conservarlo in un ambiente asciutto, al riparo dal caldo eccessivo e dall'umidità, e di controllare la sua integrità ogni qualvolta si consuma un rapporto completo.
Inoltre, si consiglia di rivolgersi al ginecologo una o due volte l'anno per un eventuale ricambio del diaframma.
Qualora si riscontri un foro od uno strappo nel diaframma la prevenzione dalla gravidanza risulta pressoché nulla: di conseguenza è consigliabile rivolgersi al medico per un eventuale metodo contraccettivo post coitale (spirale IUD, pillola del giorno dopo) poiché potrebbe essere in corso  una gravidanza.


Diaframma e Contraccezione: vantaggi e svantaggi »



ARTICOLI CORRELATI

Contraccettivi - Tipi di ContraccettiviPreservativo - ProfilatticoPillola AbortivaSintomi OvulazionePillola del giorno dopoCerotto AnticoncezionaleContraccezione NaturaleEvraFarmaci per evitare la gravidanzaSpirale contraccettivaAnello AnticoncezionalePillola del giorno dopo: controindicazioni ed effetti collateraliSpermicidiMetodo Ogino-KnausCoito InterrottoContraccettivi D'Urgenza - Pillola del giorno dopo e SpiraleContraccettivi impiantabili: spirale IUD e bastonciniContraccettivi Meccanici - Metodi BarrieraContraccettivi OrmonaliMetodo SintotermicoPillola abortiva Vantaggi Svantaggi ControindicazioniTipi di PreservativiCappuccio CervicaleContraccettivi Chimici o SpermicidiContraccezione: conosci le regole per evitare una gravidanza?Preservativo femminilePreservativo femminile: vantaggi, svantaggi e rischiPreservativo: Avvertenze, Vantaggi, SvantaggiCalcolo OvulazioneFarmaci Anticoncezionali e Altri ContraccettiviOvulazione e ConcepimentoPeriodo FertilePillola anticoncezionalePillola dei 5 Giorni DopoQuando Fare il Test di GravidanzaTest di GravidanzaTest di OvulazioneVasectomiaAnello Anticoncezionale: Vantaggi e SvantaggiCerotto Anticoncezionale, aumento di peso, vantaggi e svantaggiDiaframma e Contraccezione: Vantaggi e SvantaggiEllaone - ulipristal acetatoZoely - Pillola AnticoncezionaleARIANNA ® - Pillola anticoncezionaleBelara - Foglietto IllustrativoBELARA ® - Etinilestradiolo + ClormadinoneCerazette - Foglietto IllustrativoCERAZETTE ® - MinipillolaDUEVA ® - Pillola AnticoncezionaleEGOGYN ® - Pillola AnticoncezionaleContraccezione su Wikipedia italianoBirth control su Wikipedia ingleseDiaframma su Wikipedia italianoThoracic diaphragm su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 29/09/2016