Storia ed evoluzione del Fitness

A cura di Roberto Eusebio

 

Vicino oriente (4000.250 aC): i capi politici e miltari delle civiltà della Persia, Babilonia, Egitto, Palestina e Siria capirono l'importanza che l'efficienza fisica ed il rendimento delle forze militari era basato sul fitness inteso come attuazione di una rigorosa forma fisica. Il migliore esempio fu l'Impero persiano. All'età di sei anni iniziava la formazione imposta dal Capo di Stato Persiano che comprendeva la caccia, lunghe marce a piedi e a cavallo, ed il lancio del giavellotto. Storia ed evoluzione del fitnessUn sorta di palestra, invece, fu costituita per allenamenti basati sul miglioramento della forza e della resistenza piuttosto che sulla salute. Questo per creare soldati forti ed espandere l'Impero. Tuttavia la ricchezza e la corruzione dei politici e dei militari che ben presto animarono la Persia portarono ad un indebolimento del livello di fitness dell'Impero. Di conseguenza l'indebolimento militare che si verificò portò al crollo e alla fine dell'impero Persiano.

Antica civiltà greca (2500-200 aC) Atene: probabilmente non ci fu più alta considerazione del fitness come per la civiltà greca. L'idealismo della perfezione fisica, l'importanza per la bellezza del corpo, per la salute ed il benessere, così come si manifestò in tutta la società greca, non ebbe precedenti nella storia. Antichi medici greci hanno favorito la diffusione del fitness nell'antica società di Atene, tra i più importanti ricordiamo: Herode, Ippocrete e Galeno. I greci credevano nell'importanza dello sviluppo del corpo quanto in quello della mente, in quanto il benessere mentale è necessario per quello fisico. Infatti, furono i primi ad inserire la musica nell'esercizio fisico con un comune detto greco: esercizio per il corpo e musica per l'anima. Le attività fisiche erano svolte in palestre che consistevano in strutture chiuse per gli esercizi ed uno spazio esterno per i salti e la corsa. A "vigilare" ed educare i giovani nelle palestre vi erano delle figure (paidotribe) che rappresentavano le moderne figure del fitness trainer.

Sparta: i valori fitness di Sparta erano sentiti ancor di più che ad Atene. Lo sviluppo di una cultura fitness a sparta riguardava esclusivamente scopi militari. Nel corso di quest'epoca numerosi e sanguinari furono gli scontri tra i popoli. Ciò rendeva necessario mantenere alti livelli di performance fitness. I maschi della società di Sparta iniziavano all'età di sei anni fino ad età adulta ed erano educati direttamente dei membri del governo, i quali erano responsabili della formazione fisica del bambino. Tale educazione doveva garantire una formazione adatta al soldato adulto. Anche le femmine avevano l'obbligo di mantenere una buona forma fisica per essere in grado di avere figli forti che potevano così servire nel meglio lo Stato. I soldati di Sparta sono stati ricordati nella storia come il migliore modello fisicamente idoneo alla storia del genere umano in quanto a forza e vigore.

Civiltà romana (200 aC - 476 dC): dopo la civiltà Greca vi fu quella di Roma ad esaltare la condizione fisica segno dei più alti tempi di conquista e di espansione. In questo periodo tutti i cittadini romani di età compresa tra 17 e i 60 partecipavano al progetto di costituzione del corpo militare. Per questo tutti i romani dovevano garantire ottime condizioni fisiche per essere idonei al momento di bisogno. L'addestramento militare consisteva anche in attività come la marcia, il salto e il lancio con disco e/o giavellotto. Questo stile di vita formò forti personaggi, che conquistarono quasi la totalità del mondo occidentale.

I gladiatori. Quando la ricchezza e l'eccesso della concezione materialistica della vita furono priorità più alta rispetto alla condizione fisica, il popolo romano subì il suo declino. Il lusso e il decadimento fisico dei romani fu sopraffatto dalle tribù barbariche del nord Europa, superiori fisicamente.

LA CADUTA DELL'IMPERO ROMANO (476-1400) E IL MEDIOEVO (900-1400). Il crollo dell'Impero ad opera dei Barbari del Nord Europa simboleggia un cambiamento nello stile di vita. Il lussuoso stile di vita dei Romani aveva portato al completo deterioramento del benessere della civiltà. I barbari effettuavano ancora attività primitive come la caccia, la raccolta e l'allevamento, quindi attività fisica e fitness come presupposti per la sopravvivenza. Pertanto, con il crollo dell'Impero Romano si verificò un arresto nella cultura, ma l'unico evento positivo portato da questo periodo storico è stata la ripresa del fitness nello stile di vita. "...Quando le varie Civiltà hanno riconosciuto l'importanza dell'attività fisica per il benessere fisico sentirono la necessità di trasmettere questa conoscenza alla loro gente..."


« 1 2 3 4 »


Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015