"Pump": di che cosa si tratta

A cura del Dott. Roberto Penuti


« introduzione al pump


Nella prima parte della serie di ripetizioni è presente una forte attivazione del metabolismo anaerobico, con produzione e conseguente accumulo di acido lattico che, a causa della sua composizione tossica per l'organismo, provoca forte affaticamento, sia fisico che psicologico. Riuscendo a continuare l'attività, gli atleti, grazie all'allenamento, cominciano ad attingere le forze dal metabolismo aerobico.
Pump deltoideLe fasce muscolari sottoposte a maggior lavoro sono quelle di tipo 1 o lente che sfruttano il metabolismo ossidativo ma il successivo aumento di forza dipende dal lavoro e dal fievole aumento di massa muscolare a carico delle fibre muscolari di tipo intermedio che sfruttano anche il metabolismo di tipo lattacido e sono una via di mezzo tra le fibre di tipo 1 e 2. Ovviamente le linee di demarcazione sono spesso alquanto sfumate; dipendono molto dai carichi utilizzati e dal tipo di sequenza e di velocità con i quali si svolgono le ripetizioni.
L'allenamento porta a un adattamento specifico che si traduce in un miglioramento anaerobico, aerobico e cardiovascolare.
Il miglioramento fisiologico è riscontrabile in un'espansione delle riserve di glicogeno muscolare ed epatico, ad un'ottimizzazione della rete capillare a livello periferico, ad un aumento per mitosi degli organelli intracellulari (in particolare dei mitocondri che forniscono ATP "adenosintrifosfato" quindi energia, pronta per l'uso) e ad una miglior idratazione intracellulare. Altri miglioramenti degni di nota riguardano le articolazioni che traggono beneficio da una incrementata idratazione delle cartilagini e da un rafforzamento dei tendini e delle ossa causa lavoro con i sovraccarichi.
Tutto ciò porta a indubbi miglioramenti dal punto di vista funzionale: un miglior rifornimento di ossigeno ai tessuti, uno smaltimento più veloce dei rifiuti tossici e una maggiore resistenza muscolare allo sforzo, grazie al perfezionamento della qualità e della composizione dei muscoli scheletrici. Maggiore stabilità da parte delle articolazioni porta a minor rischio di infortuni e di dolori articolari.

Dal punto di vista estetico è prevedibile un aspetto più atletico, muscoli più tonici alla vista e al tatto, senza grandi aumenti dell'ipertrofia muscolare.

Per quanto riguarda altri protocolli di allenamento utilizzati abitualmente nella pratica di questa attività, come ad esempio allenamento agonisti/antagonisti, circuit-training, super serie per il medesimo gruppo muscolare o per distretti del corpo differenti, allenamento ad azione cardiaca periferica adattato al pump, possiamo osservare che, pur presentando molte sfaccettature, gli allenamenti sopra indicati sono tutti tratti dalla sala pesi e riadattati all'attività di gruppo in sala fitness. Questo dimostra che il metabolismo anaerobico presenta grande importanza ed è al centro dell'allenamento.
L'obbiettivo pare molto chiaro ed è quello di andare a stimolare l'organismo con sovraccarichi e serie a sfinimento al fine di aumentare le calorie bruciate dal metabolismo basale che è attivo, non solo mentre ci alleniamo, ma durante tutto il resto delle ventiquattro ore. Sembra assurdo ma questo processo ci porta a bruciare più calorie anche mentre siamo sdraiati sul divano o a letto dormire. E' infatti dimostrato scientificamente che l'allenamento con i sovraccarichi porta ad aumento del metabolismo per circa quindici o sedici ore successive all'attività, mentre l'aerobica lo fa solo per alcune ore (Calcagno 2000).
Il pump, seppur con azione indiretta, in quanto durante la pratica non va ad intaccare in modo ingente le riserve di grasso, è da considerarsi un'ottima attività per coloro che potendo fare attività fisica ma, annoiandosi in sala pesi, debbano ottimizzare la propria composizione corporea, a vantaggio di muscoli tonici piuttosto che dell'adipe. Se non fosse ancora chiaro, stiamo parlando di una grossissima fetta di clientela che frequenta abitualmente palestre e centri fitness.



Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015