Calli

Cosa sono i Calli

I calli sono fastidiosi ispessimenti della pelle che possono originare in un qualsiasi punto della pianta dei piedi (spesso), del palmo delle mani (meno frequentemente) o tra le dita, a causa del perpetuarsi di insulti locali come pressione, irritazione ed attrito.
Calli Della ManoAnche se i calli non sono pericolosi, i pazienti che ne sono colpiti tendono a rivolgersi ad un esperto - podologo, medico, estetista - per rimuoverli, dal momento che tale disturbo può arrecare fastidio o, peggio ancora, favorire la crescita di ulcere, vesciche o persino infezioni.
Nel linguaggio medico, i calli costituiscono una condizione pseudopatologica benigna nota precisamente come "ipercheratosi".

Cause

Le cause della formazione dei calli possono essere diverse. In funzione del fattore scatenante, possiamo distinguerne due differenti categorie:

  • Calli da attrito
  • Calli correlati a malattie, disturbi od avvelenamenti (da arsenico)

Di seguito, saranno brevemente descritte le principali caratteristiche delle suddette tipologie di calli.

Callo

Nella figura si può notare (sulla destra) l'iperproliferazione dello strato corneo dell'epidermide (strato superficiale della pelle) che sta alla base dei calli.

Calli da Attrito

Le cause più comuni alla base della formazione dei calli sono da ricercarsi nell'attrito (sfregamenti) e nella pressione esercitati in corrispondenza della zona interessata dal disturbo.
In un certo senso, i calli costituiscono una protezione per la pelle nella zona in cui spuntano: essi, infatti, si manifestano in quanto meccanismo di difesa atto a proteggere le cellule vive dell'epidermide (presenti negli strati più profondi della stessa) che - in risposta ai continui insulti meccanici - incrementano i processi di cheratinizzazione. Non a caso, i calli delle mani e dei piedi si formano sempre su un preciso punto della pelle esposta a continuo sfregamento o ad esagerata pressione.
In tabella sono riportati i fattori di rischio più frequentemente responsabili della crescita dei calli da attrito su mani e piedi.


I calli dei piedi possono spuntare a causa di...

I calli delle mani possono spuntare a causa di...

  • Abitudine di camminare scalzi;
  • Camminare e correre a lungo o svolgere altre attività fisiche con scarpe scomode;
  • Indossare sempre i tacchi alti;
  • Indossare le scarpe senza i calzini;
  • Uso di scarpe inadatte;
  • Praticare determinati tipi di sport.
  • Allenamento con i pesi;
  • Arti marziali;
  • Discipline sportive particolari (es. arrampicata);
  • Eccessiva pressione sul dito procurata dalla scrittura con penne o matite (è questo il caso del ben noto "callo dello scrittore");
  • Giardinaggio;
  • Scolpitura su legno;
  • Suonare alcuni strumenti musicali (es. violino e chitarra);
  • Taglio della legna.

Calli da malattie o avvelenamenti

Questo particolare tipo di calli può comparire indipendentemente da pressioni, sfregamenti od attriti sulla pelle. Tale forma di ipercheratosi presenta un'origine multifattoriale; le cause che intervengono nella formazione di questi calli possono ricercarsi in malattie terribili come la sifilide, oppure nell'assunzione di alcune tossine o veleni come l'arsenico.
Oltre ai fattori appena elencati, esiste un'altra condizione benigna potenzialmente responsabile della formazione dei calli: si tratta della cheratosi palmare e plantare, che produce piccoli ispessimenti di pelle tra le pieghe delle dita di mani e piedi.
Da ultimo, anche la cheratosi attinica - indotta da una sovraesposizione al sole - può costituire la causa principale del fenomeno calloso.

Fattori di rischio

I pazienti affetti da anomalie strutturali ai piedi, che presentano speroni ossei o dita bitorzolute, sono statisticamente più esposti al rischio di calli ai piedi rispetto ai soggetti in piena salute.
Tuttavia, anche alcuni comportamenti non del tutto corretti aumentano in modo concreto la possibilità di sviluppare simili lesioni. Ad esempio, l'utilizzo di scarpe inadatte o troppo strette, così come l'abitudine di non indossare i calzini, causano un maggior attrito in alcune zone del piede, provocando di conseguenza i calli.

Caratteristiche

Callo del PiedeCome accennato, il callo è una forma di ipercheratosi, caratterizzata, quindi, da un ispessimento dell'epidermide dalla forma generalmente tondeggiante. La lesione, inoltre, presenta un aspetto ceroso-traslucido e, al tatto, appare secca, ruvida ed irregolare.
Malgrado possano originare anche nel palmo delle mani, i calli sono soliti spuntare sulla pianta dei piedi o tra le dita poiché queste zone sono continuamente soggette a pressioni e sfregamenti.
In base alla sede in cui sorgono, si distinguono i calli duri dai calli molli.
I calli duri tendono a crescere sulla parte superiore del quarto e quinto dito del piede, o sul lato esterno del quinto. I calli duri sono tipici anche delle mani.
I calli molli si formano tra le dita dei piedi, spesso tra il quarto ed il quinto dito. Questo calli presentano una consistenza più spugnosa e morbida a causa del sudore che ristagna tra le dita dei piedi; per lo stesso motivo, i calli molli s'infettano più facilmente rispetto a quelli duri.
Alcuni calli presentano una parte molto più ispessita al centro ed un fondo appuntito tale da creare un dolore simile ad una puntura di spillo quando si poggia il piede per camminare.

Sintomi

Normalmente, i calli non provocano una sintomatologia particolarmente rilevante, difatti, di per sé, essi sono indolori. Tuttavia, quando crescono in determinate posizioni del piede possono causare fastidio, dolore o compromettere perfino la postura e la camminata.
Discorso differente per i calli che sorgono sui piedi di un paziente diabetico: in simili circostanze, il callo passa generalmente inosservato a causa dell'alterata sensibilità a livello del piede, tipica del diabete. Progredendo, il callo può causare pericolosissime ulcere, fino ad aumentare esageratamente il rischio d'infezioni cutanee, dunque di cancrena.
I pazienti affetti da diabete - come approfondiremo nel prossimo articolo ("Calli - Cura e Prevenzione") - devono porre estrema attenzione alla cura e all'igiene dei propri piedi perché anche la presenza di un piccolo ed apparente innocuo callo può degenerare in complicanze estremamente gravi.

Diagnosi

Come accennato, normalmente, i calli non provocano sintomi che possano far preoccupare particolarmente i pazienti.
Tuttavia, nel caso questi ispessimenti dell'epidermide provochino dolore e fastidio e nel caso in cui compromettano i movimenti, è bene rivolgersi al medico.
Normalmente, per effettuare la diagnosi, al medico è sufficiente una rapida occhiata alla lesione cutanea in questione. Esso dovrà, tuttavia, fare attenzione a non confondere i calli con altre patologie che si manifestano con segni e sintomi analoghi, quali ad esempio le verruche.
Allo stesso tempo, una volta effettuata la diagnosi dei calli - al fine di intraprendere la corretta strategia terapeutica - il medico dovrà individuare le cause che stanno alla base del disturbo (insulti meccanici, patologie, eventuali avvelenamenti, ecc.).


Continua: Calli - Cura e Prevenzione »




Ultima modifica dell'articolo: 14/06/2017