Proprietà dell'argilla

Passato e presente dell'argilla

Per le sue innumerevoli proprietà, l'argilla cattura da sempre l'attenzione di cosmetologi, erboristi e medici. Basti pensare che già nell'antichità l'argilla veniva sfruttata in ambito cosmetico per le sue proprietà emulsionanti e pseudo plastiche: questo materiale naturale, dalla consistenza pressoché inimitabile, si rivelava particolarmente adatto per preparare maschere viso ed impacchi.
Argilla ProprietàAnche le proprietà antinfiammatorie e detossinanti dell'argilla sono conosciute fin dai tempi più remoti: la conferma ci perviene da alcuni antichi reperti che testimoniano l'utilizzo dell'argilla come ottimo rimedio contro scottature solari ed ustioni. Ma non è tutto: l'argilla veniva utilizzata già nella preistoria come medicamento ad uso interno sia per lenire mal di pancia e mal di stomaco sia per combattere la diarrea.
Tutte le proprietà appena elencate trovano un effettivo riscontro nella medicina naturale e nella moderna cosmesi.

  • Le virtù dell'argilla non dipendono semplicemente da una sola sostanza, quanto piuttosto dall'interazione dei vari elementi da cui è composta.

Un passo indietro per capire...
L'argilla è un materiale naturale, di derivazione minerale, composto da una miscela viva di sostanze alluminio-silicate. Più precisamente, l'argilla è fonte inesauribile di silicio, alluminio, ferro, calcio, titanio, sodio, potassio, magnesio e manganese. In base alla concentrazione di ferro ed al suo stato chimico, l'argilla assume una sfumatura cromatica differente. I tipi di argilla più conosciuti sono:

  • Argilla verde: il ferro contenuto nell'argilla è bivalente
  • Argilla rossa: il ferro presente è tetravalente
  • Argilla bianca: il ferro è scarsamente presente

Argilla per uso esterno

In dermocosmesi, le argille sono materiali largamente impiegati per preparare maschere ed impacchi dalle proprietà detossinanti, idratanti, lenitive, antinfiammatorie ed antiacneiche. Ricordiamo brevemente che le argille sono inerti per l'epidermide e, in base alle loro caratteristiche chimico-fisiche, sono in grado di interagire con la cute predisponendola a ricevere i principi attivi funzionali in esse incorporati.
L'argilla non è un farmaco perché, non attraversando le membrane cellulari, non può entrare nel circolo ematico: l'effetto simil-terapico esercitato dalle preparazioni cosmetiche a base di argilla è espressione dei vari eventi che si manifestano tra la superficie delle particelle di argilla e la zona di applicazione.
Di seguito, sono descritte le proprietà dell'argilla comunemente sfruttate in cosmesi ed in medicina popolare (uso esterno):

  1. PROPRIETÀ EMULSIONANTI E PSEUDO PLASTICHE: caratteristica cardinale dell'argilla che ne definisce il grado di spalmabilità e di malleabilità sulla pelle. Al tatto, le argille appaiono untuose e grasse. Dopo essere state stemperate in acqua, le particelle di argilla si gonfiano e rimangono in sospensione per lungo tempo. È proprio questa qualità - tipica dei colloidi - che rende le argille una materia prima largamente utilizzata in ambito cosmetico nella stabilizzazione dei sistemi emulsionanti.

Curiosità
Oltre alla componente argillosa, le argille presenti in natura contengono anche una frazione sabbiosa; il rapporto tra le due componenti determina il cosiddetto grado di grassezza, di conseguenza la plasticità. Per le interessanti caratteristiche funzionali e formulative, le argille grasse composte da una piccola frazione sabbiosa sono probabilmente quelle più apprezzate nei preparati cosmetici e nelle formulazioni medicate.

  1. PROPRIETÀ DETERGENTI/DETOSSINANTI: alcune argille, dopo essere state inumidite con l'acqua, fungono da detergenti. Non a caso, prima dell'ingresso dei saponi su larga scala industriale, per la pulizia del viso e delle mani si era soliti utilizzare l'argilla sfruttandone le proprietà detersive (ma non schiumogene). Le argille sono infatti in grado di eliminare le impurità dalla pelle senza generare schiuma: le particelle che compongono l'argilla attirano e fissano sporco, grasso ed impurità sulla loro superficie attraverso un processo di adsorbimento. Dopo essere state applicate sulla pelle sottoforma d'impacco o maschera, le argille iniziano ad essiccarsi lentamente sottraendo alla pelle le impurità presenti, agendo dunque come una sorta di detergente.
  2. PROPRIETÀ COPRENTI: sfruttate spesso per la realizzazione di prodotti per il make-up ad azione coprente (fondotinta, terre, ciprie ecc.).
  3. PROPRIETÀ IDRATANTI: il termine idratante riferito alle proprietà dell'argilla è utilizzato in modo improprio. Più precisamente, l'argilla è in grado di creare una certa occlusività cutanea che, riducendo l'evaporazione di acqua dall'epidermide, idrata indirettamente la pelle nella zona in cui è stata applicata (il termine giusto è quindi "emolliente"). Riducendo la perdita d'acqua e di vapore dalla cute, l'argilla favorisce nel contempo la penetrazione delle sostanze attive, in essa contenute, nei tessuti superficiali dove viene applicata.
  4. PROPRIETÀ ANTISETTICHE/CICATRIZZANTI: l'applicazione di argilla sulla pelle viene utilizzata come rimedio naturale contro prurito, eritema solare, piaghe e screpolature della pelle. Le argille più indicate a tale scopo sono quelle sgrassanti, ricche in magnesio e calcio; deodorando e risanando le piaghe dolenti, le argille sgrassanti favoriscono una più rapida cicatrizzazione della lesione. Le proprietà antisettiche dell'argilla sono utilizzate anche nell'ambito della medicina popolare per la realizzazione di lavande vaginali esterne disinfettanti (per preparare la soluzione, si sciolgono 3-4 cucchiaini di argilla in un litro d'acqua)
  5. PROPRIETÀ DEODORANTI: l'argilla viene talvolta impiegata come rimedio contro l'eccessiva sudorazione dei piedi, per tenere sotto controllo l'odore dei piedi. A tale scopo, l'argilla viene sfruttata anche per le sue proprietà antisettiche.
  6. PROPRIETÀ RIMINERALIZZANTI: l'argilla è un materiale di derivazione minerale, dunque ricco di silice, magnesio, ferro alluminio, calcio e molti altri minerali. A tale scopo, l'argilla viene sfruttata anche per le proprietà rimineralizzanti.
  7. PROPRIETÀ ANTIRUGHE: utilizzata sottoforma di maschera od impacco, l'argilla rientra nella lunga lista dei rimedi contro le rughe. Per lo stesso motivo, l'argilla è utilizzata anche per trattare o migliorare l'aspetto di pelli mature e disidratate.
  8. PROPRIETÀ ESFOLIANTI: applicata sul viso sottoforma di cataplasma o maschera, l'argilla leviga la cute favorendo l'eliminazione di macchie sulla pelle e di piccoli inestetismi. Rimuovendo le cellule più superficiali dallo strato corneo, l'argilla funge da blando esfoliante. Per potenziarne le virtù leviganti, si consiglia di aggiungere alcune gocce di succo di limone o di altri frutti ricchi di acido malico (noto esfoliante naturale).
  9. PROPRIETÀ SBIANCANTI: le argille bianche (caolino) rientrano spesso nella formulazione di colluttori e dentifrici ad azione sbiancante.

Argilla per uso interno

Anche la fitoterapia e la medicina popolare hanno saputo cogliere le eccellenti proprietà dell'argilla per migliorare il decorso di alcune patologie o trattare alcune affezioni simil-patologiche.


A seguito di verifiche condotte dall’EFSA (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) sui possibili rischi per la salute umana derivanti dalla presenza di alluminio negli alimenti, il Ministero della Salute ha recentemente modificato le condizioni di impiego degli additivi alimentari contenenti alluminio.

Alla luce delle restrizioni adottate per l'impiego di argille come additivi, a partire dalle produzioni del 1 febbraio 2014 è vietato l'uso come ingredienti negli integratori alimentari delle seguenti sostanze:

  • silicato di sodio e alluminio (E554)
  • silicato di potassio e alluminio (E555)
  • silicato di calcio e alluminio (E556)
  • bentonite (E558)
  • silicato d'alluminio o caolino (E559)

Per le altre argille impiegate come ingredienti negli integratori alimentari va specificato in etichetta il tipo e il tenore con le quantità di assunzione indicate. Inoltre con la notifica dell'etichetta va fornita una certificazione sull'entità della presenza di alluminio.


Ad uso interno, l'argilla può essere utilizzata per le seguenti proprietà:

  • PROPRIETÀ CHELANTI/ANTITOSSICHE: l'argilla viene da tempo utilizzata come supporto alla terapia detossinante contro le intossicazioni intestinali. Questa sostanza, infatti, gode di proprietà chelanti, tali da favorire l'allontanamento di tossine o sostanze potenzialmente pericolose per l'organismo attraverso un sistema di "sequestro" (chelazione).
  • PROPRIETÀ ANTIANEMICHE: per la sua ricchezza in ferro, l'argilla (soprattutto quella rossa) può essere assunta per via orale per contrastare gli stati anemici come supporto alla terapia medica tradizionale. Consultare il medico.
  • PROPRIETÀ ADSORBENTI: l'argilla è in grado di assorbire buone quantità di liquidi e gas. A tale scopo, questa sostanza dalle innumerevoli proprietà può essere utilizzata anche per migliorare i sintomi di meteorismo (pancia gonfia), flatulenza, sindrome del colon irritabile ed altri disturbi che affliggono l'apparato gastrointestinale. Assunta per bocca sottoforma di compresse, l'argilla alleggerisce la tensione addominale abbinando alle proprietà chelanti un buon effetto antifermentativo ed astringente. A tale scopo, il caolino (argilla bianca) è particolarmente indicato poiché ricco di silice, alluminio ed altri sali minerali.

Ultima modifica dell'articolo: 01/10/2016