Dermatite Seborroica

Cos'è la dermatite seborroica?

La dermatite seborroica rappresenta una condizione abbastanza comune, che colpisce principalmente (ma non solo) il cuoio capelluto; come tutte le dermatiti, anche quella seborroica è caratterizzata da infiammazione della zona interessata ed arrossamento, associati ad una fastidiosa sensazione di prurito.
Dermatite SeborroicaA volte, la dermatite seborroica si presenta come la rosacea; per questo motivo, spesso, le due condizioni sono confuse o possono manifestarsi contemporaneamente.

Cause e sintomi

Per approfondire: Sintomi Dermatite Seborroica


La dermatite seborroica consiste nella perdita di squame untuose, causata principalmente da un fungo, noto come Malassezia furfur (Pityrosporum ovale), che provoca irritazione della pelle: le cellule, in seguito allo sfaldamento accelerato a cui sono sottoposte, producono squame, che si manifestano sottoforma di crosticine. Inoltre, spesse volte, le squame untuose e gialle sono associate ad altre manifestazioni cutanee come follicolite ed eritema.
La dermatite seborroica è una malattia cronico - recidivante: oltre che nel cuoio capelluto, si rileva nelle sopracciglia, negli orecchi, a livello inguinale e ascellare, zone ricche di ghiandole sebacee.
Il cuoio capelluto è il terreno preferito dal fungo, perché il sebo alterato risulta adatto per la sue proliferazione: le ghiandole sebacee presenti sono iperattive, di conseguenza la composizione del loro secreto è alterata (da cui l'aggettivo seborroico).
Malassezia furfur irrita anche la cute dei neonati; in questi casi si parla di crosta lattea, la cui causa scatenante è dubbia.

Fattori di rischio

Come per la maggior parte delle dermatiti, anche per quella seborroica la ricerca delle cause d'origine è spesso messa in discussione, perché incerta: molti sono gli elementi possibili o i fattori ritenuti “sospetti” che concorrono alla comparsa della dermatite seborroica. Tra le possibili cause si ricorda:

  • Prima fra tutte, la predisposizione genetica
  • Stress, vita frenetica, variazioni dell'umore
  • Variazioni ormonali
  • Utilizzo di corticosteroidi
  • Patologie a carico del sistema immunitario
  • Fattori climatici predisponenti (caldo eccessivo, umidità)
  • Scarsa igiene
  • Detersione con agenti irritanti
  • Anche la tricotillomania (mania di toccare in continuazione i capelli) e l'utilizzo smodato di piastre potrebbero concorrere alla formazione della dermatite seborroica, così come la tendenza a spazzolarsi molte volte i capelli.

È bene puntualizzare che in caso di dermatite seborroica le ghiandole sebacee non aumentano di numero, ma subiscono "semplicemente" un'alterazione nella produzione sebacea, che diviene eccessiva, e della composizione del sebo, che irrita il cuoio capelluto o la zona colpita.
I capelli perdono la loro naturale bellezza, la lucentezza diminuisce, diventano crespi e assai oleosi.

Incidenza

La dermatite seborroica risulta abbastanza diffusa tra gli adolescenti (incidenza del 3-5%): se questo disturbo compare negli infanti e negli adolescenti, probabilmente, la dermatite seborroica persisterà anche in età adulta.

Rimedi e cure

Per contrastare la dermatite seborroica si consiglia l'utilizzo di prodotti specifici per capelli, che esercitano la propria azione inibendo la proliferazione e la crescita del fungo; gli shampoo dovrebbero contenere anche principi attivi volti a sfiammare la zona interessata. Talvolta, anche i farmaci possono essere utilizzati (in genere, idrocortisonici).


Per approfondire: Farmaci Dermatite Seborroica


Considerando, poi, che la dermatite seborroica è spesso accompagnata dalla caduta del capello, sarebbe opportuno applicare delle lozioni studiate appositamente per contrastare la miniaturizzazione dei follicoli: infatti, l'eccesso di produzione tende a “schiacciare” il bulbo pilifero, di conseguenza il capello cade.

Alopecia o dermatite seborroica?

La caduta del capello correlata alla dermatite seborroica non dev'essere confusa con l'alopecia androgenetica, poiché la caduta del capello - indipendente dall'attività del diidrotestosterone - è determinata dallo stress ossidativo a cui il bulbo pilifero è sottoposto.
Anche in questo disturbo, l'alimentazione gioca un ruolo importante, riuscendo a correggere, benché in minima parte, la condizione pre-esistente: il pesce è fonte di acidi grassi polinsaturi (omega3, EPA, DHA), utili per le forme resistenti di dermatite seborroica grazie alla loro azione antinfiammatoria.


1 2 3 »