La Pedana Vibrante per l'Estetica, la Bellezza e il Benessere

A cura del Dottor Andrea Cristofori


Benefici con la Pedana Vibrante per il Benessere


Ci sono benefici, per la salute e il benessere di tutte le persone comuni, ottenibili attraverso l'utilizzo della pedana vibrante: incremento del metabolismo e aumento dell'ormone somatotropo GH (coadiuvanti nel dimagrimento), aumento della densità minerale ossea, aumento del tono e del rassodamento muscolare, miglioramento del flusso linfatico e della circolazione sanguigna, miglioramento della salute della pelle, riduzione del grado di cellulite, riduzione del Cortisolo (ormone dello stress).

Le pedane vibranti aiutano il corpo in tutti questi modi (e non solo) con uno scarso impatto traumatico sulle articolazioni e i legamenti, e senza avere sempre la sensazione di fare "i comuni esercizi tradizionali" (inoltre c'è la possibilità di eseguire oltre 250 esercizi diversi, da effettuare sulle pedane vibranti a vibrazione verticale sussultoria).

Benefici con la Pedana Vibrante per la Bellezza e per l'Estetica

Le pedane vibranti offrono anche la possibilità di un massaggio e rilassamento di tutto il corpo.  Infatti le pedane vibranti non solo fanno lavorare tutti i gruppi muscolari corporei, ma riducono anche lo stress diminuendo i livelli di cortisolo (ormone dello stress) e aumentando al contempo i livelli di serotonina (ormone del benessere e del buon umore). media/pedana vibrante19.jpg
 L'utilizzo delle pedane vibranti aiuta ad aumentare la circolazione e ad ossigenare il flusso sanguigno, con conseguente diminuzione delle tossine nel corpo e riduzione dei segni antiestetici della cellulite. Aiuta inoltre il corpo, aumentando la densità minerale ossea, a combattere l'osteoporosi, nonché a potenziare la produzione di collagene e favorire una pelle più liscia, tonica ed elastica. 
Mi raccomando, sempre e comunque, di rivolgersi a un allenatore specialista (un Personal Trainer professionista e specializzato in allenamento vibratorio che sia laureato in Scienze Motorie e abbia effettuato degli studi e corsi specifici e riconosciuti in questo campo), che sia in grado di elaborare il più opportuno programma d'allenamento, specifico e personalizzato, prima di iniziare le sedute di stimolo vibratorio.

L'aumento della temperatura cutanea e sottocutanea è senza dubbio un effetto positivo dell'allenamento sulla pedana vibrante (migliore irrorazione sanguigna e nutrimento cellulare, oltre che un attivato metabolismo cellulare).

Tra gli effetti riferiti in seguito ad applicazione vibratoria, può tranquillamente essere inclusa anche la sensazione di pruriti (tipo pizzicorii), soprattutto localizzati nelle zone più basse degli arti inferiori (piedi, polpacci e cosce) o comunque in quelle parti del corpo più vicine allo stimolo vibratorio della pedana (quindi più prossime al contatto con essa).

Questi pruriti, che vengono a manifestarsi con la sollecitazione vibratoria, si presentano quasi come una forma di solletico, tanto da indurre i soggetti a grattarsi, a testimonianza di una forte sollecitazione e incremento della circolazione locale (si nota anche la pelle ben colorita e irrorata di sangue).
media/pedana vibrante/4_ped.jpg Ma i risultati sicuramente più importanti, quelli correlati ad effetti di lunga durata nel tempo (cronici), sono quelli riferiti ad una netta sensazione di maggiore leggerezza di tutti gli arti inferiori e a una riduzione, nei soggetti di sesso femminile, del gonfiore (soprattutto a livello della caviglia e della gamba). 

In tutti i casi ora citati, si può affermare con certezza che le sensazioni finora riferite hanno a che fare con il miglioramento del sistema circolatorio e linfatico.

Se si dà per certa un'importante attività di tipo neuro-muscolare in seguito all'allenamento vibratorio (come dimostrato da innumerevoli studi scientifici), è estremamente corretto sostenere, come provano ricerche scientifiche, un deciso incremento del circolo sanguigno per via metabolica.
Si può inoltre affermare che vi è una facilitazione del ritorno sanguigno venoso, dato dal miglioramento della funzionalità della pompa muscolare.
Con questa iperattività della circolazione, ossigeno e vari materiali metabolici vanno a raggiungere molto più copiosamente le zone coinvolte in questo processo. 


Seconda parte »