Galateo moderno

A cura di Ivan Mercolini

I rapporti di coppia secondo il galateo contemporaneo

Molte cose sono cambiate da quando il rapporto di coppia prevedeva un rigido protocollo. A puro titolo di curiosità ve lo indico. Fino agli inizi del 1900 le classi sociali erano rigidamente separate, e chi era di sangue blu si fidanzava con figure di pari rango. Quindi non erano tanto il buon senso, l'attrazione fisica o l'amore il criterio di scelta, ma spesso la propria figlia veniva spinta tra le braccia del nobile più influente, anche se più vecchio e magari di sgradevole aspetto. Erano anche possibili rapporti tra un nobile, che portasse solo il titolo quale dote, e una giovane figlia di ricchissimi borghesi e vice versa. Uno splendido esempio di questa antica usanza, anche se nell'Inghilterra Vittoriana, ce lo dà un anime recente: “Victorian Romance Emma”; ve lo consiglio, anche qualora non siate collezionisti di anime come me. Suggerisco anche IL GATTOPARDO di Giuseppe Tomasi.

Allora, per frequentare una fanciulla, bisognava chiedere il permesso al padre di lei, tramite un incontro formale. A quel punto ci si poteva frequentare, ma solo in compresenza di un parente della ragazza, almeno fino al pranzo di fidanzamento ufficiale. Da quel punto in poi si poteva anche passare dei momenti da soli ed uscire da soli senza destare scandalo. Il fidanzamento era un atto ufficiale, una promessa di matrimonio, che si rompeva solo per seri motivi. Cosa è rimasto oggi del Galateo per la coppia? O comunque, delle prescrizioni di buone maniere nei rapporti fra ragazzo e ragazza? Bene, passo ad articolarvelo....

Oggi ci si frequenta in libertà, senza più parenti o richieste di permesso o limiti di casta; ma è bene che chi voglia ritenersi un cavaliere o una vera Miss, rispetti ancora certe regole. E' bene che la ragazza frequentata da un ragazzo, dopo un certo periodo di frequenza, quindi di rapporto che si avvia verso il fidanzamento, incontri la madre di lui per farsi conoscere. L'incontro ideale è di pomeriggio, all'ora del THE, davanti ad una buona tazza fumante e biscotti. E' bene che il ragazzo si faccia da parte e lasci parlare le due donne (morosa e madre del moroso) da sole. Le due dialogheranno con la massima cortesia, cercando di conoscersi. E' bene che in questo incontro non si urtino le rispettive suscettibilità, ma si mantenga la massima cordialità, anche qualora si avverta dell'antipatia. Ci sarà tempo, dopo, tra madre e figlio, per discutere, e la futura probabile suocera avrà modo di spiegare al figlio tutte le proprie perplessità oppure le proprie congratulazioni.... Mi auguro.

Siamo quindi ad una frequentazione consolidata fra due ragazzi. In questa fase si può parlare di coppia aperta, che può frequentare anche altre figure, ma è bene che lo spazio principale sia dato ormai a questo ragazzo/a inquadrato/a. In questa fase le norme del Galateo Contemporaneo prevedono che:

 

- Il ragazzo apra sempre la portiera alla ragazza quando sale o scende dall'auto;

- Il ragazzo terrà l'auto in ordine e pulita, per rispetto alla propria principessa;

- Il ragazzo apre la porta di casa e dei luoghi noti alla ragazza, e la invita ad entrare per prima.

- Il ragazzo apre l'uscio dei ristoranti, dei locali non comunemente frequentati, alla ragazza, ed entra lui per primo per sincerarsi dell'accoglienza e dell'adeguatezza del posto. Poi invita la propria principessa ad entrare.

- Lui le porge la sedia;

- Lui le toglie e le mette il soprabito e lo appende con ordine;

- I posti dove andare (cinema, passeggiata, the ecc.) sono scelti assieme, secondo l'armonia. In caso di disaccordo la scelta spetta a lei.

-  E' normale che al primo appuntamento il ragazzo gradisca pagare il pranzo o il the, e lo farà con una certa cadenza, di tanto in tanto, soprattutto se lei non lavora ancora o guadagna molto meno di lui. Ma questo non dev'essere dalla ragazza considerato un obbligo automatico. E' maleducazione. Dà al ragazzo l'impressione di essere uscita con lui per scroccare un pasto, o comunque dà l'impressione di superbia e alterigia. Quindi la fanciulla si avvicinerà alla cassa e pagherà la sua parte. Sarà il cavaliere a proporre di pagare per entrambi.

- E' maleducazione entrare negli esercizi commerciali e spingere il partner a farsi comprare indumenti, trucchi, accessori, mettendolo in imbarazzo e nuovamente facendolo sentire solo un bancomat. La ragazza si compri da sola ciò che desidera. Sarà il ragazzo, quando lo ritiene opportuno, a fare un piccolo dono. Perciò l'iniziativa è di Lui, non di Lei.

- E' accettabile un ritardo agli appuntamenti di dieci minuti, solo se tale tempo si è speso per farsi belle per il proprio partner. Egli sarà fiero di questo. Ritardi più pronunciati, soprattutto se per motivi futili, sono segno di mancanza di sensibilità verso il proprio cavaliere. Questo è tanto più grave se si accompagna il ritardo con continui SMS che rimandano l'appuntamento di mezz'ora in mezz'ora all'approssimarsi della scadenza, ripeto, per motivi che non siano gravi (un incidente di un parente, traffico bloccato inaspettatamente, o comunque cause di forza maggiore). Qualora eccezionalmente per causa di forza maggiore si verifichi un ritardo, si avrà premura la volta successiva di arrivare addirittura in anticipo, poiché errare è umano, perseverare è diabolico. E iniziare un appuntamento con il cavaliere già nervoso, non è il massimo per una bella giornata assieme.

Consiglio inoltre che il cavaliere non le faccia regali solo nei giorni comandati (Natale, Compleanno ecc.). Sembrerebbe che sia stato fatto per obbligo, e non per un trasporto di affetto. Invece, un pensiero dev'essere un gesto che nasce dal cuore, perciò meglio piccoli regali economici, ma frequenti, che pochi regali costosi solo alle date comandate. Alcuni esempi adatti alle possibilità economiche di tutti i ragazzi:

- Ciondoli, orecchini, collane, accessori di cristallo di marca

- Ciondoli, orecchini, collane, accessori di argento

-  Un piccolo bouquet di fiori (ricordate che esclusa la dozzina e multipli, i fiori vanno sempre donati in numero dispari)

- Una rosa

- Un peluche (se si è ancora ventenni)

- Una maglia o un paio di jeans

- Un abbonamento da 4-6 lampade (solo se è solita farle, altrimenti sembrerebbe un apprezzamento negativo ad un look slavato)

- Un mensile di palestra (solo se è solita farne, altrimenti sembrerebbe un apprezzamento negativo ad un corpo lasso e paramorfico).

Si eviti di donare spille (portano sfortuna secondo la tradizione. Mai donare ciò che può tagliare o pungere). Si eviti di donare indumenti da sexy shop dal chiaro richiamo sessuale.

 

Nei paesi musulmani la legge coranica vieta di baciarsi e di scambiarsi effusioni in pubblico, con pene più o meno severe da paese a paese. Abbiate l'accortezza di rispettare queste leggi in caso di soggiorno in un paese musulmano.

In Italia nessun divieto in tal senso, ma comunque si limitino le effusioni in pubblico per non imbarazzare chi vi sta intorno.

 

Galateo

 

MARGHERITA NOCITO e GIACOMO CAMPELLONE, pesaresi, esempio di coppia bella e affettuosa


« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 »