Perché Scegliere un Personal Trainer a Domicilio

A cura di Davide Cacciola, responsabile del progetto Stai in Forma – Personal Trainer a domicilio


Il Personal Trainer a domicilio è sempre più richiesto, soprattutto nelle grandi città, per motivi legati principalmente a due fattori:

  • Tempo a disposizione: Molte persone non hanno più tempo per recarsi in palestra: gli impegni di lavoro e/o familiari, il traffico delle grandi città, gli imprevisti, rendono difficile frequentare con costanza la palestra. personal-trainer-casaBasti pensare che per svolgere una seduta di allenamento di un'ora mediamente ce ne vogliono due o tre, considerando i tempi di spostamento (andata e ritorno, spesso nel traffico delle ore di punta) e quelli di preparazione (cambi di abbigliamento e doccia). Considerando anche che bisognerebbe allenarsi almeno 2-3 volte a settimana per avere risultati soddisfacenti, a conti fatti per fare 3 ore effettive di allenamento bisogna sprecarne almeno il doppio. Con il Personal Trainer a domicilio si ottimizza il tempo a disposizione senza rinunciare all'efficacia di un allenamento personalizzato.
  • Atmosfera: L'ambiente caotico e impersonale di alcuni centri fitness può scoraggiare e rendere poco piacevole l'esperienza di allenamento, provocando, a volte, un abbandono precoce dell'attività sportiva ad abbonamento in corso. Questa problematica è vissuta soprattutto dai “neofiti”, cioè coloro che si approcciano per la prima volta all'allenamento o non l'hanno mai fatto con costanza. Avere una prima esperienza poco piacevole in un luogo dove sembra che tutti gli altri siano a proprio agio e, in alcuni casi, dove non si riceve il giusto avviamento da personale qualificato, ha un forte impatto negativo sulla motivazione e sulla voglia di tornare in quel luogo. In questi casi il Personal Trainer a domicilio può aiutare a creare un'esperienza di allenamento piacevole, che rappresenta il primo passo per instaurare una nuova abitudine legata all'esercizio e orientata al benessere fisico.

L'allenamento in casa può essere efficace quanto quello in palestra?

Per rendere un allenamento efficace, sia esso fatto in casa, in palestra o in qualsiasi altro luogo, occorre rispettare alcune regole della metodologia dell'allenamento e applicarle nel contesto in cui ci si trova.
Ma quali sono queste regole? Ve ne sono tante, ma riguardo l'allenamento in casa le più importanti sono:

  • Intensità di allenamento per tonificare: Per tonificare la propria muscolatura si deve prediligere l'intensità al volume, dove per intensità si intende carico di allenamento e per volume quantità di allenamento. Sarà sempre più efficace per la tonificazione muscolare un esercizio ad alta intensità e basso volume piuttosto che un esercizio ad alto volume e bassa intensità. Per rendere più semplice il concetto, squat o affondi con manubri sono esempi di esercizi ad alta intensità e basso volume, un corso di step o una corsa lenta di quaranta minuti sul tapis roulant sono invece esempi di attività ad alto volume e bassa intensità. Dunque basta dotarsi di qualche attrezzo per l'home fitness - come una coppia di manubri componibili, dei dischi in ghisa, una fitball e un tappetino - per creare le condizioni adatte per rispettare questa regola. Non è vero che i corsi fitness e le attrezzature in palestra rendono gli allenamenti più efficaci di quelli a domicilio, come non è vero che per ottenere risultati allenandosi a casa basta un tappetino e due bottigliette d'acqua!
  • Giusto equilibrio tra volume e intensità per dimagrire: Per dimagrire si deve impostare l'allenamento in maniera tale che ci sia il giusto rapporto tra volume e intensità. Esercizi ad alto volume, bassa intensità e lunga durata, come una camminata a ritmo sostenuto sul tapis roulant, stimolano il metabolismo dei grassi per ricavare l'energia necessaria all'attività fisica. Gli allenamenti ad alta intensità come i circuiti o la tipologia di esercizi descritti nel paragrafo precedente stimolano, oltre che la muscolatura, un'accelerazione del metabolismo nelle ore successive all'allenamento. Dunque per dimagrire e mantenere la muscolatura tonica occorre curare entrambi gli aspetti.
    Se non si dispone di un tapis roulant o di una cyclette, si può tranquillamente fare una camminata fuori casa o al parco.
  • Continuità e progressività: la costanza negli allenamenti e la progressività dei carichi di allenamento sono principi fondamentali per raggiungere risultati tangibili. Se si decide di allenarsi 2 o 3 volte a settimana, è importante rispettare questa frequenza settimanale e non saltare gli allenamenti, come è importante che i carichi di allenamento, il numero di ripetizioni e delle serie, i recuperi, la tipologia di esercizi e il carico generale di allenamento siano di intensità progressiva per stimolare miglioramenti continui. Questi principi o regole possono essere rispettati facilmente anche allenandosi a casa, se si dispone di un minimo di attrezzature e delle giuste indicazioni fornite dal Personal Trainer.
  • Individualizzazione: E' forse la regola più importante: non esiste un metodo di allenamento che vada bene per tutti, per cui è sempre meglio preferire un Personal Trainer piuttosto che affidarsi a schede di allenamento generiche presenti sul web o video corsi di fitness a casa

Come scegliere il Personal Trainer a domicilio

Allenarsi con un Personal Trainer a domicilio vuol dire scegliere l'efficacia e la comodità.
Pertanto, nella scelta del professionista occorre considerare questi aspetti:

  • Formazione: Per prima cosa si deve valutare la formazione professionale del Personal Trainer: assicurarsi che sia laureato in Scienze Motorie o certificato dalle principali federazioni sportive o società di formazione riconosciute dal CONI.
  • Esperienza: Oltre alla formazione conta anche l'esperienza, intesa come l'insieme degli anni di lavoro, del numero di persone allenate e della loro soddisfazione: consiglio di chiedere al Personal Trainer curriculum e referenze dei clienti.
  • Disponibilità e flessibilità: Il servizio a domicilio nasce per essere comodo per il cliente, pertanto il Personal Trainer deve rendersi disponibile a venire incontro alle fasce orarie e giorni comodi al cliente.
  • Attrezzature a disposizione: Come scritto sopra, non basta un tappetino per rendere un allenamento a domicilio efficace, pertanto assicurarsi che il Personal Trainer abbia un set di materiali per l'allenamento a domicilio, come manubri componibili, dischi in ghisa, kettlebell e trx, oltre che attrezzi per la valutazione iniziale della composizione corporea come ad esempio un plicometro e/o un impedenziometro.


ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 13/03/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifestaMal di testa da aereo: causeIl computer causa mal di testa?Mal di testa da gelato: come evitarlo