Il Doping e le sue diverse destinazioni

Articolo a cura di Beppe Carrello


Sino a circa venti anni addietro la parola doping era nota solo agli atleti professionisti e agli esperti sportivi. Oggi questo termine di origine anglosassone è noto a tutti noi, a causa dell'incalzante ripetersi di casi che hanno coinvolto numerosi atleti d'elite. Doping DestinazioneMi piace sottolineare, che quasi tutti i farmaci dopanti sono stati ideati per curare varie malattie: ne sono un esempio alcuni ormoni peptidici in grado di stimolare la produzione endogena del testosterone, alcuni stimolanti come le anfetamine, l'ormone GH detto anche ormone della crescita, l'ormone eritropoietico ecc...Pensate, alcuni stimolanti e steroidi anabolizzanti furono concepiti negli anni quaranta per dare un "aiuto" psicofisico ai soldati tedeschi e statunitensi durante la seconda guerra mondiale. Recentemente, alcuni scienziati sono stati in grado di modificare proprio gli steroidi anabolizzanti (già noti al doping sportivo), allo scopo di non renderli tracciabili ai controlli antidoping. Dalla seconda guerra mondiale all'anno 2014 il fenomeno "doping" ha continuato a interessare massicciamente corpi militari e paramilitari, come la polizia, l'esercito, i vigili del fuoco. Il doping delle forze dell'ordine e dei soldati prende piede negli anni quaranta, e col tempo si diffonde diventando sempre più pericoloso per la salute. Una storia lunga ha anche il doping adottato nel body building, nato negli anni cinquanta negli Stati Uniti. I body builders, a dispetto dei soldati che anno assunto farmaci a scopo dopante in periodi definiti e in dosi contenute, sono stati spinti da uno sfrenato desiderio di accrescere i propri muscoli, assumendo farmaci dopanti in quantità smisuratamente superiori a quelle per cui tali farmaci erano stati collaudati in campo terapeutico. Sempre negli anni cinquanta, conobbero il doping anche gli attori ai quali veniva richiesta potenza corporea, specie se questa era pretesa poco tempo prima dell'inizio della lavorazione del film. Via via, dal cinema il doping verrà trasmesso a varie tipologie di spettacolo (teatro, ballo,show business in generale). Proprio grazie agli ambiti di diffusione appena citati (show business, militari, body builders), le case farmaceutiche agli inizi degli anni settanta hanno scoperto una realtà davvero appetibile, quantunque perversa e sbalorditiva: innumerevoli soggetti sani per apparire sono disposti ad assumere ingenti quantità di farmaci, che in origine nascono per curare le malattie, accollandosi così il rischio di divenire persone malate. Mediante l'utilizzazione di vere e proprie strategie calcolate, e di distribuzione, svariate aziende hanno inserito sul mercato diversi farmaci, specie di tipo ormonale, spacciandoli magari come integratori alimentari, o come miracolosi rimedi contro l'invecchiamento. Tale impiego falsato dei farmaci, messo in atto da molte aziende spesso attive nel mercato nero e che meglio di chiunque sono a conoscenza delle relative dannosità, costituiscono un buon canale di sbocco.
Meditate gente....!!!



Ultima modifica dell'articolo: 02/11/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ