Coito Interrotto

Coito interrotto: definizione

Il coito interrotto è un metodo contraccettivo naturale che consiste nell'immediata e tempestiva interruzione del rapporto sessuale qualche istante prima dell'eiaculazione. Nel tentativo di evitare la fecondazione, il coito interrotto prevede dunque il ritiro del pene dalla vagina poco prima dell'amplesso: durante questi istanti, l'uomo deve preoccuparsi di dirigere l'eiaculato lontano dai genitali esterni della donna.
Coito InterrottoTeoricamente, il coito interrotto costituisce una metodica contraccettiva infallibile. Tuttavia, nella pratica non è propriamente così.
Il coito interrotto si rivela, infatti, una metodica sessuale altamente rischiosa che, solo in apparenza, risulta sicura. In realtà, infatti, né un perfetto autocontrollo dell'uomo, né tantomeno la sua esperienza in ambito sessuale, sono sufficienti per prevenire la fecondazione. Non è raro che, prima dell'eiaculazione vera e propria, una piccola quantità di liquido seminale possa inconsapevolmente fuoriuscire, dunque raggiungere e fecondare - suo malgrado - l'ovulo.

Sicurezza contraccettiva

Nonostante sia ormai risaputa l'inattendibilità del metodo, il coito interrotto sembra costituire un'usanza sessuale estremamente "allettante", soprattutto tra giovani e giovanissimi. Dati alla mano, pare che ben 40 milioni di coppie nel mondo utilizzino il coito interrotto come metodo contraccettivo di prima scelta.

  • Il metodo contraccettivo fallisce nel 18-22% dei casi.

Ad ogni modo, ognuno è libero di vivere la sessualità come meglio crede. Sta dunque alla coppia decidere il metodo contraccettivo più adatto alle proprie esigenze e necessità, sia questo una pratica anticoncezionale scevra da rischi o meno sicura.


Perchè utilizzarlo?

L'inesperienza e l'irresponsabilità di una coppia non sono scusanti accettabili per scegliere il coito interrotto come pratica anticoncezionale di prima scelta.
Ad ogni modo, il coito interrotto viene generalmente praticato per svariati motivi:

  • Aumento della sensibilità durante il rapporto: il preservativo può lievemente ridurre il piacere perché limita le percezioni sensitive genitali (soprattutto maschili)
  • Praticità d'utilizzo: il coito interrotto non necessita di preparazione o "addestramento"
  • Il coito interrotto non provoca gli effetti collaterali tipici dei contraccettivi ormonali (alterazione dell'umore, nausea, turgore mammario, secchezza vaginale, calo della libido ecc.)
  • Costo economico zero
  • Non necessita di prescrizione medica
  • Il coito interrotto non innesca allergie al lattice o ad eccipienti (tipiche reazioni avverse derivate dall'utilizzo, rispettivamente, di preservativo e pillola anticoncezionale)
  • È un metodo contraccettivo naturale ammesso dalla Chiesa

Rischi

Prima di scegliere il coito interrotto come metodo contraccettivo di prima scelta, è bene considerare il bilancio rischi-benefici, e chiedersi sempre se vale veramente la pena "rischiare" concedendosi ad atteggiamenti simili.
L'utilizzo regolare o saltuario del coito interrotto può esser causa di:

Da quanto riportato nel manuale "Human sexual inadequacy", alcuni ricercatori sono convinti che l'utilizzo abituale del coito interrotto possa aumentare il rischio di eiaculazione precoce e disfunzione erettile.

Svantaggi

Per molte coppie, il coito interrotto interferisce con il piacere e l'intensità dell'amplesso, dato che il rapporto dev'essere arrestato bruscamente dall'uomo. Per la medesima ragione, il coito interrotto può essere percepito come frustrante e poco gradito, sia dalla donna che dall'uomo stesso.
Per il maschio, questo metodo "contraccettivo" richiede un'ottima padronanza del proprio corpo, allo scopo d'interrompere il rapporto al momento opportuno.
Inoltre, non dev'essere tralasciata un'ulteriore e fondamentale puntualizzazione. Dopo un primo rapporto sessuale - in cui viene eseguita la pratica del coito interrotto - è possibile che alcuni spermatozoi rimangano incastonati nell'uretra. In assenza di un'igiene intima accurata, un contatto sessuale immediatamente successivo può esporre ancor più la partner al rischio di gravidanza.

Chi può utilizzarlo?

Non esiste un metodo contraccettivo "giusto" od uno "sbagliato". L'importante è che la pianificazione della vita sessuale venga decisa da entrambi i componenti della coppia.
Ciò che conta veramente, è assaporare l'erotismo, l'intimità e la vita sessuale in modo sereno e tranquillo, indipendentemente dal metodo contraccettivo prescelto. Il coito interrotto, come più volte ribadito, non è certo una pratica contraccettiva sicura. Tuttavia, ciò non significa che una coppia non possa sceglierlo come pratica contraccettiva abituale. Uomini e donne sessualmente maturi, sposati o che convivono, possono preferire il coito interrotto, ma devono accettare in modo assolutamente positivo i rischi che potrebbero incorrere.