Trapianto di capelli

Quanto costa un trapianto di capelli?


Il trapianto di capelli è una tecnica chirurgica basata sul trasferimento di piccoli frammenti di pelle - e dei relativi bulbi piliferi - da zone del capo più folte ad altre più diradate. Si tratta quindi di follicoli vivi prelevati dallo stesso paziente; non si possono invece utilizzare i bulbi di un donatore, né tantomeno innestarne di sintetici. Trapianto di capelliFortunatamente, nella maggior parte delle persone colpite da alopecia rimane una "corona" di capelli nella regione occipitale e temporale, disponibile per il trapianto in quanto resistente alla caduta anche in età avanzata.

Il trapianto di capelli rappresenta tutt'oggi una delle poche soluzioni disponibili in presenza di atrofia diffusa dei bulbi piliferi. Farmaci come finasteride e minoxidil - insieme alla nutrita schiera di cosmetici ed integratori vari - possono infatti produrre un certo miglioramento solo in presenza di follicoli più o meno sofferenti ma pur sempre vitali. Poiché i bulbi trapiantati conservano il ciclo vitale tipico della regione di prelievo - che ricordiamo essere geneticamente resistente all'alopecia - il trapianto di capelli può essere considerato un trattamento definitivo. L'intervento chirurgico si effettua in regime ambulatoriale, in anestesia locale e talvolta sotto sedazione. Non è doloroso e grazie alle recenti tecniche di microinnesto i risultati sono spesso soddisfacenti e gli di effetti collaterali limitati.

Le moderne tecniche di trapianto di capelli affondano le loro radici nella metà gli anni '50 del secolo scorso. Vistose cicatrici e risultati palesemente innaturali (il cosiddetto effetto "a ciuffo" o "a bambola"). erano i principali limiti dei primi interventi. Da allora le tecniche chirurgiche hanno subìto un costante miglioramento, basato soprattutto sulla progressiva riduzione delle aree di prelievo. Si è così passati dall'impianto di vere e proprie isole agli attuali mini e micro impianti, costituiti da singoli follicoli o da unità di due o tre bulbi. L'intervento maggiormente in voga fino a pochi anni fa consisteva nel prelievo, dalla zona occipitale (nuca), di una striscia di cuoio capelluto immediatamente sezionata al microscopio e trasferita sottoforma di microinnesti nella zona da infoltire. In questo modo il trapianto di capelli garantiva risultati estetici abbastanza naturali, ridimensionati dalle cicatrici nella sede di prelievo e dagli effetti indesiderati in quella di impianto (dolori e gonfiori post-operatori, perdita di sensibilità). Per superare i limiti di tale metodica sono state recentemente messe a punto nuove tecniche di trapianto basate sul prelievo e sull'innesto di singoli bulbi. Maggiore attenzione rispetto al passato viene posta anche nella direzione dell'impianto, che grazie al microinnesto è orientata in modo da seguire il naturale verso di crescita e la disposizione dei capelli. Il risultato conseguito è estremamente naturale e non viene inficiato da pesanti problemi postoperatori o cicatrici permanenti. Per questo motivo, il trapianto di capelli eseguito da mani esperte rappresenta - oggi più che mai - una soluzione efficace, poco invasiva, discreta e più accessibile rispetto al passato. La durata e il costo di un trapianto di capelli dipendono dalle dimensioni dell'area da reinfoltire. Se tale area è mediamente estesa, l'intervento viene condotto in un'unica seduta di circa 4 ore, per un costo complessivo in genere compreso tra i 3000 ed i 5000 euro. Alcune volte si preferisce ripetere l'intervento a distanza di un tempo variabile da qualche settimana a diversi mesi (a seconda della tecnica chirurgica adottata) per eventuali, ulteriori, infoltimenti. I risultati estetici possono essere pienamente apprezzati solo a distanza di alcuni mesi, dal momento che i capelli innestati sono molto corti (2 millimetri) e necessitano di tempo per crescere (1 centimetro al mese). Questo garantirà un cambiamento d'immagine molto graduale nel tempo.

La professionalità e l'esperienza di un chirurgo estetico qualificato permettono di personalizzare al massimo l'intervento, la cui efficacia sul piano estetico dipende anche da un'accurata visita prechirurgica. Precisione certosina e meticolosità nell'esecuzione sono altrettanto importanti per ottenere un risultato finale esteticamente bello (più le isole prelevate sono piccole e maggiore è il rischio di danneggiare i follicoli). La grande attenzione dei media sul trapianto di capelli e tutte le informazioni positive che circolano a riguardo non devono farci dimenticare che si tratta comunque di un intervento chirurgico delicato, con tutti ii limiti del caso. Non occorre, quindi, crearsi aspettative eccessive o irrealistiche sul risultato finale.

I capelli innestati durante il trapianto andranno in contro ad una crescita regolare, del tutto analoga a quelli naturali; andranno quindi trattati al pari di questi ultimi, lavandoli, pettinandoli e facendoli crescere fino alla lunghezza preferita.

Le stesse tecniche utilizzate per il trapianto di capelli vengono sfruttate anche per correggere cicatrici in varie sedi corporee, antiestetiche zone glabre sul viso ed in tutte quelle situazioni ove sia presente un diradamento o una caduta delle sopracciglia.




Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITĂ€

Il trapianto di polmone: quando è necessario?Il trapianto di polmone da donatore vivoQuanto “vivono” gli organi dopo il prelievo dal donatore?Che cos’è il trapianto di cornea?Trapianto d’intestino tenue: cos’è?Quando praticare il trapianto d’intestino tenue?Trapianto d’intestino tenue: come entrare in lista d’attesaTrapianto d’intestino tenue: esclusione dalle listeTrapianto d’intestino tenue: proceduraTrapianto d’intestino tenue: tipi d’intervento e prelievo da donatori viventiRischi e complicazioni del trapianto di intestino tenueTrapianto d’intestino tenue: prognosiTrapianto d’intestino tenue: fase post-operatoriaTrapianto di cuore: storia della proceduraTrapianto di cuore: i numeri in Italia e nel mondoTrapianto di cuore: procedura ortotopicaTrapianto di cuore: procedura eterotopicaTrapianto di cuore in modalità “organo vivente”Trapianto di cuore: prognosiTrapianto di cuore: riceventi diventati famosiTrapianto di cuore: controindicazioni della proceduraTrapianto di fegato: storia della proceduraTrapianto di fegato: dettagli sulla procedura con donatore viventeTrapianto di fegato da donatore vivente: condizioni per l’intervento e vantaggiTrapianto di polmone: alcuni numeri interessantiTrapianto di polmone: storia della proceduraTrapianto di polmone: esami clinici per entrare in lista d’attesaTrapianto di rene: storia della proceduraTrapianto di rene: indicazioni e vantaggi della proceduraTrapianto di rene e donatori viventiTrapianto di rene: prognosi e pazienti famosiPersonaggi famosi sottoposti a trapianto di fegatoTrapianto di rene: infezioni e altre complicazioniTrapianto di cornea: storia della proceduraTrapianto di rene: dove collocare il nuovo rene?Quanto costano i trapianti degli organi umani?Attesa per un trapianto d’organoTrapianto di midollo osseo: alcuni numeri interessanti