Abbronzatura e raggi ultravioletti

Fratello Sole

abbronzatura soleLa radiazione solare viene in gran parte assorbita dall'atmosfera terrestre che agisce da vero e proprio filtro. Le radiazioni che riescono a oltrepassare questa barriera protettiva naturale sono composte da tre diversi tipi di luce:

quella visibile ad occhio nudo;

quella infrarossa, invisibile e responsabile del senso di calore;

quella ultravioletta, che con le sue diverse lunghezze d'onda è causa della tanto ambita abbronzatura.

Gli effetti di questi tipi di luce sull'organismo sono variabili, così come diversa è la modalità di assorbimento.


Luce visibile (37%) : non è pericolosa per la salute e non aggredisce la cute ma può talvolta provocare fastidiosi bagliori agli occhi. La luce è molto importante per la regolazione di alcune attività corporee come il ciclo sonno veglia e l'andamento circadiano degli ormoni. E' inoltre in grado di stimolare la produzione di serotonina, un importante neurotrasmettitore, responsabile, tra l'altro, del senso di euforia.

I raggi infrarossi (60%): per gli effetti termici che determinano, vengono riprodotti artificialmente e usati a scopo terapeutico. La loro caratteristica più importante è la trasmissione di calore allo strato superficiale della pelle (strato corneo). Pertanto un eccessivo assorbimento può danneggiare la pelle per ipertermia e provocare sintomi che vanno dalla vasodilatazione alla disidratazione cutanea.

I raggi ultravioletti (3%): gran parte dei raggi U.V vengono riflessi dallo strato corneo superficiale e solo una piccola quota arriva negli strati più profondi dell'epidermide. A seconda della lunghezza d'onda, si suddividono in Uv-A, Uv-B e Uv-C.

La loro caratteristica più importante è la lunghezza d'onda che ne determina la profondità di penetrazione cutanea


I RAGGI ULTRAVIOLETTI

I raggi U.V. sono distinti in : 


U.V-A (98%) : lunghezza d'onda: 320 - 400 nm

Gli U.V-A, hanno effetti ottimi sull'abbronzatura (anche se inferiori agli U.V-B) e moderati sul danneggiamento cutaneo.

Vista la loro elevata lunghezza d'onda sono tuttavia in grado di penetrare in profondità nel derma distruggendo capillari, collagene ed elastina, provocando eritemi e danneggiando la pelle.

U.V-B (2%): lunghezza d'onda: 280 - 320 nm

I raggi U.V-B, hanno una capacità di penetrazione inferiore e non riescono a superare le strutture più superficiali della pelle. Gli effetti deleteri sono comunque importanti poiché i raggi U.V-B sono in grado di alterare il materiale genetico contenuto nel DNA aumentando il rischio di comparsa di tumori cutanei.

La radiazione UV-B è molto più efficace della radiazione UV-A nel provocare l'eritema.

U.V-C: lunghezza d'onda: 100 - 280 nm

I raggi UV-C sono particolarmente dannosi per la salute ma vengono trattenuti dalla fascia di ozono e per questo non hanno effetti particolari sulla pelle.

Il rischio di esposizione a questi raggi aumenta in alta quota.

 

I raggi ultravioletti:

 

  • favoriscono la pigmentazione della cute stimolando la produzione di melanina;
  • eritemafavoriscono il trofismo e l'accrescimento osseo stimolando la sintesi della vitamina D;
  • svolgono un'azione disinfettante a livello della cute, favoriscono la circolazione e stimolano di conseguenza l'attività dei globuli bianchi;
  • accelerano la proliferazione pilifera

 

L'eritema altro non è che la classica scottatura che si manifesta con sintomi comuni: rottura di piccoli vasi, bolle, edemi, spellature, fuoriuscita di liquido e invecchiamento cutaneo in genere (cedimenti strutturali, rughe ecc.). Responsabile di questi effetti è l'ipertermia locale causata dall'assorbimento del calore trasmesso dai raggi U-V.


Continua...



ARTICOLI CORRELATI

AbbronzaturaLuce solare: effetti della luce solare sulla pelleProdotti solariAbbronzatura artificialeFiltri solariRimedi per le Scottature solari (eritema solare)Filtri fisici e doposoleFiltri chimici, filtri solariFiltri solari ed abbronzaturaMallo di noceSPF: efficacia protettiva in un prodotto solareIntegratori Solari - Contro i Danni del SoleAutoabbronzanti e DepigmentantiEritema SolareFototerapiaProtezione Solare - Come SceglierlaAbbronzatura: prodotti solari, SPF e fototipoElioterapia - Terapia con la luce del sole: Benefici ApplicazioniPelle al sole: segni a cui prestare attenzionePigmentazione cutaneaAbbronzanti naturali - Abbronzanti in ErboristeriaAbbronzatura e fotodanneggiamentoAvene Crema Solare Viso SPF20Centrifugato per Fissare l’AbbronzaturaCibo e abbbronzaturaColore della pelle e melaninaCoppertone - Tropical Blend Crema abbronzante SPF 6Creme solaire haute protection UVB 30DermaSol Bimbi Crema Solare Protettiva Alta protezione 1-3 anniFluidosole viso e corpo protezione 20FotosensibilizzantiFototipo e abbronzaturaGelato per Fissare l’Abbronzatura con Carote, Melone ed AlbicoccheIl Sole, Amico Delle Nostre Ossa.Latte Solare Classic Protezione base 10Latte Spray Solare Protettivo 10Latte Superabbronzante Idratante SPF 15Nivea SUN Protect & Bronze FP20Piz Buin: Active Fresh Cooling Spray SPF 30Proteggersi dai danni dell'abbronzaturaRadiazioni elettromagnetiche e filtri solariRadiazioni solariShiseido Tanning emulsion Lait bronzant SPF 6SOL - Latte Solare waterproof al The Verde con profumo di Agrumi SPF 6Sole bimbo - con Pluridefence e olio di Sesamo protezione alta SPF 30Storia dell'abbronzaturaSun Sensitive - Latte Solare anti età SPF 15Abbronzatura su Wikipedia italianoSun tanning su Wikipedia ingleseFunzioni della melanina e colore della pelleSintesi di vitamina DTraumatologia nel ciclismo - Lesioni della pelle, ipertermia, disidratazioneRaggi ultravioletti su Wikipedia italianoUltraviolet su Wikipedia inglese