Paulo Coelho e una magia chiamata fitness

A cura di Fabio Grossi


Paulo Coelho è considerato lo scrittore più "in voga" del momento, nonché un vero e proprio "guru' del marketing letterario. Ha venduto quasi cento milioni di libri in tutto il mondo ed è stato tradotto in 64 lingue.

 

Coelho si occupa di fitness in "Sono come il fiume che scorre", in cui tesse le lodi di una particolare pratica sportiva, il nordic walking o "camminata nordica", in cui si cammina utilizzando i bastoncini da sci. Scopre il nordic walking nell'autunno del 2003: mentre passeggia  nel centro di Stoccolma , si accorge di una donna che cammina, appunto, con i bastoni da sci. Inizialmente pensa che quella donna sia pazza, ma poi il suo editore gli spiega che con quella pratica, oltre alle gambe, si allenano la braccia, le spalle, i muscoli della schiena, rendendo quell'esercizio molto completo e che è diventato il suo passatempo preferito, insieme al tiro con l'arco.
A distanza di tempo si ricorda della famosa camminata nordica e decide di utilizzarla, in compagnia della moglie. Nel testo la descrive effettivamente come una scoperta fantastica e sottolinea che la moglie ha appreso in internet che, con i bastoncini, si brucia il 46% di calorie in più rispetto ad una normale camminata.

E così la nordic walking è entrata a far parte della loro vita quotidiana.
Ma è sfogliando attentamente le pagine del suo ultimo romanzo biennale -"La Strega di Portobello"- che abbiamo scovato interessanti e più diretti riferimenti alla nostra attività di trainers ed istruttori di fitness.
una magia chiamata fitnessLa Strega di Portobello non è la solita storia narrata da Coelho; questa volta l'autore ci porta a conoscere in maniera indiretta il personaggio principale -Athena-, attraverso le parole e le testimonianze di alcune persone che l'hanno conosciuta ed amata. Come di consueto, è l'amore il tema dominante del romanzo, ma un amore mai sdolcinato e dai connotati piuttosto concreti.
Quella di Athena è una vita senza radici, che la spinge a girare il mondo alla ricerca di quel qualcosa che sente non appartenerle; non pone attenzione su ciò che ha (figlio a parte, al quale si dimostra legatissima), ma su quello che non ha, su quei buchi o vuoti che la ossessionano. Figlia di una zingara, adottata da una famiglia benestante libanese, vive nei posti più disparati, fino a giungere nel quartiere londinese di Portobello. E' proprio qui che -di lì a poco- rivelerà tutte le sue caratteristiche di strega, attraverso premonizioni, sogni e diagnosi mediche a dir poco miracolose. Una sera -in un momento di trance in cui si trasfigura in una certa Hagia Sofia- la protagonista comincia un monologo che chiama in causa argomentazioni come dieta, stile di vita ed esercizio fisico.
Proveremo ora a commentare questi versi, riportandone testualmente alcuni passaggi salienti.

... Fu allora che la voce di Hagia Sofia disse:
"Oggi, prima di concludere, parleremo di dieta. Dimenticate tutte quelle storie dei regimi alimentari."
Dieta? Dimenticate questa storia dei regimi alimentari?
"Siamo sopravvissuti per tutti questi millenni giacchè abbiamo potuto mangiare. E, oggi, sembra, che ciò sia diventato una maledizione. Perché? A quarant'anni, che cosa ci spinge a cercare di lottare per avere il corpo di quando eravamo giovani? E' possibile fermare questa dimensione del tempo? Di sicuro, no. E perché dobbiamo essere magri?"...

Soffermiamoci un attimo su questo passaggio.
Cara strega, non è questione di essere magri o grassi: pensiamo solo alla prevenzione del rischio cardiovascolare, tralasciando i discorsi sull'aspetto estetico.  In generale il rischio cardiovascolare inizia ad aumentare con una certa rilevanza -nell'uomo- dopo i 45 anni e nella donna dopo i 55 anni, per quest'ultima in coincidenza con l'avvento della menopausa.
Un peso corporeo elevato determina un aumento del rischio cardiovascolare, anche perché spesso il sovrappeso si associa ad ipertensione, dislipidemie e diabete. E' bene sottolineare che il peso corporeo tende ad aumentare con l'età e che uno dei modi più corretti di valutare i rischi che ne derivano è rappresentato dal calcolo dell'indice di massa corporea -body mass index (peso/altezza²), che tiene in considerazione anche la struttura corporea del soggetto. Nei soggetti normopeso questo valore è inferiore a 25, mentre nei soggetti in sovrappeso è compreso tra 25 e 30; valori superiori a 30 indicano obesità , ovvero un vero e proprio stato patologico.
Proseguiamo con la lettura...

..."Noi compriamo libri, frequentiamo palestre, sprechiamo una parte considerevole della nostra concentrazione nel tentativo di fermare il tempo, mentre dovremmo celebrare il miracolo di essere su questa terra. Anziché pensare al modo per avere una vita migliore, siamo ossessionati dal peso."
"Dimenticate questa illusione. Potrete leggere centinaia di libri, ripetere migliaia di esercizi fisici e sottoporvi a tutte le privazioni che riuscirete ad escogitare, e vi ritroverete sempre e soltanto con un'unica possibilità: smettere di vivere, altrimenti ingrasserete."...

Strega, non  esagerare: non abbiamo necessariamente bisogno di eseguire o ripetere migliaia di esercizi fisici e sottoporci a tutte queste terribili privazioni. Ti facciamo notare che la sedentarietà è una delle peggiori abitudini della vita moderna e che la scarsa attività fisica presenta diversi effetti sfavorevoli: per esempio, riduce i consumi energetici dell'organismo, favorendo -nei casi più eclatanti- l'obesità; oppure riduce il valore del colesterolo HDL nel sangue, che svolge un importante ruolo protettivo. In più, le persone che conducono una vita sedentaria incorrono in un'incidenza di malattie cardiovascolari da 2 a 2,5 volte maggiore rispetto a quelle che svolgono un regolare esercizio fisico. Mia Cara Strega di Portobello, in realtà basterebbe una giusta ed adeguata attività di tipo aerobico -e non migliaia di esercizi, come dici tu!- per influenzare favorevolmente molti fattori di rischio per la salute.
Ma Athena -alias Hagia Sofia - si rende conto di avere un pochino esagerato, di essere momentaneamente uscita fuori dal seminato. Sentite qui sotto come continua la sua orazione:

"Mangiate con moderazione, ma con piacere: il male non è in quello che entra, ma in ciò che esce dalla bocca. Ricordatevi che, per millenni, abbiamo lottato per non morire di fame." ...
..."Usate l'energia e l'impegno di una dieta per alimentarvi del pane spirituale. Dovete capire che la Grande Madre concede sempre con abbondanza e saggezza - seguite questi pochi dettami e non ingrasserete più di quanto il tempo richieda.
Anziché bruciare artificialmente le calorie, cercate di trasformarle nell'energia necessaria per realizzare i sogni: nessuno si è mantenuto magro per lungo tempo solo grazie a una dieta."

Riesce piuttosto difficile darle torto, no?
Dulcis in fundo, al termine di tutta la predica di Hagia Sofia, Paulo Coelho ci fornisce un assist clamoroso -sempre per bocca di uno dei testimoni che descrivono la vicenda- regalandoci un commento a dir poco eccezionale:

"Dopo aver affrontato un tema particolarmente delicato come la religione, la famosa Athena si era spinta oltre: aveva parlato di dieta - un argomento di interesse nazionale, più importante delle guerre, degli scioperi o delle catastrofi naturali. Non tutti credono in Dio, ma tutti vogliono dimagrire."

 

"Non tutti credono in Dio, ma tutti vogliono dimagrire", dunque...

A questo punto tocca a noi personal trainers soddisfare questo bisogno collettivo di forma fisica. E allora, cosa stiamo aspettando?
Vorrei concludere rivolgendomi a tutti i colleghi istruttori di fitness con il puntuale appoggio delle parole di Paulo Coelho, che in una delle sue prime opere pubblicate -"Il Cammino di Santiago"-, spronandoci alla continua formazione ed alla pratica costante di ciò che apprendiamo, afferma:

"Il cammino della sapienza... deve avere un'applicazione pratica nella vita, altrimenti la sapienza diventa una cosa inutile e arrugginisce come una spada che non viene mai utilizzata"

Articoli consultati:

 

P. Coelho, "I miei libri, i miei tormenti", traduzione di Maria Sepa, da "Il Corriere della Sera" del 3 maggio 2007.
P. Mosca, "I mille volti di una strega", da "Il Messaggero" del 4 maggio 2007.
C. Taglietti, "Metti Paulo Coelho nella rete: e la sua "Strega" diventa un film", da "Il Corriere della Sera" del 29 ottobre 2007.

 

Testi consigliati e riferimenti bibliografici:


P. Coelho, "Il Cammino di Santiago"(O Diàrio de Um Mago), Bompiani, Milano 2001.
P. Coelho, "Sono come il fiume che scorre - Pensieri e riflessioni 1998-2005" (Ser como o rio que flui), Bompiani, Milano 2006.
P. Coelho, "La Strega di Portobello"(A Bruxa de Portobello), Bompiani, Milano 2007.



ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITĂ€

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?