Cortisolo: il peggior nemico del Fitness

A cura del Dottor Nicola Sacchi - Autore del libro: Farmaci e doping nello sport -


Il cortisolo è definito anche l'ormone dello stress, in quanto viene prodotto dal corpo in condizioni di stress, riconosciute dall'organismo come disturbo dell'omeostasi (equilibrio cellulare con l'ambiente). Qualunque evento in grado di perturbare l'omeostasi cellulare od organica è considerato dal corpo come un agente stressogeno.
CortisoloQuesto ormone è una sostanza la cui azione presenta numerosi aspetti negativi per il benessere e la salute. L'attività del cortisolo riduce le capacità fisiche, favorisce la ritenzione idrica, catabolizza la massa muscolare, favorisce l'accumulo del grasso, porta a stanchezza generalizzata e determina iperinsulinemia, rendendo così l'organismo decisamente fuori forma. Tutte queste azioni sono ovviamente controproducenti per una persona che cerca di mantenersi in forma. Per questa ragione è opportuno condurre uno stile di vita che controlli la produzione di questo ormone.
Come detto precedentemente, il cortisolo è secreto in misura maggiore quando un soggetto è sottoposto ad una situazione di stress cronico, pertanto, numerosi sono i fattori in grado di promuovere il rilascio di questo ormone; conoscerli ed evitare queste situazioni consente ad un individuo di restare maggiormente in salute.
È noto come le persone sottoposte a situazioni di stress tendano ad ingrassare, ad avere poca energia, a perdere massa muscolare, ad avere disturbi del sonno, a trattenere liquidi. Questi sono tutti effetti creati dall'aumento del cortisolo.
Per controllare meglio la produzione di questo ormone una persona può adottare numerosi accorgimenti nel proprio stile di vite:

 

Riposo:

  • Dormire almeno 8 ore, la mancanza di riposo è una condizione di grande stress
  • Non invertire i cicli diurni, quindi andare a letto la sera e svegliarsi la mattina presto, i ritmi biologici sono scanditi dalla luce, invertirli altera la produzione di glucocorticoidi
  • Fare, se possibile, un riposo di 30 minuti nel primo pomeriggio.

Alimentazione:

Allenamento:

  • Evitare allenamenti lunghi, dato che il rilascio di glucocorticoidi è proporzionale alla durata dell'attività fisica
  • Tenere un giorno di riposo dopo un allenamento intenso, in quanto i microtraumi muscolari indotti dall'allenamento attivano una risposta infiammatoria che se eccessiva determina rilascio di cortisolo, quindi allenare un corpo ancora affaticato dal workout precedente può favorire il rilascio di cortisolo

Buone abitudini:

  • Non trascurare le malattie dato che qualunque patologia favorisce il rilascio di glucocorticoidi
  • Ridurre i ritmi frenetici che possono stressare l'organismo
  • Cercare di ridurre stati d'ansia ed agitazione eccesiva
  • Evitare uso di droghe ed alcool

Proteggersi dagli agenti atmosferici:

  • Evitare i climi estremi, o perlomeno coprirsi quando è freddo e cercare luoghi freschi nelle giornate afose.
  • Proteggersi dal sole, in quanto l'eccessiva esposizione ai raggi solari danneggia la pelle, surriscalda il corpo e attiva una risposta infiammatoria.

Queste indicazioni migliorano la vita e permettono di ridurre la produzione di cortisolo, favorendo così la salute, il benessere, il dimagrimento, il fitness e la piena forma fisica.



Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015