Tonico Viso

Generalità

Il tonico è una soluzione cosmetica a base acquosa o idroalcolica, solitamente destinata all'uso dopo la detersione quotidiana del viso.
Tonico VisoL'impiego di questo cosmetico è complementare a quello del latte detergente, in quanto permette di asportarne gli ultimi residui e facilita l'allontanamento delle particelle di sporco (sebo, impurità e make-up) dalla superficie cutanea.
Per l'applicazione del tonico, basta inumidire un dischetto di cotone con una piccola quantità di prodotto, quindi picchiettarlo su tutto il viso, senza strofinare. Il risultato è una pelle piacevolmente fresca, luminosa e compatta.

A cosa serve?

Utilizzato dopo la pulizia quotidiana del viso, il tonico consente di asportare gli ultimi residui di latte detergente e l'untuosità in eccesso.
Al contempo, questo prodotto svolge un'azione stimolante e astringente: l'uso regolare del tonico aiuta a rafforzare le difese naturali della pelle e previene la comparsa degli inestetismi cutanei. Il tonico contribuisce, infatti, a purificare l'epidermide e a ridurre i pori dilatati sul viso.

La sua azione rinfrescante, addolcente e decongestionante risulta utile anche nel trattamento della pelle arrossata e sensibile.
Il tonico per il viso ha anche l'importante funzione di mantenere inalterato il grado di umidità della cute, essenziale affinché si mantenga sempre idratata, morbida e compatta. Infine, questo cosmetico rende la pelle più ricettiva alle fasi successive del trattamento, cioè all'applicazione del siero o della crema giorno-notte adatta alle proprie esigenze.

Come agisce?

Il tonico è un prodotto che si abbina a un detergente vero e proprio, allo scopo di completare la pulizia quotidiana del viso e ripristinare il pH fisiologico cutaneo.
La sua formulazione è tipicamente a base acquosa o idroalcolica. A questa soluzione, sono addizionati ingredienti lenitivi, idratanti, astringenti o purificanti. Tali componenti permettono di apportare numerosi benefici alle zone trattate e di adattare la beauty routine al proprio tipo di pelle.
I tonici possono essere suddivisi in:

  • Alcolici: queste formulazioni erano diffuse soprattutto in passato, quando risultava difficile conservare in modo efficace un estratto acquoso o solubilizzare facilmente gli oli essenziali.
  • Senza alcool: sono ottenuti prevalentemente dalle acque distillate di alcune piante o fiori, come rose e amamelide. I tonici possono essere formulati a partire da soluzioni di estratti vegetali a cui sono aggiunte sostanze umettanti e solubilizzanti, che rendono l'applicazione più gradevole.

Esistono, inoltre, formulazioni bifasiche, costituite da una parte acquosa e una oleosa, che vanno miscelate al momento dell'utilizzo.

Tonico: come si applica?

L'uso del tonico dev'essere abbinato a quello del latte detergente e ad uno struccante idoneo per la zona del contorno occhi, in grado di sciogliere facilmente le particelle di sporco, i residui di make-up e le impurità.
Per la corretta detersione del viso, basta versare una piccola quantità di latte detergente su un batuffolo di cotone, quindi massaggiarlo sulla pelle del viso con delicati movimenti circolari.
L'applicazione del tonico che segue è semplice: è sufficiente inumidire un dischetto di cotone con il prodotto, quindi picchiettarlo sull'area precedentemente detersa. In questo modo, la sensazione di piacevole freschezza tipicamente conferita dal prodotto permarrà sulla pelle del viso.
Durante l'uso del tonico occorre fare attenzione ad evitare il contorno occhi e a non strofinare per evitare arrossamenti dovuti all'attrito.
Una volta conclusa questa beauty routine, la pelle dev'essere reidratata con una crema da notte o da giorno, per ricostituire il film idrolipidico che la ricopre e la protegge come una barriera.



Ultima modifica dell'articolo: 30/07/2016