Analisi "stabilometrico-posturale e motoria" di un gruppo di anziani praticanti Ginnastica Dolce

A cura del Dott. Matteo Giardini

Titolo:

Analisi "stabilometrico-posturale e motoria" di un gruppo di anziani praticanti Ginnastica Dolce, facenti parte del Progetto comunale "Programma Salute", presso la Palestra Comunale della Scuola "Raggio di Sole" in località Mandriola presso il Comune di Albignasego (Padova).

Autore:

Prof. Matteo Giardini, insegnante di educazione all'attività motoria presso la Scuola Superiore ENAIP di Padova e tecnico del Laboratorio di Biomeccanica "HumanLab" presso Il Poliambulatorio "Villa Ferri- Centro della Salute e del Movimento"

Premesse:

L'attività motoria ha evidenziato, con innumerevoli ricerche scientifiche, la sua  significatività (longitudynal study ACSM) riguardo agli effetti positivi legati all'incremento delle capacità motorie (forza; Fiatarone-Singh, 2002), rapidità, equilibrio, al calo ponderale (riduzione di peso) e anche al mantenimento/miglioramento della flessibilità a carico dell'apparato locomotore.

Altri studi (Gulati et al., Circulation; Myers et al., NEJM ) dimostrano che l'esercizio fisico è un "farmaco naturale" non solo per la  prevenzione di patologie dell'apparato cardiovascolare (ipertensione arteriosa, dislipidemie, etc ), ma anche dell'apparato osteomuscolare (Sarcopenia;Jones & Rose, 2005) e  dismorfismi/paramorfismi del rachide. Un altro aspetto è legato ai costi sociali ingenti, come per le cadute nell'anziano, che provocano nella maggior parte dei casi (51%) l'invalidità permanente; anche in questo ambito l'attività motoria mostra i suoi effetti positivi, prevenendo l'ipocinesi (N F Toraman, Br J Sports Med 2005).
Si è voluto quindi monitorare un corso di Ginnastica Dolce, per una durata di  90 giorni, mantenendo le stesse condizioni ambientali, logistiche e nella tempistica delle analisi da eseguire.
Gli obiettivi sono legati al riscontro di miglioramenti nelle capacità motorie e dell'equilibrio statico e dinamico. Per quanto riguarda la componente legata al calo ponderale, non si aspettano significativi risultati, poiché non vi è un programma specifico di allenamento aerobico.

Metodi:

E' stato studiato un  gruppo di (n= 10) anziani scelti in modo consecutivo, (età media = 65 anni ; SD= 8,5), che partecipavano al corso di Ginnastica Dolce (martedì e venerdì) presso la palestra della struttura scolastica "Raggio di Sole" in  località Mandriola, del Comune di Albignasego per due ore totali a settimana.
Come metodologia di lavoro si è tenuto conto dei dati antropomorfici (all'inizio e alla fine del corso) dei partecipanti: età, peso, altezza, e composizione corporea "Indice di massa corporea" [BMI], rapporto circonferenza della vita e del fianco, le capacità motorie (forza, forza resistente, rapidità , equilibrio e flessibilità) e la componente di controllo posturale per il mantenimento della stazione eretta, attraverso l'utilizzo dello strumento di analisi "Stabilometria" con  occhi chiusi e aperti, in appoggio bipodalico su piano rigido e instabile con "tappettino propiocettivo", al fine di analizzare la componente di attivazione: 1= neurologica, 2 = propiocettiva, 3 = muscolare, per una durata di 25 secondi, secondo il protocollo della Scuola Francese di Posturologia Clinica (Gagey,Weber,Bonier,et al).
L'elaborazione statistica dei dati per il calcolo della significatività ha riguardato il "t test con dati appaiati" (con valore di significatività per p<0.05).

 

Test di analisi fisica:

  1. con statimetro misura della altezza in centimetri
  2. con bilancia analisi del peso in kg
  3. con metro analisi della circonferenza in cm di vita e fianco

Per quanto riguarda i test motori si è utilizzato il Senior Fitness Test (Rikli and Jones, 1999), ad esclusione del test di resistenza aerobico, per problematiche logistiche.

  1. flessibilità: dalla posizione seduta andare a toccarsi la punta del piede con le dita della mano
  2. forza resistente: eseguire il numero massimo di piegamenti sulle gambe, partendo da una posizione seduta
  3. forza resistente: eseguire il numero massimo di flessioni ed estensioni del avambraccio sul braccio con un peso (manubrio) di 2 Kg in un tempo di 30 Secondi
  4. equilibrio dinamico: da posizione seduta su una sedia, alzarsi in posizione eretta e percorrere tre metri, girarsi e ritornare in posizione seduta sulla sedia nel minor tempo possibile
  5. flessibilità: toccarsi le dita delle mani in sede anatomica sopra scapolare (si misura la distanza tra dito medio dx vs sx)

Test di equilibrio :

  1. Romberg Tets  tandem con occhi aperti e chiusi
  2. analisi strumentale con stabilometria in ortostatismo statico: 

- occhi aperti su appoggio bi podalico stabile per un tempo di 25 secondi

- occhi chiusi su appoggio bi podalico stabile per un tempo di 25 secondi

- occhi aperti su appoggio bi podalico instabile, su tappettino propiocettivo per un tempo di 25 secondi

- occhi chiusi su appoggio bi podalico instabile, su tappettino propiocettivo per un tempo di 25 secondi

Risultati:

Dopo i tre mesi di allenamento i partecipanti al corso hanno evidenziato un cambiamento significativo per quanto riguarda alcuni test motori:


1) il test backstrech dx vs sx ha avuto un decremento della distanza tra le dita delle mani, da 13.65 Cm a 3.9 Cm (p<0.024), mentre il test backstrech sx vs dx ha mostrato un cambiamento da 18.8  Cm a 4.15 Cm  (p<0.001).


2) Test stabilometrici posturali:

appoggio bipodalico su tappettino propiocettivo, occhi aperti e pendolamento antero posteriore, significativa riduzione dell'energia impiegata per mantenere la postura da a (P<0.05)

appoggio bipodalico su tappettino propiocettivo , occhi aperti e pendolamento medio laterale, riduzione che si avvicina alla significatività con una riduzione dell'attivazione neurologica da a (P<0.06) e  riduzione della componente propiocettiva da a (P<0.06)

appoggio bipodalico su tappettino propiocettivo , occhi aperti e pendolamento medio laterale, con riduzione, che si avvicina alla significatività,  dell'attivazione neurologica da a (P<0.06) e  riduzione della componente propiocettiva da a (P<0.06)

appoggio bipodalico su piano stabile, con occhi aperti, in pendolamento antero posteriore, vi è un maggiore reclutamento della componente propiocettiva, con valori che si avvicinano alla significatività (P<0.07), anche la componente neurologica vede una riduzione della sua attivazione (P<0.07)

Di seguito sono riportati in "Tabella 1" i dati integrali di tutti i test.

 

Risultati Test della Composizione corporea:

 

 

ANNI ALTEZZA PESO FIANCO VITA RAPPORTO VITA/FIANCO BMI
PRIMO TEST MEDIA

65,00

160 Cm

69,73Kg

106,65Cm

88,30Cm

0,82

27,45

DEVIAZIONE STANDARD

8,51

0,06Cm

11,43Kg

12,61Cm

14,99Cm

0,05

5,50

SECONDO TEST MEDIA

65,00

160 Cm

68,73Kg

104,55Cm

88,64Cm

0,85

27,17

DEVIAZIONE STANDARD

8,51

0,06Cm

11,43Kg

13,66Cm

13,42Cm

0,08

5,39

P=NS

P=NS

P=0,32

P=0,42

 

Test Motori:

 

ALZARSI, PERCORRERE TRE METRI E RITORNARE IN POSIZIONE SEDUTA FLESSIBILITA BUSTO PIEGAMENTI SUGLI ARTI INFERIORI PER 30 SECONDI FLESSIONE AVAMBRACCIO SU BRACCIO DX MANUBRIO=2KG FLESSIONE AVAMBRACCIO SU BRACCIO SX MANUBRIO=2KG BACK STRETCH MANO SX VS DX BACK STRETCH MANO DX VS SX
PRIMO TEST MEDIA

6,70 Secondi

7Cm

12,7

18,9

20,2

13,65 Cm

18,8 Cm

DEVIAZIONE STANDARD

2,252 Secondi

10,93 Cm

1,41

2,37

3,25

8,00 Cm

8,41 Cm

SECONDO TEST MEDIA

6,21 Secondi

-0,2 Cm

14,55

20,88

22,11

3,9 Cm

4,15 Cm

DEVIAZIONE STANDARD

1,3 Secondi

3,00 Cm

3,00

2,42

1,83

9,66 Cm

8,95 Cm

significatività

0,48

0,123

0,095

0,085

0,123

0,024

0,001

 


Test di Equilibrio:

 

 

ROMBERG TANDEM TEST OCCHI APERTI ROMBERG TANDEM TEST OCCHI APERTI ROMBERG TANDEM TEST OCCHI CHIUSI ROMBERG TANDEM TEST OCCHI CHIUSI
PRIMO TEST MEDIA

0

0

0,4

0,5

DEVIAZIONE STANDARD

0

0

0,51

0,52

SECONDO TEST MEDIA

0

0

0,3

0,2

DEVIAZIONE STANDARD

0

0

3

2

Legenda:  0= test negativo   P= < 0,85  P=<0,091

 


Test stabilometrici:

 


Piano stabile con occhi aperti SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Joule) SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Joule)
PrimoTEST MEDIA 147,70 85,07 13,95 0,55 63,02 89,86 9,54 0,68 118,14 147,70
DEVIAZIONE STANDARD 60,10 12,34 11,57 0,79 19,79 8,72 8,36 0,57 51,32 60,10
SecondoTEST MEDIA 113,40 85,68 13,67 0,84 47,31 83,82 15,32 0,98 82,08 113,40
DEVIAZIONE STANDARD 81,71 10,35 10,23 0,24 30,09 4,88 4,50 0,58 90,74 81,71
significatività 0,30 0,96 0,64 0,28 0,19 0,07 0.070 0,26 0,29 0,30
Piano stabile con occhi chiusi SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Joule) SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Joule)
PRIMO TEST MEDIA 160,40 84,38 14,86 0,82 69,37 83,09 23,31 2,34 160,02 160,40
DEVIAZIONE STANDARD 89,26 12,66 11,95 0,81 38,18 11,32 24,82 3,56 122,88 89,26
SECONDO TEST MEDIA 157,44 77,39 19,76 1,05 79,37 85,24 14,21 0,79 175,56 157,44
DEVIAZIONE STANDARD 112,30 9,73 9,97 0,66 44,93 15,24 14,95 0,56 115,06 112,30
significatività 0,94 0,18 0,33 0,40 0,60 0,80 0,33 0,19 0,77 0,94
Piano instabile con occhi aperti SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Juole) SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Joule)
PRIMO TEST MEDIA 533,50 85,65 13,93 0,56 355,43 69,15 29,56 1,44 295,74 533,50
DEVIAZIONE STANDARD 283,39 9,52 9,27 0,35 170,36 14,14 13,72 0,80 104,75 283,39
SECONDO TEST MEDIA 591,43 76,36 22,91 0,73 250,55 76,21 22,66 1,46 486,11 591,43
DEVIAZIONE STANDARD 359,04 11,15 10,99 0,27 152,27 13,01 12,90 1,30 259,29 359,04
significatività 0,48 0,06 0,06 0,20 0,11 0,26 0,23 0,27 0,05 0,48
Piano instabile con occhi chiusi SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Juole) SUPERFICIE(mm) 0,5Hz O,5 A 2 Hz MAGGIORE 2Hz ENERGIA(Joule)
PRIMO TEST MEDIA 2156,60 78,21 21,18 1,06 925,54 71,67 26,67 1,98 1479,85 2156,60
DEVIAZIONE STANDARD 1104,46 16,40 16,09 0,78 576,59 14,93 14,18 1,43 766,36 1104,46
SECONDO TEST MEDIA 2679,70 69,56 29,81 1,13 1593,26 71,32 26,42 1,99 1723,28 2679,70
DEVIAZIONE STANDARD 1284,33 21,20 20,90 0,72 660,41 20,18 19,09 1,50 897,87 1284,33
significatività 0,341 0,83 0,39 0,83 0,32 0,95 0,97 0,98 0,53 0,341

 

 

TEST SECONDO E TEST PRIMO (PIANO STABILE CON OCCHI APERTI)

 

 

SECONDO TEST E PRIMO TEST (PIANO STABILE CON OCCHI CHIUSI)

 

 

SECONDO TEST E PRIMO TEST (PIANO INSTABILE CON OCCHI APERTI)

 

 

SECONDO TEST E PRIMO TEST (PIANO INSTABILE CON OCCHI CHIUSI)

 

 

Discussione:

Recenti studi hanno evidenziato che l'attività motoria può essere utilizzata come efficace mezzo di prevenzione a patologie delle più svariate specialità mediche ( cardiologiche, ortopediche, fisiatriche, pneumologiche e posturologiche). Il nostro studio prevede un indirizzo di recupero delle  capacità propiocettive e tonico posturali, tali da prevenire il rischio di cadute nell'anziano. Infatti un deterioramento del sistema di controllo dell'equilibrio (propiocettivo e neurologico), comporta instabilità della locomozione e nei movimenti della vita quotidiana. Un'altra importante caratteristica riguarda il miglioramento dei valori di forza resistente , necessaria per la  conduzione delle operazioni di vita quotidiana, ma anche della  flessibilità all'apparato muscolo tendineo per la prevenzione alle patologie degenerative e traumatiche  all'apparato legamentoso.
Nel nostro studio si sono osservati due soggetti con risposta anomala ai test Stabilometrici e Motori, che hanno influenzato l'elaborazione statistica, abbassando l'indice di significatività.
Riteniamo che tali comportamenti anomali, siano da valutare in sede di studi futuri, al fine di osservare due sottogruppi con caratteristiche motorie e di equilibrio differenti.

Conclusioni:

Si è osservato che un breve periodo di allenamento (90 giorni, 20 sedute di Attività Motoria), possono portare a significativi miglioramenti nella flessibilità mio tendinea (Test backstrech distanza mano sx vs dx= da 18,8 Cm a 4,15 Cm con p< 0.001; Test backstrech distanza mano dx vs sx= da 13,65 Cm a 3,9 Cm con p<0.024) e nel mantenimento dell'equilibrio, con osservazione del pendolamento antero-posteriore con occhi aperti e appoggio bi podalico stabile si osservano valori vicini alla significatività (p<0.07), con incremento della componente di attivazione neurologica (76.21% a 83.82) e la componente propiocettiva (p<0.07) che si riduce (da 22.66% a 15.329%). Su piano instabile con "tappettino propiocettivo", si evidenzia un riduzione significativa ( p<0.05) dell'energia impiegata per mantenere l'equilibrio da (486Joule a 295Joule ) e valori vicini alla significatività (p<0.06) della attivazione neurologica che passa da ( 76.36% al 85.65% ) e la componente propiocettiva (p<0.06) che passa da (22.91% a 13.93%).

Limiti:

I limiti principali osservati dallo studio sono il basso numero di soggetti osservati e il ristretto numero di sedute previste dal progetto "Programma Salute".

 

Ringraziamenti:

Comune di Albignasego
Laboratorio di Biomeccanica"HumanLab" presso il poliambulatorio Medica Ferri- centro della Salute e del Movimento diretto dal Dott.Marino Baldo, Medico Fisiatra
ASD RES  e il suo Presidente Prof. Giuseppe Baro
ASD "PlusBody" Fitness Club e il suo Presidente Dott. Diego Vaccari

 


ARTICOLI CORRELATI

Alleamento del risveglioEsercizi da Seduto - Esercizi Facili per AnzianiEsercizi Facili a Corpo LiberoEsercizi Facili per un Corpo più sodo da Svolgere OvunqueGinnastica da Seduti in UfficioGinnastica dolce per avere gambe e glutei fortiGinnastica dolce per ritrovare la forma fisicaGinnastica Over 60 per Migliorare la Circolazione e Rinforzare le ArticolazioniGinnastica per il mal di schienaEsercizi per la schiena: ginnastica in ufficiocondizionamenti neuroassociativi - ginnastica posturale T.I.B. -Consigli fisici - ginnastica posturale T.I.B. -Ginnastica di massima efficacia - ginnastica posturale T.I.B. -Ginnastica in gravidanzaGinnastica oculareGinnastica oculare - Gli Esercizi per gli OcchiGinnastica oculare - Visual TrainingGinnastica per il senoGinnastica posturale e PosturaGinnastica posturale T.I.B.Ginnastica posturale T.I.B. - Bibliografia -Ginnastica posturale T.I.B. - ginnastica di massima efficacia per l'uomo di oggiGinnastica posturale T.I.B. - Resistenza ed Elasticità -Ginnastica respiratoria e ginnastica posturaleHabitat e stile di vita "artificiali" - ginnastica posturale T.I.B. -I benefici della ginnastica in acquaLa ginnastica Post-partoLa rete di tensegrità connettivale - ginnastica posturale T.I.B. -La rieducazione vertebrale con il metodo Feldenkrais ®Postura e movimento - ginnastica posturale T.I.B. -Rieducazione motoria - ginnastica posturale T.I.B. -Rieducazione posturale - ginnastica posturale T.I.B. -Rieducazione respiratoria - ginnastica posturale T.I.B. -Sistema respiratorio e ginnastica respiratoriaTest per la Funzionalità Oculareginnastica su Wikipedia italianoGymnastics su Wikipedia inglese