Cura delle Mani

Prendersi cura delle mani

Prendersi cura delle proprie mani è importante per mantenerle sempre idratate, morbide e belle. Strumento senza dubbio impareggiabile dal punto di vista comunicativo e funzionale, le mani sono continuamente sottoposte all'azione di agenti irritanti ed atmosferici, che ne minano in ogni momento l'integrità della pelle.

Cura delle ManiBasti pensare all'aggressività dei tensioattivi presenti nei prodotti utilizzati per pulire abiti e stoviglie, oppure all'azione lesiva del freddo, dei raggi UV o del gelo, per comprendere come le mani siano suscettibili a screpolature, arrossamenti e fenomeni d'invecchiamento precoce. Da non dimenticare, poi, che le mani rivelano l'età di una persona (ancor prima del viso), di conseguenza la cura di mani e unghie risulta sempre di fondamentale importanza per rallentare la comparsa di inestetismi ed imperfezioni.

Cosa c'è da sapere...

La pelle delle mani presenta caratteristiche pressoché uniche, molto differenti rispetto a quella del viso e di qualsiasi altra zona del corpo:

  • Nei palmi, le mani presentano un'epidermide spessa, caratterizzata da solchi, creste e priva di peli. Ogni palmo è attraversato da pieghette, che si formano inevitabilmente ogni qualvolta si muove o si flette la mano. Lungo tutta la superficie del palmo sono presenti migliaia di recettori nervosi e ghiandole sudoripare, importantissimi per captare ogni stimolo termico, sia esso irritante o di altra natura.
  • Nei polpastrelli si notano cerchi concentrici che vanno a formare le cosiddette impronte digitali
  • A livello del dorso, lo spessore della pelle è medio, né troppo spesso come quello della pianta del piede, né troppo sottile come quello del contorno occhi

Mani e problemi correlati

Abbiamo visto che la pelle delle mani è estremamente sensibile e delicata perché esposta a fenomeni atmosferici e composti chimici aggressivi.
A differenza delle altre parti del corpo, le mani vengono (giustamente) lavate molto spesso, più e più volte al giorno; il problema fondamentale è che si tende a non badare alla composizione del detergente, rischiando così di utilizzare prodotti fortemente sgrassanti ed irritanti per la pelle delle mani, già di per sé sensibile. Così facendo, il naturale film idrolipidico che ricopre l'epidermide viene via via danneggiato. Da non dimenticare, poi, che la scarsità di fattori d'idratazione naturali e di ghiandole sebacee rende la pelle delle mani soggetta a screpolature e rossori.
Come se non bastasse, le mani sono perennemente a contatto con gli agenti atmosferici perché solo di rado vengono rivestite con guanti od altri indumenti di protezione. I raggi UV del sole e l'azione del vento alterano l'integrità delle fibre di sostegno del derma: oltre ad impoverire il film idrolipidico, l'azione combinata di questi elementi può talvolta provocare l'accumulo di pigmento melanico in alcune zone circoscritte della pelle, ponendo le basi per la formazione di macchie cutanee nelle mani..

Detersione e idratazione

Una detersione delicata ed un'accurata idratazione della pelle costituiscono le due regole d'oro per la cura delle mani. Come abbiamo visto, è importante restituire alla pelle tutti gli elementi necessari per riequilibrare la funzione barriera cutanea, prevenendo così i segni dell'invecchiamento precoce, le macchie della pelle, le screpolature e gli arrossamenti.


DETERSIONE
Anche detergere le mani in modo adeguato è importante per mantenere la pelle in buono stato. La scelta di prodotti delicati - meglio ancora se arricchiti di sostanze nutrienti - per l'igiene delle mani è senza dubbio fondamentale per rispettarne il pH fisiologico, prevenire le infezioni batteriche e mantenere integra la composizione del film idrolipidico dell'epidermide.
Anche la modalità di lavaggio è importante per prendersi cura delle mani: a tale scopo, si consiglia di utilizzare acqua corrente tiepida e sapone delicato, sfregando tutte le superfici delle mani, compresi polsi, palmi, dorso, dita e spazio al di sotto del margine libero delle unghie. Dopo aver strofinato le mani per almeno 20 secondi, si può procedere con il normale risciacquo. Per completare la procedura, si raccomanda di asciugare perfettamente la mani con un asciugamano morbido. Molte persone tendono a tralasciare quest'ultimo passaggio, che si rivela invece indispensabile per mantenere la pelle liscia e morbida quanto più a lungo possibile.


IDRATAZIONE
Per la cura delle mani è necessario applicare regolarmente creme idratanti, nutrienti e protettive sulla pelle: l'utilizzo regolare di questi prodotti è importante non solo per nutrire la pelle delle mani, ma anche per mantenere integro il film idrolipidico ed evitare di alterare la naturale funzione barriera della pelle. A rigor di ciò, si consigliano prodotti specifici per le mani, formulati con glicerina, sericina (proteina della seta), allantoina, vitamine antiossidanti, pantenolo e burri naturali.

Mani secche, arrossate, macchiate

Tra i disturbi della pelle particolarmente sentiti dalla popolazione non mancano le mani secche, arrossate o con macchie. Per semplificare la trattazione, in tabella sono riportati i caratteri generali di ogni disturbo, ed alcuni consigli utili per prendersi cura delle mani.


MANI ARROSSATE

Caratteri generali
Le mani arrossate sono il risultato di lavaggi frequenti con prodotti aggressivi, e sbalzi di temperatura. Questi fattori predispongono la pelle delle mani ad arrossamenti ed irritazioni, spesso affiancati da bruciore, sensazione di pizzicore e prurito. Le mani arrossate, calde e secche al tatto, presentano evidenti screpolature e rossori, tali da renderle estremamente sensibili alle aggressioni esterne.

Cura delle mani
È importante prendersi cura delle mani arrossate scegliendo prodotti in grado di ripristinare il film idrolipidico alterato, e di ridurre nel contempo le sensazioni di pizzicore e calore. Da preferire le creme profondamente nutrienti ed emollienti, realizzate con sostanze naturali come pantenolo, allantoina, glicerina ed estratti di camomilla.

MANI SECCHE

Caratteri generali
Le mani secche sono spesso espressione di trattamenti cosmetici non adeguati per il proprio tipo di pelle. Il colorito delle mani secche è tipicamente spento, ingrigito; al tatto, la trama della pelle è irregolare e, visivamente, la cute è molto disidratata. Le mani secche, specie se appartengono ad un individuo di età non più giovane, possono essere caratterizzate anche da piccole piaghe o rughe.

Cura delle mani
La scelta dei cosmetici adatti è indispensabile per avere cura delle mani secche. Per idratare la pelle disidratata e favorire la cicatrizzazione delle screpolature (caratteri tipici della pelle secca) è necessario applicare regolarmente sulle mani creme o prodotti realizzati con più sostanze funzionali:

  • idratanti, per ripristinare la componente idrica della pelle
  • emollienti, per ammorbidire le mani
  • occlusivi, indispensabili per creare una pellicola sulla pelle in grado di ostacolare o ridurre l'evaporazione dell'acqua dalla pelle delle mani

Nel caso le mani fossero così secche da creare gravi disturbi e fastidi, è possibile coccolare la pelle con maschere dall'azione intensiva (gli ingredienti funzionali più utilizzati sono antiossidanti, pantenolo, ceramidi e sostanze antiage).

MANI CON MACCHIE

Caratteri generali
Tipico disturbo cutaneo dell'anziano sono le macchie scure della pelle. Questo problema tende a colpire spesso la pelle del viso e delle mani, come risultato di una distribuzione non omogenea della melanina, a sua volta favorita da raggi UV, fumo, inquinamento, sbalzi ormonali o, nei casi più gravi, disturbi metabolici.

Cura delle mani
Per migliorare l'aspetto delle mani a macchie, i trattamenti cosmetici più indicati sono gli esfolianti e gli schiarenti.
Per prendersi cura delle mani a macchie con prodotti esfolianti, è necessario levigare la pelle con ingredienti funzionali specifici: gli alfa e beta idrossiacidi sono i più indicati.
Per un trattamento più intensivo - previo consiglio di un dermatologo o di un esperto in materia - si possono applicare creme formulate con acido glicolico, arbutina, vitamina C ed estratto di liquirizia.



Ultima modifica dell'articolo: 26/09/2016