Prova costume: consigli per un corretto uso.

A cura di Francesco Calise


Anche se questa primavera tarda ad arrivare certamente ognuno di noi starà facendo i conti con la propria forma fisica, più o meno rotonda!, pensando al mare d'estate ed al famigerato costume.
Se dopo un esame allo specchio non ci sentiamo pienamente soddisfatti possiamo porci due obiettivi possibili:

  1. quattro chili per giugno
  2. otto chili per luglio

Non facciamoci ingannare da rimedi miracolosi last minute, che creano più danni che benefici. Molte organizzazioni mondiali che si occupano di sanità ed alimentazione stabiliscono in quattro chilogrammi mensili il calo ponderale definito "sano". Abbiamo già parlato della differenza che c'è tra dimagrire e perdere peso, ciò che a noi interessa veramente, e che porta benefici alla nostra salute, è la prima delle due opzioni. Dovremo quindi conservare o se possibile aumentare la massa magra e fare in modo che quella grassa diminuisca.


Come fare?


Con il sistema più antico del mondo: alimentazione corretta ed una appropriata attività fisica!!
Può sembrare una banalità, ma a ben vedere questi due concetti hanno le connotazioni più disparate nell'immaginario di ognuno di noi. Pensiamo a cosa può venire in mente ad un sedentario di grande appetito o ad un maratoneta quando parliamo loro di cibo e di sport.
Ritornando a noi, praticanti medi del fitness, qualche consiglio sulla specificità dell'allenamento per i nostri obiettivi non guasta.
Premesso che la sala pesi non va mai trascurata per una tonificazione generale e se possibile anche per un aumento della massa muscolare con tutti i benefici annessi e connessi, concentriamoci sulla sala indoor cycling (spinning).
La tipologia elettiva dei nostri workouts sarà quella ad intensità cardiaca costante con rpm  comprese nelle codifiche da pianura (quello che i ciclisti chiamano fondo e che noi assimiliamo ai lavori di durata).  Per il primo periodo dei nostri allenamenti ci concentreremo su intensità medio-basse comprese tra il 65% ed il 75% di FCM per consentire al nostro organismo tutti quegli adattamenti muscolari, cardiorespiratori, enzimatici e mitocondriali (di cui abbiamo già discusso), che ci porteranno ad un miglior utilizzo dei grassi come carburante e ci prepareranno per la seconda parte del nostro programma. Fase in cui lavoreremo ad intensità medio-alte comprese tra il 75% e l'85% di FCM utilizzando quindi sempre il metabolismo aerobico. Questo tipo di intensità migliorerà le nostre capacità cardiovascolari e genererà alti dispendi energetici.
Inizialmente le sedute di allenamento potranno essere due a settimana per poi diventare tre. La durata delle nostre pedalate potrà partire da 40 minuti per protrarsi in seguito fino ad un'ora o poco più.
Riguardo l'alimentazione non mi sento di dare consigli che non siano estremamente generici tipo ridurre l'apporto di calorie "vuote" derivanti dall'assunzione di dolciumi, alcolici o più in generale di cibi ad altissimo indice glicemico; è inoltre importante consumare piccoli pasti più volte al giorno con un corretto bilancio tra macronutrienti.
L'augurio che faccio a tutti è che il rimedio estetico dell'ultima ora possa diventare un corretto stile di vita, anzi per la vita!!!
Avete letto cosa c'è scritto in fondo alla homepage del sito? No?
Allora ve lo ricordo:

 

"Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute"

 

Ippocrate IV secolo  a.C