Pelle grassa

Definizione di pelle grassa

Comedoni, brufoletti, aspetto untuoso e pori dilatati, sono solo alcuni dei caratteri distintivi della pelle grassa. Si tratta di un inestetismo molto diffuso, talmente sentito dalla popolazione da essere considerato un vero e proprio insulto alla bellezza.
Pelle grassaDisturbo tipico ma non esclusivo di adolescenti e giovani adulti, la pelle grassa è frutto di un'esagerata ed incontrollata produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, minuscole strutture anatomiche localizzate nel derma profondo.

Caratteristiche

Alla vista, la pelle grassa appare lucida ed oleosa, a volte addirittura disidratata. Il suo colorito è piuttosto spento e, al tatto, risulta irregolare nella trama, untuosa e ruvida. In questo tipo di pelle il film idrolipidico si fa più spesso e ceroso, tanto da ostacolare la traspirazione e favorire l'attività dei microrganismi responsabili di infiammazioni e cattivi odori. Come se ciò non bastasse, la pelle grassa tende a presentare pori evidentemente dilatati e cicatrici lasciate dall'acne; inoltre, una cute seborroica è molto più soggetta agli arrossamenti rispetto ad una pelle secca o normale.
Le manifestazioni appena descritte sarebbero già di per sé sufficienti a giustificare il disappunto di chi le subisce quotidianamente; purtroppo, però, i problemi non finiscono qui: chi ha una pelle grassa, infatti, è maggiormente suscettibile a forme acneiche, dermatiti seborroiche, forfora ed alopecia androgenetica.

Tipi di pelle grassa

L'esaltata attività delle ghiandole sebacee rappresenta un presupposto fondamentale al problema della pelle grassa. In base all'entità del fenomeno è possibile distinguere più tipi di pelle grassa:

  1. PELLE GRASSA OLEOSA: Il sebo - la cui produzione è rilevante ma non straordinaria - è particolarmente fluido. Alla vista, una pelle oleosa appare evidentemente lucida, con i pori molto dilatati.
  2. PELLE GRASSA SEBORROICA: L'attività delle ghiandole sebacee risulta talmente abbondante da degenerare addirittura nel patologico. Quando viene prodotto in eccesso, il sebo dilata le pareti dei follicoli (comunemente chiamate "pori della pelle"), che assumono un aspetto caratteristico, gergalmente noto come "pelle a buccia di arancia".
  3. PELLE GRASSA ASFITTICA: Il sebo è ceroso, denso ed intrappolato nei follicoli. L'esagerata produzione sebacea va ad ostruire il lume follicolare; di conseguenza, il sebo, i detriti cellulari ed i batteri rimangono imprigionati al suo interno. A sua volta, l'occlusione dell'ostio follicolare origina il cosiddetto comedone, che può presentarsi chiuso (punto bianco) o aperto (punto nero). Dal momento che il sebo non viene riversato all'esterno, la pelle non appare grassa ed untuosa, ma tendenzialmente secca e ruvida al tatto (una ruvidità data proprio dalla presenza dei comedoni). Simili situazioni sono sostenute - oltre che dall'eccesso di sebo - anche dall'ipercheratosi (ispessimento dello strato superficiale dell'epidermide).
  4. PELLE IMPURA E A TENDENZA ACNEICA: questa variante di pelle grassa si distingue dalle precedenti per la formazione di papule e pustole. I diretti responsabili di queste imperfezioni cutanee sono i batteri che, a livello follicolare, inducono reazioni infiammatorie tali da generare lesioni spesso gravi e detrupanti. Una pelle grassa a tendenza acneica è inoltre soggetta agli arrossamenti e risente degli sbalzi di temperatura. Questo tipo di pelle grassa coinvolge una percentuale piuttosto consistente di adolescenti ma, in alcuni casi, può interessare anche i giovani adulti fino all'età di 25-30 anni.
  5. PELLE MISTA: si tratta di una particolare variante di pelle grassa che si differenzia da tutte le forme descritte perché caratterizzata dalla contemporanea presenza di zone molto grasse ed acneiche, e di altre estremamente aride e secche. In una pelle mista coesistono (e si alternano) dunque tratti di pelle secca e cute seborroica.

Cause

Come accennato, all'origine del problema "pelle grassa", troviamo l'iperfunzionalità delle ghiandole sebacee.


Approfondimento
La funzione delle ghiandole sebacee è di produrre il sebo. In condizioni fisiologiche, il sebo si associa ai lipidi epidermici prodotti dai cheratinociti e si emulsiona con la frazione liquida del sudore: insieme, queste tre componenti vanno a formare il film idrolipidico. In una cute sana, questa sorta di pellicola presente sull'epidermide protegge la pelle da impurità e batteri, mantenendola nel contempo elastica, morbida ed idratata.


I principali fattori scatenanti la pelle grassa sono molteplici: esistono cause di natura estrinseca ed intrinseca. Vediamole nel dettaglio.


CAUSE DI ORIGINE INTRINSECA


La predisposizione genetica, i fattori costituzionali e le alterazioni ormonali sono le principali cause responsabili dell'insorgenza della pelle grassa. Non a caso, spesso e volentieri, la pelle grassa è un problema comune tra i membri della stessa famiglia.
Come sappiamo, l'attività delle ghiandole sebacee - dunque la produzione di sebo - è regolata da complessi meccanismi fisiologici, a loro volta governati da fattori endocrini. Malgrado non sia ancora del tutto chiara la precisa relazione tra pelle grassa ed alterazioni ormonali, è risaputo che gli androgeni costituiscono gli ormoni principalmente coinvolti nella formazione di seborrea ed acne.
A livello dei follicoli piliferi, un'iperconcentrazione dell'enzima 5-alfa reduttasi provoca un'esagerata (e sregolata) produzione di sebo, che si traduce appunto nella pelle grassa.


Lo sapevi che...
L'enzima 5-alfa-reduttasi, responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone, è chiamato in causa anche nella comparsa dell'acne, dell'irsutismo e della calvizie androgenetica.


A livello ormonale, poi, la pelle grassa sembra essere favorita anche da un eccesso di corticosteroidi surrenali, dal cortisolo, dal progesterone; diversamente, la presenza degli estrogeni ostacola la produzione di sebo.


CAUSE DI ORIGINE ESOGENA


La pelle grassa può essere favorita anche da cause "esterne": la somministrazione di alcune specialità farmacologiche, ad esempio, può stimolare la secrezione sebacea fino a dare origine a questo fenomeno tanto odiato. Gli individui che assumono regolarmente steroidi anabolizzanti, cortisonici o danazolo, per esempio, tendono a presentare una pelle evidentemente grassa. Analogo discorso per alcune patologie: le donne affette dalla sindrome dell'ovaio policistico sono piuttosto a rischio di pelle grassa ed acneica.
Seppur indirettamente, anche un'alimentazione sregolata può incidere nella formazione della pelle grassa: nei pazienti in sovrappeso ed obesi, che seguono un'alimentazione del tutto priva di buon senso - caratterizzata da eccessi, alimenti ricchi di grassi e cibo spazzatura - si osserva spesso un tipo di pelle particolarmente grassa ed untuosa.
In alcuni casi, la pelle grassa rappresenta la spiacevole conseguenza dell'utilizzo di prodotti cosmetici inadatti per il proprio tipo di pelle: una pelle sensibile, per esempio, può trasformarsi in pelle grassa a seguito di un utilizzo smodato di detergenti aggressivi, creme od unguenti di scarsa qualità. Per questa ragione, è buona regola scegliere i cosmetici in funzione del tipo di pelle.


1 2 3 4 >>