Fattori per il successo nell'allenamento

A cura di Emanuele Giuliani


Poniamo il caso di avere due persone della stessa età  che si allenano con i pesi, presumendo un potenziale genetico simile, una dieta identica e le stesse abitudini di riposo. Quello che ha utilizzato una cadenza efficace, che ha fatto attenzione ad allenare ogni muscolo utilizzando la perfetta forma di esecuzione e che ha sempre cercato di comprimere e intensificare  l'allenamento, mostrerà un progresso superiore rispetto al compagno che non ha rispettato i suddetti parametri.
Sappiamo tutti (o dovremmo sapere) che la strada per sviluppare un fisico imponente e molta forza, è quella di allenarsi usando gli esercizi fondamentali.
Dico questa cosa  da molto tempo, ma è bene ripeterlo il più spesso possibile. Questo perché ci sono sempre dei principianti che si avvicinano all'allenamento con i pesi e per loro sentirsi ripetere dall'inizio che attenersi ai fondamentali è la strada da perseguire, può essere ciò di cui hanno bisogno, indipendentemente da cosa gli abbiano mai raccontato prima e da qualsiasi pseudo materiale possano avere letto.
Poi ci sono i veterani (non necessariamente come età, anche se qualcuno può esserlo, ma per gli anni di allenamento scorretto alle spalle). Ci sono molti atleti esperti che, stanchi e disgustati della loro assoluta incapacità di progredire a causa di routine assurde, irreali e inutili, hanno la tenacia per continuare ad allenarsi  e aprirsi, finalmente, alla verità, non appena qualcuno gliela offre.

Per progredire complessivamente al meglio, lavorate duramente con gli esercizi fondamentali!
Utilizzate tutti gli altri esercizi che molti chiamano complementari  come semplici esercizi integrativi (se proprio non ce la fate a toglierli), dedicandogli non più del  10% del tempo totale di allenamento.


successo nell'allenamento

Questo è il fondamento.


Se non riuscite a porlo in modo appropriato, non riuscirete a trarre i guadagni migliori.
Comunque, una volta determinato che gli esercizi fondamentali devono rappresentare il fulcro dell'allenamento (devo elencarvi quali sono i fondamentali??? Spero di no..!? Altrimenti leggeteli qui), resta la domanda "Come allenarsi?? In che modo??"
Ci sono altre due caratteristiche essenziali dell'allenamento e gli atleti dovrebbero modellare  queste caratteristiche per ottenere i risultati migliori: 

Forma di esecuzione e Durata

La Forma di Esecuzione perfetta è la regola inviolabile.
Per  quanto sia difficile aumentare sempre il carico sul bilanciare mantenendo una buona forma esecutiva, dovete comunque capire che tutti alla fine arrivano all'apice e raggiungono il loro massimo ereditario.
Nessuno può o è riuscito a guadagnare muscolo e progredire all'infinito.
Dobbiamo quindi aggiungere  carico in modo costante e sopratutto molto paziente, senza sacrificare la forma di esecuzione.
Alcuni culturisti si allenano anche ad 80anni e lo fanno perché hanno eseguito nella loro carriera allenamenti perfetti, corretti ed intelligenti, con carichi che li facevano lavorare tre volte a settimana per massimo un'ora.
Una delle grandi determinanti della qualità dell'allenamento è la correttezza tecnica con cui decidete di eseguire  gli esercizi, ognuno di essi!
Allenatevi usando movimenti completi, costanti, intensi e con un arco di movimento completo; lasciate pure che l'altra persona male informata "strappi" , "rimbalzi" e "strattoni" i pesi. I suoi carichi possono anche essere considerevolmente maggiori, ma quelli che usate voi produrranno risultati, senza infortuni.

successo nell'allenamentoUna delle regole più importanti riguardo la durata dell'allenamento nel bodybuilding è: meno dura l'allenamento (a patto che sia INTENSO davvero) e migliori saranno i risultati.
In altre parole cercate di eseguire l'allenamento in modo perfetto e in sempre minor tempo.
Riducete di alcuni minuti l'allenamento.
Poi ancora di qualche minuto ecc.
Ciò non significa che trarrete benefici affrettando o correndo, semmai il contrario. Se cercate di accelerare, sicuramente vi allenerete troppo velocemente e finirete con il rovinare la forma di esecuzione e di conseguenza ridurre la qualità dei risultati.
Fate quindi attenzione!
Il trucco è sforzarsi continuamente di non CORRERE, ma piuttosto di COMPRIMERE e INTENSIFICARE gli allenamenti.
Sforzatevi di aggiungere carico intelligentemente con incrementi piccoli e gestibili.
E' un lavoro duro e difficile, ma i risultati finali sono allenamenti progressivi e intensi, che forniscono i migliori risultati possibili e vi permettono di raggiungere lo sviluppo ereditario massimo, il più velocemente possibile.
Minimizzate il riposo fra le serie.
Non passate alla serie successiva se non siete pronti per renderle giustizia; però, fate molta attenzione all'incremento della qualità della forza, dello sviluppo e della condizione.
Il riposo fra i singoli esercizi dev'essere sufficiente per sentirvi forti e pronti.
Il concetto di fondo è che dovete essere molto attenti e coscienti.
Ogni persona è unica.

 

Bibliografia: Hardgainer (articoli Bradley J.Steiner)



ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?