Allergia al Lattice - Classificazione e sintomi

Allergia al lattice: caratteristiche

L'allergia al lattice è un insieme di reazioni allergiche innescato dal contatto o dall'inalazione di proteine contenute nel lattice di gomma naturale. Nell'articolo precedente abbiamo analizzato le cause responsabili delle allergie al lattice, soffermandoci sulle categorie più esposte al rischio. Il tema principale di questa trattazione sono i sintomi associati a reazioni allergiche al lattice.
Allergia al Lattice - Dermatite allergica da contattoL'intensità dei sintomi varia in funzione della sensibilità del soggetto: dopo uno o più contatti con il lattice, il paziente allergico può manifestare reazioni cutanee o difficoltà respiratorie più o meno gravi. Nei casi estremi, le allergie al lattice possono degenerare fino allo shock anafilattico, la complicanza più temuta e grave delle allergie in genere.
Ogni individuo risponde in modo prettamente soggettivo al contatto con le proteine del lattice. In alcuni casi, le allergie al lattice decorrono in modo del tutto asintomatico; in altri, i sintomi innescati dal contatto con gli allergeni del lattice sono talmente gravi e feroci da compromettere seriamente la vita del paziente stesso.

Classificazione generale

Ma andiamo per gradi: quali forme di allergia al lattice esistono?
Le allergie al lattice sono classificate secondo due criteri:

  1. Tipo di reazione: reazione allergica immediata, reazione allergica ritardata (dermatite allergica da contatto)
  2. Sintomi e gravità della reazione allergica: dermatite irritativa da contatto (che non è un'allergia propriamente detta), shock anafilattico

Allergia al lattice di tipo immediato (o IgE mediata)

Le allergie al lattice di tipo immediato sono espressione dalla sovrapproduzione di anticorpi specifici IgE: riconoscendo come estranee e potenzialmente pericolose le proteine del lattice, il sistema immunitario si attiva innescando una reazione difensiva esagerata. Forme allergiche simili sono indotte dal contatto del lattice con pelle/mucose, o dall'inalazione delle proteine del lattice.

  1. Contatto di cute e mucose con il lattice: in un soggetto sensibile, i sintomi innescati dal contatto cutaneo con prodotti di lattice naturale (es. guanti, preservativi ecc.) sono paragonabili a quelli dell'orticaria:
    • Arrossamento della pelle, eritema
    • Edema
    • Formazione di uno o più pomfi
    • Lesioni simili ad acne
    • Prurito lieve/feroce
    • Tumefazione cutanea

    In un paziente allergico, il quadro clinico generato dal contatto cutaneo con il lattice può degenerare: gli allergeni del lattice possono entrare attraverso i follicoli cutanei, dunque diffondersi nell'organismo per via ematica. I sintomi gravi innescati da allergie al lattice IgE-mediate includono:


  2. Inalazione delle proteine del lattice: i guanti di lattice sono rivestiti internamente da talco; le proteine del lattice, legandosi al talco, vengono diffuse nell'ambiente circostante indossando e rimuovendo i guanti. Mettendo e togliendo i guanti, le proteine del lattice possono essere facilmente inalate, sia dal soggetto che compie l'azione, sia da chi gli sta vicino.

I tipici sintomi associati a questo tipo di reazione allergica al lattice sono:

  • Asma bronchiale
  • Difficoltà respiratorie
  • Rinocongiuntivite
  • Shock anafilattico (nei soggetti estremamente sensibili)

Allergia al lattice di tipo ritardata

Conosciuta anche con i nomi "reazione di tipo IV" e "dermatite allergica da contatto", l'allergia al lattice di tipo ritardato è un'eruzione cutanea ritardata, scatenata da additivi utilizzati durante la lavorazione della gomma (es. benzotiazolo, tiocarbammato, tiourea o tiurami). I sintomi possono manifestarsi 1-4 giorni dopo il contatto con l'allergene.
Questa forma allergica al lattice produce lesioni cutanee molto simili a quelle dell'eczema:

dermatite da contatto irritante

Probabilmente, la dermatite da contatto irritante è la più comune reazione simil-allergica da contatto con il lattice. Si tratta di una dermatite causata dal contatto con oggetti di lattice. I sintomi caratteristici includono:

  • Arrossamento ed irritazione della pelle
  • Eczema non allergico
  • Prurito localizzato
  • Secchezza della pelle
  • Vesciche (su zone di pelle esposte al contatto con le proteine del lattice)

Nella dermatite irritante da contatto sono implicati meccanismi infiammatori non immunologici. Questa forma di dermatite viene definita impropriamente "allergia", dato che innesca sintomi paragonabili a quelli indotti da una reazione allergica al lattice (in questo specifico caso). In realtà, la dermatite da contatto si manifesta in risposta al contatto con il lattice che, nei soggetti sensibili, aggredisce la cute mediante un meccanismo diretto, precisamente nel punto di contatto con la sostanza "allergizzante".

Shock anafilattico da allergia al lattice

Lo shock anafilattico - o anafilassi - costituisce la più temuta e terribile complicanza indotta da tutte le allergie, comprese le reazioni allergiche al lattice.

Nelle persone particolarmente sensibili, le reazioni anafilattiche possono comparire anche pochi minuti dopo l'esposizione (contatto od inalazione) delle proteine del lattice. I segni ed i sintomi più ricorrenti sono:

Tuttavia, è bene precisare che solo di rado lo shock anafilattico si manifesta immediatamente dopo la prima esposizione al caucciù naturale: i sintomi da allergia alle proteine del lattice tendono a manifestarsi in modo graduale, almeno nella maggior parte dei casi diagnosticati. Una volta sviluppata la sensibilità al lattice, i sintomi dell'allergia compaiono sempre più velocemente, con manifestazioni cutanee e respiratorie di entità variabile.
Lo shock anafilattico costituisce un'emergenza clinica a tutti gli effetti, e richiede soccorsi immediati: le violente allergie al lattice possono causare la morte del soggetto.


« 1 2 3 4 5 »