Segreti di allenamento per l'aumento della massa muscolare

A cura di Stefano Del Picchia

Introduzione

Il metodo per l'aumento della massa muscolare che stiamo per spiegare è semplice, ma efficacissimo, e permetterà di ottenere dei grandi progressi in metà o addirittura in un terzo del tempo che normalmente viene impiegato per questo scopo. Esso si basa sul fatto che cancella la grande confusione che c'è sull'argomento dell'ipertrofia muscolare.

segreti-aumento-massa-muscolareIl primo luogo comune da sfatare e quello secondo cui non ci sarebbe aumento di massa muscolare se non si aumenta la forza. Questo è vero solo in minima parte. L'ipertrofia, infatti, si ottiene sollecitando diverse parti costituenti il muscolo e la cosa interessante è che questo processo non dovrebbe protrarsi per anni e anni, ma per molto meno tempo, diciamo intorno ai 18 24 mesi. Molti bodybuilders ottengono risultati con estrema lentezza proprio perché credono che per aumentare la massa bisogna aumentare la forza; ma non è così, prova ne sia il fatto che i powerlifters sono fortissimi ma non hanno masse muscolari particolarmente sviluppate.
Per contro, alcuni bodybuilders che si sono allenati con il metodo "allenamento pesante/allenamento leggero" hanno sperimentato grandi aumenti di massa muscolare. Questo tipo di allenamento, infatti, stimola molto bene le varie parti di cui è costituito il muscolo.

Lo sviluppo di una massa estrema è dato da un'insieme di elementi tra i quali il prolungamento del tempo di tensione muscolare durante l'esecuzione delle ripetizioni e la diminuzione dei tempi di recupero tra le serie.
Quando avrete capito il perché un muscolo cresce, dovrete allora riprogrammare il vostro allenamento per ottenere quell'aumento muscolare che tanto desiderate e, quel che più conta, in tempi rapidi. Vi forniremo pertanto diversi esempi e metodiche che vi porteranno al raggiungimento dello scopo.
Iniziamo.

I due elementi dello sviluppo muscolare: miofibrille e sarcoplasma

Fino ad un passato recente si pensava che i muscoli dei bodybuilders fossero costituiti prevalentemente da fibre a contrazione rapida (fibre bianche),anaerobiche, utili per la potenza, che reagiscono bene ad un allenamento con carichi pesanti e poche ripetizioni.
Studi più recenti hanno dato invece risultati molto diversi. Tali studi hanno preso in esame i tipi di fibre nei muscoli di un gruppo di bodybuilders ed i risultati ottenuti sono stati sorprendenti. Nei muscoli di questi atleti sono state riscontrate in maggioranza fibre a contrazione lenta (fibre rosse), aerobiche, utili per la resistenza, che reagiscono bene ad un allenamento con carichi medio-leggeri ed elevate ripetizioni.
Si, avete capito bene; i bodybuilders avevano solo una piccola parte di fibre bianche, quindi l'allenamento ottimale per chi desidera un aumento estremo della massa muscolare sarà quello diretto ad allenare le fibre rosse con il metodo "forza + durata".
Vediamo allora com'è fatto questo tipo di fibre che è risultato così importante per la crescita muscolare; le fibre muscolari sono costituite principalmente da due elementi: le miofibrille e il sarcoplasma.

  • miofibrille: sono filamenti di actina e miosina che, mediante processi chimici, si legano tra loro e si accorciano, procurando così la contrazione muscolare. Reagiscono bene, crescono ed aumentano di numero (iperplasia) se sottoposte ad un allenamento intenso con carichi pesanti e basse ripetizioni.
  • sarcoplasma: è il liquido interstiziale che avviluppa le miofibrille ed è costituito principalmente da mitocondri, glicogeno ed ATP. Il sarcoplasma aumenta di volume con un allenamento con ripetizioni che sottopongono le fibre muscolari ad una tensione più lunga del normale e ad una diminuzione dei tempi di recupero fra le serie.

E' evidente quindi che per ottenere il massimo sviluppo muscolare bisogna eseguire un allenamento che prenda in considerazione sia la potenza che la durata della contrazione.

E' luogo comune che 8-10 ripetizioni siano il numero ideale per lo sviluppo muscolare; questo è vero, ma a condizione che vengano eseguite in modo molto lento, in modo da far sviluppare al massimo il sarcoplasma, che è la maggior parte costitutiva delle fibre muscolari. La maggior parte dei bodybuilders commette l'errore di eseguire le ripetizioni in circa 2 secondi (1 secondo la fase positiva e 1 secondo la fase negativa), ma così facendo una serie di 10 ripetizioni dura al massimo 20 secondi, tempo in cui si sollecitano solo le miofibrille (che come abbiamo visto sono solo una parte costitutiva delle fibre muscolari). Le ripetizioni eseguite in modo lento invece (1 secondo la fase positiva e 5-6 secondi la fase negativa), per una durata della serie di circa 60 secondi, sviluppano il sarcoplasma, con i massimi benefici in termini di aumento di massa muscolare. Oltre ad una esecuzione lenta delle ripetizioni, è molto importante però anche sapere che per aumentare in modo estremo la muscolatura, le pause tra le serie devono essere brevi: da 30 a 60 secondi massimo. Ovviamente usando questa metodica di allenamento i pesi che si useranno saranno per forza medio-leggeri, ma non c'è da preoccuparsi, anni di sperimentazioni hanno dimostrato che questo metodo funziona alla grande. Oltretutto la ricerca ha dimostrato che il recupero breve fra le serie favorisce la secrezione dell'ormone della crescita, il quale influisce enormemente sulla crescita muscolare.
Un'altra tecnica per lo sviluppo del sarcoplasma è data dalle serie doppie e triple che vedremo più avanti.
C'è da dire anche che non tutti i muscoli rispondono bene alla stessa sollecitazione: gli avambracci, gli addominali, e le gambe, per esempio - che sono muscoli orientati a sforzi di resistenza - rispondono molto bene ad una sollecitazione che stimola lo sviluppo del sarcoplasma, mentre altri muscoli come i pettorali - che sono meno adatti a sforzi di resistenza - risponderanno meglio ad uno stimolo che sia il giusto equilibrio di una sollecitazione allenante fra miofibrille e sarcoplasma.

Dopo quanto detto risulta evidente che per sviluppare al massimo la muscolatura occorrono due tipi di allenamento diversi, uno per sviluppare le miofibrille ed uno per sviluppare il sarcoplasma.

Allenamento pesante ed allenamento leggero per la massima crescita muscolare

La soluzione ideale sarebbe quindi eseguire alternativamente allenamenti pesanti e leggeri? In base a quanto detto la risposta è senz'altro sì, ma per ottimizzare i tempi utilizzando meno tempo possibile settimanalmente per allenarsi, c'è la soluzione di sommare i due metodi nella stessa seduta di allenamento.

Allenamenti e Tecniche per la Crescita Muscolare

L'esperimento con le ripetizioni parziali e le serie doppie e triple.
Ad un atleta di buone masse muscolari ma ormai giunto al suo punto morto dello sviluppo abbiamo fatto eseguire il seguente allenamento per i pettorali:

  • Distensioni su panca inclinata: 2-3 serie di 7-9 rip. + 5-6 ripetizioni parziali
  • Aperture in piedi ai cavi alti: 1 serie di 7-9 rip. + 5-6 ripetizioni parziali
  • Flessioni alle parallele a braccia larghe: 1 serie di 7 rip. + 1 serie di 6 rip. (serie doppia) + 5-6 ripetizioni parziali
  • Aperture ai cavi distesi su panca: 1 serie di 7 rip. + 1 serie di 6 rip. + 1 serie di 5 rip. (serie tripla) + 5-6 ripetizioni parziali

Le ripetizioni parziali non sono altro che mezze ripetizioni da eseguire, senza alcun riposo, alla fine delle normali ripetizioni. Facciamo un esempio di ripetizione parziale con l'esercizio di distensioni su panca con bilanciere: stabilendo tutto l'arco di traiettoria del movimento suddiviso in 4 parti, con il punto 1 quando il bilanciere sfiora il petto e il punto 4 quando le braccia sono completamente distese in alto, le ripetizioni parziali consistono nell'eseguire dei movimenti che vanno dal punto 2 al punto 3, cioè con le braccia non completamente abbassate sul petto e non completamente distese in alto; questa è una mezza ripetizione o ripetizione parziale.

La serie doppia consiste in una serie eseguita normalmente, subito seguita, senza riposo, da un'altra serie con carico più leggero.

La serie tripla consiste in una serie eseguita normalmente, subito seguita, senza riposo, da una seconda serie con carico più leggero a cui segue, ancora senza riposo, una terza serie con carico ancora più leggero.

L'inserimento delle ripetizioni parziali, sebbene abbia aumentato un po' il tempo di tensione muscolare, stimolando di riflesso lo sviluppo del sarcoplasma, è servito però più che altro per la stimolazione della crescita delle miofibrille.
Il vero stimolo del sarcoplasma è stato dato dalle flessioni alle parallele e dalle aperture ai cavi distesi su panca, eseguite con serie doppie, triple e ripetizioni parziali di fine serie per aumentare ulteriormente il tempo di tensione muscolare. Il volume del sarcoplasma è aumentato tantissimo e così il nostro atleta è diventato più grosso in poco tempo: una cosa fantastica. L'inserimento delle ripetizioni parziali e la conclusione dell'allenamento di ogni gruppo muscolare con serie doppie e triple ha prodotto come risultato un equilibrio ottimale fra sviluppo delle miofibrille e del sarcoplasma, per una grande e rapida crescita muscolare.


L'allenamento eccentrico con enfasi sulla fase negativa delle ripetizioni
Come le serie doppie e triple anche le serie con enfasi sulla fase negativa delle ripetizioni producono, oltre che lo sviluppo del sarcoplasma, anche un ottimo sviluppo delle miofibrille. Usando questa tecnica sono stati ottenuti eccellenti risultati negli esercizi composti come lo squat, la distensione su panca e le varie trazioni per i dorsali.
Per eseguire una serie con enfasi sulla fase negativa delle ripetizioni, si usa un carico relativamente leggero in modo da poter eseguire la fase positiva della ripetizione in 1 secondo e quella negativa in 6 secondi. Il peso giusto da usare è quello che permette di eseguire circa 7 ripetizioni in un tempo di circa 49 secondi.
Mantenere la tensione muscolare così a lungo costituisce uno stimolo eccezionale per lo sviluppo del sarcoplasma; inoltre, la fase negativa (eccentrica) così lunga (6 secondi) produce un "trauma" alle miofibrille che sono così stimolate a crescere. L'allenamento eccentrico attiva altresì il metabolismo e lo mantiene elevato per diverse ore dopo l'allenamento, cosicché si brucia anche grasso corporeo. Unico problema è che questo tipo di allenamento produce un certo indolenzimento, ma questo è un piccolo tributo che si deve pagare se si vuole crescere muscolarmente e comunque (tale indolenzimento) è il segnale che il metodo funziona. Abbiamo ottenuto il massimo, si aumenta la massa muscolare e, contemporaneamente, si diventa più definiti.

Riportiamo adesso una routine di allenamento per i dorsali e la parte centrale della schiena, strutturata in modo da ottenere sia la crescita delle miofibrille sia lo sviluppo del sarcoplasma.

  • Trazioni al lat machine: 3 serie di 9-7-5 ripetizioni + 1 serie di 7 rip. con enfasi sulla fase negativa
  • Trazioni al lat machine con braccia tese: 4 serie di 10 ripetizioni con metodo 4x
  • Rematore con bilanciere: 3 serie di 9-7-5 ripetizioni + 1 serie di 7 rip. con enfasi sulla fase negativa
  • Alzate laterali piegati in avanti a 90°: 4 serie di 10 ripetizioni con metodo 4x

Nella routine per i dorsali sopracitata, in 2 esercizi - nello specifico le trazioni al lat machine e il rematore con bilanciere - deve essere aggiunto peso nella seconda e terza serie affinché le ripetizioni diminuiscano. Nell'ultima serie, invece, il peso va ridotto per poterla eseguire di 7 ripetizioni con enfasi nella fase negativa delle ripetizioni stesse. Il riposo fra le serie sarà di 2 minuti.
Negli altri 2 esercizi - nello specifico le trazioni al lat machine con braccia tese e alzate laterali - piegati in avanti a 90° va usato il metodo 4X: stesso carico e riposi brevi fra le serie. Questo tipo di allenamento è il migliore da noi provato per l'aumento complessivo della massa muscolare. Un perfetto equilibrio per stimolare sia le miofibrille che il sarcoplasma.

Il metodo 4X prevede l'utilizzo di carichi moderati, molte serie e pause brevi fra le serie e gli esercizi. In particolare, si esegue nel modo seguente:

  1. si usa un peso con cui si possono fare 15 ripetizioni e se ne fanno solo 10;
  2. si riposa 30 secondi e si fanno altre 10 ripetizioni;
  3. si riposa altri 30 secondi e si fanno altre 10 ripetizioni;
  4. infine, dopo altri 30 secondi di riposo si cerca di fare le ultime 10 ripetizioni.

NOTE:

  • Abbiamo usato il termine "si cerca di fare" perché, sopraggiunto l'affaticamento, non dovrebbe essere possibile farle tutte e 10. Se si fanno tutte e 10 vuol dire che al prossimo allenamento si dovrà aumentare un poco il carico.
  • Per i bicipiti, che sono muscoli piccoli, si eseguiranno le serie 3X che sono uguali alle 4X ma con una serie in meno.

L'allenamento con il metodo 4X è particolarmente indicato per gli atleti vicini al massimo potenziale di crescita individuale. E' adatto anche agli atleti di una certa età perché usando carichi leggeri non ci sono traumi sulle articolazioni. Nonostante l'uso di carichi leggeri e la rapidità di esecuzione (15 minuti) di questo allenamento, le fibre rosse vengono ugualmente stimolate a fondo (N.B. L'allenamento è breve ma l'esecuzione di 10 ripetizioni dura circa 60 secondi).

Abbiamo sperimentato il metodo 4X su diversi atleti ed i guadagni in termini di massa sono stati eccezionali.

Un ultima cosa: per quasi tutti i gruppi muscolari occorrono 3 esercizi; in tal modo si allena il muscolo nelle 3 posizioni di flessione possibili. A tal proposito proponiamo la seguente routine per i bicipiti:

A questo punto è terminato il nostro trattato sull'aumento della massa muscolare. Speriamo vivamente che sia utile per soddisfare il vostro desiderio di ottenere un fisico muscoloso e definito e che ciò possa contribuire a diffondere la validità dei nostri metodi.

Commenti e Precisazioni

Con il presente lavoro abbiamo stilato delle linee guida sui principi di allenamento per aumentare la massa muscolare. Questi metodi, come avete potuto constatare, sono ad alta intensità, quindi adatti solo ai bodybuilders di esperienza, a coloro, cioè, che hanno ormai superato la fase iniziale della pratica culturistica e non trovano più alcun beneficio dai programmi per principianti e per intermedi. Dopo gli iniziali ed entusiasmanti risultati, infatti, ogni bodybuilder ha sperimentato l'amara fase di stallo che lo ha portato ad intraprendere diversi tipi di allenamento fallendo quasi sempre l'obiettivo. Fra gli errori più comuni che questi atleti commettono c'è quello di allungare le sedute di allenamento aggiungendo esercizi su esercizi alla loro routine, cadendo inesorabilmente nel sovrallenamento, oppure cercando di aumentare i carichi nella vana speranza di aumentare la forza, procurandosi spesso dei seri infortuni. Non sanno che la strada giusta è quella di aumentare l'intensità dell'allenamento diminuendo il tempo di allenamento stesso, diminuendo le pause tra le serie e soprattutto cambiamdo radicalmente l'esecuzione dei movimenti, così come spiegato nel presente trattato.
Per coloro che invece non hanno una sufficiente esperienza di allenamento consigliamo di seguire prima i programmi che riportiamo nel nostro sito web www.foodcompany.it alla sezione "come aumentare la massa muscolare". Solo dopo aver eseguito questi programmi sarete pronti per routine più impegnative come quelle riportate nel presente lavoro.
Come avete potuto constatare, non abbiamo qui riportato tabelle di allenamento complete, ma solo degli esempi di routine su qualche gruppo muscolare, proprio perchè diamo per scontato che chi segue questi programmi abbia una sufficiente esperienza da poter, una volta capiti i principi base che qui riportiamo, compilare da solo dei programmi di allenamento completi. Avremmo potuto farlo noi, ma abbiamo prefetito evitare considerando anche la grande quantità di variabili che entrano in gioco da individuo a individuo e il fatto che un atleta avanzato è probabilmente il miglior conoscitore delle proprie caratteristiche fisiche e psicologiche. Se applicherete alla lettera le tecniche che qui vi abbiamo proposto non potete fallire. Buon allenamento.

Post Scriptum

Tutto quanto riportato in questo trattato, che come abbiamo detto dev'essere eseguito solo da atleti di una certa esperienza, dà per scontato che chi si allena per aumentare la massa muscolare metta già in pratica le giuste norme di alimentazione, riposo e integrazione. Sono 4 infatti gli elementi per il massimo sviluppo della muscolatura: 1) allenamento, 2) alimentazione, 3) riposo e 4) integrazione alimentare. Se anche uno solo di questi fattori non verrà applicato alla perfezione non si otterranno i risultati sperati. Il bodybuilding è una disciplina dura, che richiede sacrifici e solo coloro che si applicano otterranno i risultati desiderati.
Molti atleti si allenano come pazzi ma poi a tavola si lasciano andare mangiando tutto quello di cui hanno voglia; il risultato è un aumento del grasso corporeo, grasso che ricopre i muscoli così faticosamente sviluppati con l'allenamento. Altri atleti non riposano a sufficienza, fanno le notti bravi andando a letto tardissimo e si svegliano presto la mattina per andare al lavoro oppure a studiare: senza le giuste ore di riposo non ci possono essere risultati perché l'organismo non recupera a sufficienza.
In ultimo gli integratori. Alcuni affermano: "A cosa serve spendere soldi negli integratori quando si possono ricavare le stesse sostanze dalla normale alimentazione?" La realtà è che spesso non si possono assumere le stesse quantità di sostanze ricavandole dai normali cibi. Prendiamo ad esempio la creatina: per assumerne 3 grammi occorre ingerire 1 kg di carne rossa, ingerendo anche 150 grammi di grassi contenuti nella carne stessa. Non è certo quello che ci vuole per una buona definizione muscolare!
Coloro che assumono abitualmente integratori sanno quanto sia importante questo aspetto e sono ben contenti di fare questo investimento economico sul proprio fisico anziché spendere soldi in sigarette ed alcolici come fanno moltissime persone. Quelli sì che sono soldi buttati via!

Checché se ne dica , un fisico forte, muscoloso e definito è sempre piaciuto di più che uno grasso e con la pancia, non solo alle donne ma anche agli artisti che nel passato hanno usato,come canoni estetici ideali, fisici muscolosi e scolpiti per le loro opere d'arte.

Bene, siamo arrivati veramente alla fine, non rimane altro che augurare buoni risultati a tutti.


DISCLAIMER


L'articolo "I segreti di allenamento per l'aumento della massa muscolare" è stato scritto per aiutarvi a sviluppare un fisico muscoloso seguendo comprovate strategie scientifiche per il bodybuilding. L'allenamento con i pesi è un'attività fisica molto impegnativa; vi consigliamo pertanto di consultare il vostro medico e di fare tutti gli accertamenti medici del caso prima di iniziare. Tutto quanto riportato in questo trattato è a puro titolo informativo e l'utilizzo delle metodiche e degli allenamenti qui riportati è a vostra totale discrezione e responsabilità.


Stefano Del Picchia, diplomato come operatore attività motorie presso il centro CONI della Regione Toscana. Città: San Miniato (PI).

Titolare della azienda WIKENFARMA integratori alimentari. Sito aziendale: www.foodcompany.it



ARTICOLI CORRELATI

Aumentare la massa muscolareIntegratori per aumentare la massa muscolareDieta per aumentare la Massa MuscolareMetodi di Allenamento Ipertrofia e Forza: Veloce, Massima e ResistenteEsempio Dieta per aumentare la Massa MuscolareEsempio dieta per la massa per ectomorfiRimedi per il Catabolismo MuscolareAllenamento per la massa: il Time Under Tension (TUT) nell'High Volume Training (HVT) Digiuno intermittente per aumentare la massa muscolare e dimagrireThree Sets - Massimo stimolo muscolare, allenamento efficaceAggiungere massa muscolare durante la notteAumentare la massa muscolare: sistema di volume tedescoCatabolismo MuscolareContrazioni statiche per aumentare la massa muscolareCrescita muscolare: esercizio, integrazione o alimentazione?Esempio dieta per la massa per endomorfiFasi di massa: non ingrassare troppoFisico esile e difficoltà a guadagnare massa muscolareI due fattori per la crescita muscolareIl perché della crescita muscolareIl ruolo del carico nel body buildingLo SBUBBONE un amico sincero per la crescita muscolare?Body composition su Wikipedia ingleseIpertrofia muscolareIpertrofia FunzionaleDiametro Trasverso del MuscoloForza, Ipertrofia Muscolare e Preparazione AtleticaIpertrofia dei muscoli accessori della respirazione: Cause e SintomiIpertrofia muscolare: un approccio globaleIpertrofia prostaticaIpertrofia Soluzioni Base – TUT ed altre considerazioniIpertrofia ventricolare sinistraNumero di ripetizioni e ipertrofia muscolareSintomi Ipertrofia ventricolareSpinning e ipertrofia muscolareTest dei 30 minuti: valuta il tuo livello d'ipertrofia muscolareipertrofia su Wikipedia italianoHypertrophy su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 12/03/2016