Galateo moderno

A cura di Ivan Mercolini

Il galateo in palestra

E' buona creanza che si saluti il titolare della palestra all'ingresso, anche qualora non abbia incrociato il nostro sguardo. Infatti, anche se avete pagato l'abbonamento, entrate in un locale privato che non vi appartiene: salutare ricevendo in cambio un saluto di approvazione è tacitamente richiedere il permesso ad entrare. Lasciate gli oggetti di valore nella cassetta di sicurezza, meglio ancora se non li portate dietro affatto, per evitare al titolare un increscioso imbarazzo in caso di furto o smarrimento, chiaramente non imputabili a lui.
In spogliatoio si può entrare in abito informale, ma si abbia cura di presentarsi puliti ed in ordine, perché se è vero che poi dovrete fare la doccia, è altresì vero che gli altri utenti richiedono rispetto. Quindi abbiate i piedi puliti e i calzetti nuovi, evitando di lasciare sotto la panca calzini al gorgonzola e scarpe al pecorino di fossa. Se obiettivamente il cattivo odore dei piedi è un vostro difetto naturale, esistono in parafarmacia e farmacia talchi e solette antiodoranti. A tutto c'è una soluzione, basta volerla.
Quindi, dicevo, siate puliti. Non spargete ondate di selvatico quando vi togliete la maglia. Indossate mutande pulite. Si eviti di andare in palestra direttamente in tuta, poichè si presuppone che dobbiate sudare e non fare pantomime. Il vostro ingresso direttamente in tuta, dà l'impressione che non abbiate mutato abito e che siate poco puliti. Infatti, uscire dalla palestra in tuta sudati, non è, diciamocelo pure, il massimo né per la vs. reputazione, né per la vs. salute (uscire sudati pone il rischio di buscarsi raffreddori ed influenze). E a nulla serve giustificarsi dicendo: "faccio la doccia a casa", poiché nessuno è autorizzato a credervi. Paradossalmente, questa cattiva abitudine ce l'hanno più le ragazze che i ragazzi, soprattutto oggi che la differenza tra i due sessi è sempre più sfumata e ormai limitata solo all'espressione fenotipica. E' vero che spesso queste ragazze poi non sudano affatto, limitandosi ad una serie di pantomime e ad un circuito turistico fra i vari macchinari, ma ciò non giustifica, anzi, rende ancora più sconveniente, il loro comportamento.
E' sconveniente anche indossare reggipetti imbottiti per attirare l'attenzione in sala, anche perché poi nello spogliatoio svelereste il trucco alle altre ragazze, con doveroso imbarazzo da parte vostra e bisbigli di scherno di sottofondo. Va detto, che in linea generale il reggipetto imbottito è kitsch anche fuori dalla palestra, in quanto è una bugia, una falsità di voi, e una falsità è sempre sconveniente.Galateo fitness
Si evitino abiti inadatti (approfondiremo dopo l'argomento "abiti"), quando non si hanno ancora le condizioni fisiche per indossarli. Ad esempio, tute e canotte da bodybuilders agonisti su fisici da Parco del Trulla, tute attillate e sexy su ragazze in evidente sovrappeso o signore di una certa età, magari con stomaco esposto che mostra floridi rotoli di ciccia... In sala pesi dovete portarVi un asciugamano che appoggerete sulla panca, al fine di non lasciare tracce di saliva e sudore del vostro passaggio... cosa che chiaramente non gradirà chi viene dopo. Evitate di mostrarVi per quello che non siete. Non indossate cinture da power lifter per fare serie leggerissime, sono pure pantomime. Non utilizzate carichi che sono chiaramente al di sopra della vostra portata, eseguendo ripetizioni cinesiologicamente scorrette, al limite del folkloristico, ma concentratevi su un'esecuzione corretta, di ampio movimento, con fase positiva esplosiva, contrazione isometrica, fase eccentrica lenta. Qui in palestra non dovete dimostrare nulla. La palestra è un mezzo, non il fine. E' fuori, nella vita esterna che dovrete mostrare i vostri risultati, il frutto del vostro lavoro. Quindi non preoccupatevi se un novellino usa dieci chili più di voi "anziani" nella panca, perché potrebbe avere una struttura diversa dalla vostra (con forza assoluta superiore) o più semplicemente potrebbe avere un'esecuzione sbagliata con rimbalzo sullo sterno, fase negativa assente, riposo a massima escursione, spotter che nell'aiutarlo fa i dorsali, ecc..
E' di cattivo gusto sbattere i pesi a terra, o sbattere rumorosamente tra di loro i manubri in ogni ripetizione di spinta sopra la nuca o croci su panca. Tutto questo è fatto per attirare l'attenzione su di sè, per far credere di essere quello che non si è. perché è lo specchio a parlare, non il folklore da circo. I manubri vanno riposti al proprio posto dopo l'uso, per rispetto al proprietario del locale, anche se vi stesse antipatico... visto che, ripeto, i materiali non sono vostri. Si dà del "lei" all'istruttore di sala o al proprio PT, perché non è l'orsetto Teddy amico di grandi e piccini, ma è una figura professionale e come tale va trattata, salvo che lui stesso non proponga diversamente. Ma l'iniziativa sarà sua, non vostra. In caso un macchinario serva contemporaneamente a più utenti, la priorità va data all'anziano (d'età), segue la donna, e infine l'uomo. Non urlate da una parte all'altra della sala per chiamare un vostro conoscente, né urlate durante l'esecuzione di esercizi per richiamare l'attenzione degli altri e apparire come un eroe titano. I lamenti e gli sbuffi ci devono essere, perché sono sinonimo di allenamento anaerobico proficuo, ma amplificarli volontariamente è chiaramente maleducato.
Non occupate un macchinario per un tempo eccessivo, ricordate che la palestra è ad uso di tutti gli utenti, anche se voi foste i più anziani (d'iscrizione) o atleti agonisti. Le ragazze vanno in palestra per allenarsi come dovreste fare voi maschietti. Quindi non importunatele cercando di guadagnare un appuntamento, disturbando così il loro workout per il quale hanno pagato. Questo è vero soprattutto quando queste danno chiaro segno di disinteressamento e il vostro insistere le pone in una condizione imbarazzante.
Concentratevi sull'allenamento, e se proprio una ragazza vi piace verificate pacatamente la sua disponibilità a conoscervi, accennandole un sorriso e un saluto quando lo sguardo vi si incrocia e provando a parlarle all'uscita della palestra. Ma non siate insistenti e importuni in caso di diniego. Ripeto: lei è lì per allenarsi e rilassarsi. Da Model Trainer vi assicuro che essere una ragazza bellissima a volte è una maledizione, in quanto non esiste posto in cui qualcuno non ci provi, non esiste posto in cui possa stare in pace. Certo, non è una maledizione grave, è meglio che essere bruttissime, questo è sicuro. Ma vi prego di metterVi nei suoi panni.
Non fissate con occhi libidinosi da adolescente brufoloso una ragazza prosperosa che si allena in abiti attillati, non siate maiali né alimentate la sua vanità. Dimostrate di essere gentiluomini, siete qui alla mia scuola per questo. E alle ragazze dico: è vero che è noioso scacciare continuamente i "pappagalli" in sala pesi, ma al contempo rispettateli, perché ad educazione si risponde con educazione, ad un complimento educato si risponde con un "grazie" educato accompagnato da un sorriso gentile. Ricordatevi che, se è vero che per voi avere cascamorti intorno è una routine che vi è venuta a noia e a scocciatura, per ognuno di questi pretendenti è un'azione che costa magari batticuore e forte soggezione. Siate rispettose tanto quanto volete essere rispettate. Si eviti di trattare i meno belli, meno dotati, come se fossero degli inferiori, dato che gran parte della vostra bellezza è frutto di una nascita fortunata, e non di vostri meriti. Evitate di usare le cuffie stereo allo scopo di ignorare gli altri, considerandoli dei fastidi. Siate aperte ad un sorriso. Io vi insegno estetica per questo, perché siate una consolazione ed un sollievo agli occhi del prossimo, non la loro disperazione.
Qualora un soggetto maleducato sia insistente e non vi lasci allenare, molestandovi con un corteggiamento da bar dello sport, rivolgetevi prontamente al gestore del locale: sarà suo interesse allontanare questi personaggi, se vuole che il suo locale abbia un certo tono. Al rientro in spogliatoio evitate di guardarvi allo specchio facendo pose da palco, a meno che non siate soli o con l'esclusiva compagnia di soli intimi. Non tutti gradirebbero infatti il vostro pose down, soprattutto se avete un fisico da biafra, bianco e peloso. Ma anche se foste tirati da gara, la vostra esibizione sarebbe solo ostentazione e superbia, sempre condannabili. Usate lo specchio di casa per controllare i vostri progressi. All'ingresso e all'uscita dello spogliatoio si salutano tutti, anche se non conosciuti. La cortesia e la disponibilità sono importanti nel sociale. Non manchi mai il vostro sorriso luccicante alla Mitaka e già citato. Non atteggiatevi a divi ignorando gli altri. Se in sala pesi vedete qualcuno eseguire esercizi in maniera pericolosamente scorretta, non interferite personalmente, salvo non siate professionisti, ma rivolgetevi al personale interno qualificato affinché corregga l'utente e gli eviti di farsi male. Se invece vedete esecuzioni diverse dalla vostra, da quello che sapete, ma comunque non palesemente pericolose, allora lasciate in pace quell'utente. In pochi gradiscono osservazioni umilianti sul proprio modo di allenarsi. Dovrà essere il personale preposto a correggere, dimostrando di saper fare il proprio lavoro.
In sala pesi si va per allenarsi, quindi oltre ad evitare corteggiamenti molesti e mal fatti, si eviti di eseguire esercizi con pigrizia, noia, magari addirittura sbadigliando. Abbiate premura di esser concentrati, perché gli altri, anche se magari involontariamente, vi guardano, e si fanno un'impressione di voi in base a come vi muovete ed allenate. Che impressione pensate di fare se svolgete delle pigre pantomime, sbadigliando di tanto in tanto per poi tornare in spogliatoio più freschi di come siete entrati?
Se la pesistica non fa parte delle vs. inclinazioni, allora evitate di allenarvi e basta. Non pagate abbonamenti solo perché ormai è un must sociale. Lasciate liberi manubri, bilanceri e macchinari a chi si vuole allenare proficuamente, e dedicatevi alle bocce, alla briscola e al calcio balilla.
Siate sempre ciò che siete, e non ciò che la società vorreste che Voi foste. Un albero resterà un albero con le proprietà di un albero, anche se lo chiamate pesce. E voi sarete fisici scadenti anche se dite agli amici di essere iscritti in palestra da dieci anni, se in quei dieci anni non vi siete allenati proficuamente. Non è la forma, ma il contenuto a dare risultati.
Sicuramente ciascuno di voi si è sentito chiamato in causa in almeno una delle mie direttive qui menzionate. Non sentitevi sminuiti, avviliti, né tantomeno offesi. Nessuno nasce maturo e colto. Lo si diventa. Voi siete qui alla mia scuola, e i più fortunati sono allievi/e diretti, per imparare. Quindi sentitevi in colpa solo se continuerete a reiterare nei vostri errori anche dopo i miei insegnamenti. Ma non prima. Perché chi ignora, non ha colpa, ha colpa chi vuol rimanere ignorante. Io stesso, da ragazzino, quando entrai in palestra, facevo una miriade di errori, perché non sono nato Model Trainer, lo sono diventato come tutti i professionisti lo sono nella loro specializzazione.
Quindi, se vi siete ritrovati in alcune azioni sconvenienti qui citate, limitatevi a prenderne atto e a correggerle. Nimas Nimenos.
E questo vale anche per quanto vi dirò nel campo dell'abbigliamento e dei rapporti Lui/Lei.


« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 »


ARTICOLI CORRELATI

Galateo moderno: le regole fondamentali per ragazze/i immagineGalateo in palestra: dieci regole di bon ton in sala attrezziGalateo moderno: abbigliamento femminileGalateo moderno: abbigliamento maschileGalateo moderno: considerazioni conclusiveGalateo moderno: fidanzamentoGalateo moderno: il rapporto di coppiaGalateo moderno: importanza del portamentoGalateo moderno: salute presentazione, conversazioneGalateo su Wikipedia italianoEtiquette su Wikipedia inglesePalestraAlimentazione Prima dell'Allenamento in PalestraFuga dalle palestre: perché i clienti le abbandonano?Cosa Mangiare Dopo la PalestraAerobica in palestra o all'aria aperta?Allenamento al "femminile", dimagrire in palestraAllenamento della corsa veloce in palestraAllenamento delle donne, perché non migliorano mai in palestraAllungamento cervicale in palestraCombattere l'Ipertensione con l'Allenamento in PalestraCome comunicare con il potenziale cliente in palestraCome scegliere una palestraDieci errori da evitare in palestraDimagrire in palestraDisplasia congenita all’anca: approccio al cliente ed allenamento in palestraErrori in palestraEsercizi per migliorare l'estetica femminile in palestraEvitare gli infortuni in palestraForma fisica in palestraGlutei in forma senza andare in palestraI CONSIGLI PER ALLESTIRE LA TUA PALESTRA PRIVATAI moderni centri fitness...Il gestore di centri fitnessImportanza dello stretching in palestraIniziare in palestra con il Metodo EspertoIpercifosi dorsale: esercizi in palestraL'allenamento delle donne, perché non migliorano mai in palestraLa palestra oggiLeggende in palestraMal di schiena e palestraMantenersi in forma senza andare in palestraPalestra a casaPalestra: prevenzione infortuniPianificare l'allenamento nella palestra domesticaPreparazione atletica per le Arti Marziali in palestraPrevenire gli infortuni in palestraQuestionario preliminare in palestraRiscaldamento fisico e muscolare in palestraSchede di allenamento in palestra per ragazzepalestra su Wikipedia italianoGym su Wikipedia inglese