Olio d'Argan

Olio d'Argan: storia e produzione Olio d'Argan: storia e produzione

Olio d'Argan come alimento Olio d'Argan come alimento

Olio d'Argan: virtù  estetiche Olio d'Argan: virtù estetiche

Olio di Argan nei cosmetici Olio di Argan nei cosmetici

L'argan (Argania spinosa o Argania sideroxylon) è un albero diffuso negli aridi paesaggi che caratterizzano il sud ovest del Marocco. Nonostante la scarsità di acqua nel sottosuolo, l'Argania è un albero molto longevo che può arrivare fino a 150-200 anni di età.

Olio d'ArganIl frutto che produce è una bacca di colore verde, simile ad un oliva ma di dimensioni maggiori. Al suo interno contiene una nocciolo particolarmente duro che a sua volta racchiude due o più mandorle da cui si estrae il famoso olio d'Argan. La produzione di questo olio richiede un processo laborioso che fino a poco tempo fa veniva interamente realizzato a mano.

L'operazione più laboriosa consiste nell'iniziale rimozione della polpa (destinata all'alimentazione del bestiame) e nella successiva estrazione della coriacea noce contenuta nel frutto. La resistenza di tale guscio viene spezzata dalla pressione di due pietre che schiacciano la noce liberando i semi in essa contenuti. Il passaggio successivo prevede una lenta essiccazione che dev'essere eseguita a temperature moderate. Successivamente, con l'ausilio di una pietra rotatoria simile alle macine utilizzate per la produzione dell'olio di oliva (arzeg in lingua locale), si procede con la macina dei semi. Il tutto viene poi impastato con acqua fredda in modo da facilitare l'estrazione di olio.

La pasta ottenuta viene poi rimescolata e sottoposta a pressatura manuale che produce la caduta di gocciole di olio emulsionate in acqua.

Da quando è cresciuto l'interesse commerciale verso l'olio di Argan sono state introdotte presse meccaniche che accelerano il processo produttivo, migliorando anche la conservazione e la qualità del prodotto (si evita così l'aggiunta di acqua durante la macinatura). Le iniziali operazioni di scorticamento e successiva frantumazione della noce continuano invece ad essere realizzate manualmente.

Il naturale processo di torrefazione conferisce all'olio di Argan uno spiccato aroma tostato ed un sapore particolare che ricorda da vicino quello della nocciola. Il colore è leggermente più scuro rispetto all'olio d'oliva.

A seconda che i noccioli vengano o meno tostati prima dell'uso, l'olio d'Argan può essere impiegato sia in ambito cosmetico che alimentare.


Olio d'Argan come alimento

I grassi presenti negli alimenti vengono classificati in tre grandi gruppi chiamati, rispettivamente, saturi, monoinsaturi e polinsaturi.

Nei grassi animali, solidi a temperatura ambiente, abbondano i grassi saturi mentre gli oli sono più ricchi di mono e polinsaturi.


PROFILO LIPIDICO

Olio d'Argan

Olio d'oliva

ACIDI GRASSI SATURI
16-20 %
13.8 %
Acido palmitico
12 %
8-16 %
Acido stearico
6 %
1-4 %
ACIDI GRASSI MONOINSATURI
45-50 %
73 %
Acido oleico
42.8 %
63-88 %
ACIDI GRASSI POLINSATURI
32-40 %
10.5 %
Acido linoleico
36.8 %
3-15 %
Acido alfa linolenico
< 0.5 %
<1 %

Dal punto di vista nutrizionale l'olio di Argan ricalca le caratteristiche del nostro olio d'oliva. Grazie a tale somiglianza incorpora tutti i benefici propri del condimento tipico della dieta mediterranea. L'olio d'Argan contribuisce quindi a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo (LDL). Le sue proprietà salutistiche sono inoltre rinforzate dall'abbondante presenza di antiossidanti, come i preziosi tocoferoli (vitamina E). L'unica nota negativa riguarda il basso contenuto di acido alfa linolenico (omega-tre), caratteristica peraltro comune all'olio d'oliva.

Grazie al ridotto contenuto di acidi grassi polinsaturi si conserva abbastanza bene e, se non fosse per l'elevato costo, potrebbe essere anche utilizzato per le fritture. La resa ridotta ed il laborioso processo di lavorazione contribuiscono infatti a farne lievitare il prezzo. Attualmente il costo dell'olio di Argan è nettamente superiore a quello dell'olio di oliva, tanto da raggiungere e superare i 50 euro al litro.


Le virtù cosmetiche dell'olio di Argan

Le proprietà antiossidanti dell'olio di Argan possono essere sfruttate anche in campo cosmetico. Poche gocce di olio applicate direttamente sulla pelle o nell'acqua del bagno sono infatti sufficienti per donare alla cute luminosità e morbidezza. Grazie al suo ottimo contenuto in antiossidanti, l'olio d'Argan contribuisce a proteggere la pelle dalle aggressioni esterne (sole, smog, vento, metalli pesanti, inquinanti vari tra cui sostanze tossiche inalate, ingerite o assorbite attraverso la cute). Migliorando l'idratazione della pelle, l'olio d'Argan è in grado di aumentarne difese ed elasticità. A tale scopo sono adatti tutti i prodotti a base di emulsioni Olio/Acqua, ricche di acidi grassi polinsaturi, ceramidi e sostanze igroscopiche, in grado cioè di assorbire e trattenere acqua.