Alopecia della Barba

Che cos'è

L'alopecia della barba - anche nota come alopecia barbae - è una particolare forma di alopecia areata che colpisce la barba.
Questo disturbo può manifestarsi sia come evento a sé stante, sia in associazione ad alopecia del cuoio capelluto. Infatti, è stato stimato che, quando l'alopecia interessa solo la barba, nel giro di un anno arriva ad interessare anche il cuoio capelluto in almeno il 50% dei casi.
Alopecia della BarbaBenché l'alopecia della barba sia un fenomeno benigno che non provoca gravi conseguenze dal punto di vista fisico, essa può ripercuotersi negativamente sul paziente a livello psicologico.

Incidenza

Naturalmente, l'alopecia della barba si manifesta in pazienti di sesso maschile, ma con una maggior incidenza negli individui giovani di età compresa fra i 30 e i 40 anni.

Cause

Quali sono le Cause e i Fattori di Rischio dell'Alopecia della Barba?

L'alopecia della barba è una forma di alopecia areata che interessa la barba e, come tale, è da considerarsi una patologia autoimmune.
La caduta dei peli, infatti, avviene perché il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi, ostacolandone così la normale attività e impedendo ai peli di crescere normalmente.
Le cause esatte che stanno alla base di questo fenomeno, purtroppo, non sono ancora del tutto chiare. A tal proposito, le ipotesi formulate sono veramente molte, fra cui la possibile presenza di una componente genetica associata ad altri fattori, quali malnutrizione, carenza di ferro, infezioni ecc. Tuttavia, simili ipotesi non sono ancora state confermate e, al contrario, da alcuni medici vengono categoricamente rifiutate.
In qualsiasi caso, si è notato che i pazienti affetti da altri disturbi del sistema immunitario presentano un rischio maggiore di andare incontro allo sviluppo di alopecia della barba e di altre forme di alopecia areata.

Sintomi e Manifestazioni

L'alopecia della barba si caratterizza per la perdita dei peli della barba in aree ben localizzate, più o meno estese e dalla forma tondeggiante. La formazione di queste chiazze glabre può avere luogo in qualsiasi punto della barba, quindi, esse possono manifestarsi nell'area dei baffi, del collo, del mento, delle guance, oppure ai lati.
Solitamente, l'alopecia della barba esordisce con la comparsa di una singola chiazza di dimensioni variabili che, con il passare del tempo, tende ad espandersi. A questa prima chiazza possono aggiungersene altre in differenti zone della barba.
Spesso, prima della comparsa delle chiazze glabre, o poco prima della loro estensione, il paziente avverte sensazioni di prurito o bruciore, cui si può associare una leggera infiammazione della cute. Tali sintomi, tuttavia, possono manifestarsi anche quando le chiazze si sono già manifestate.
In alcuni casi si può assistere alla ricrescita dei peli nelle aree colpite, ma spesso si tratta di peli che non possiedono più la colorazione iniziale e che, invece, sono di colore bianco.
Appare quindi chiaro come un disturbo benigno qual è l'alopecia della barba possa trasformarsi in un vero incubo per diversi uomini, che vedono il proprio aspetto alterato. Ciò può creare danni psicologici nei pazienti colpiti e può avere gravi ripercussioni sulla vita sociale degli stessi.

Patologie Associate

Patologie e Disturbi associati all'Alopecia della Barba

Come accennato, i pazienti affetti da altre patologie di natura autoimmune possiedono una maggior probabilità di andare incontro ad alopecia della barba. Per questo, non è insolito che un paziente che soffre di questo disturbo possa essere affetto anche da altre patologie, quali:

Trattamento

Fortunatamente, in molti casi, l'alopecia della barba tende a regredire spontaneamente nel giro di qualche mese. Tuttavia, ciò non significa che il disturbo sia definitivamente risolto. Difatti, l'alopecia può tornare a colpire la barba del paziente anche dopo poco tempo dalla sua risoluzione, dando origine a una successione continua di fasi di ricrescita e fasi di perdita dei peli. In altri pazienti ancora, invece, l'alopecia può non manifestarsi per anni, per poi ricomparire quando l'individuo meno se lo aspetta.
Ad ogni modo, nel caso in cui l'alopecia della barba non si risolva da sé e nel caso in cui il disturbo diventi invalidante dal punto di vista psico-sociale per il paziente, il medico può decidere di intervenire mediante trattamento farmacologico.
È, tuttavia, doveroso precisare che non tutti i pazienti rispondono in egual maniera alla terapia per l'alopecia della barba; pertanto, ciò che può essere efficace per un individuo, può risultare, invece, del tutto inutile per un altro.


Attenzione!

La terapia farmacologica dell'alopecia della barba può favorire la ricrescita dei peli, ma non cura il disturbo, che può ripresentarsi a distanza di giorni, mesi o perfino anni. Il trattamento farmacologico, pertanto, è in grado di attenuare solamente le manifestazioni dell'alopecia, ma non è in grado di eliminare definitivamente la malattia.


Di seguito, verranno brevemente illustrate le principali caratteristiche delle strategie terapeutiche e dei farmaci maggiormente impiegati nel trattamento dell'alopecia della barba.

Corticosteroidi

I farmaci corticosteroidi sono potenti antinfiammatori che agiscono sopprimendo l'attività del sistema immunitario e, per tale motivo, risultano utili nel trattamento di disturbi autoimmuni, inclusa l'alopecia della barba.
Nel trattamento di questa forma di alopecia, i corticosteroidi possono essere somministrati sia localmente che per via sistemica.
Normalmente, il primo approccio terapeutico prevede la somministrazione intralesionale (ossia tramite iniezione effettuata direttamente nelle aree colpite dal disturbo) di corticosteroidi, come ad esempio il triamcinolone.
I corticosteroidi ad uso topico, invece, sembrano non essere fra le migliori strategie terapeutiche, poiché - soprattutto quando impiegati per lunghi periodi - sono sovente causa di follicoliti.
Nei casi più gravi, infine, è possibile ricorrere alla somministrazione di corticosteroidi per via sistemica, anche se pare che, per questa forma di alopecia areata, un simile trattamento non sia particolarmente efficace.

Minoxidil

Il ruolo del minoxidil nel trattamento dell'alopecia della barba è ancora dubbio. Difatti, mentre il suo impiego sembra essere utile in alcuni pazienti, in altri pare non sortire effetti terapeutici significativi.

Laser

Secondo alcuni studi condotti su pazienti affetti da alopecia della barba, il ricorso alla fototerapia eseguita con diversi tipi di laser (laser ad eccimeri, laser frazionato Erbium) sarebbe in grado di indurre la ricrescita - talvolta completa - dei peli in corrispondenza delle aree interessate dal disturbo.