Intervista a Massimo Rugolo

A cura di Massimo Rugolo


«

 

2) Ogni quanto tempo va cambiata la scheda di allenamento, per chi si allena 3 volte a settimana?

Allenarsi è come vivere, ognuno ha il suo metodo, ognuno ha la sua struttura ed ognuno di noi è davvero un individuo unico e solo nella sua specie.
Che ci si alleni 3-4-5 volte la settimana, non ha importanza, ognuno deve trovare soddisfazione in ciò che fa... e trovare la propria reale autostima, solo così arriveranno i progressi.
Le varie teorie sull'allenamento e sui giorni da seguire sono tante.
Ieri sera mi allenavo col mio amico Ricky (ma, ieri era domenica? che importa, per me è il miglior sistema per avere più risultati. Palestra vuota e tranquillità di trovare la propria concentrazione) e discutevamo sul miglior metodo di allenamento.
Io sono per l'alto volume, lui è per il BIIO, Lui si allena 2 volte a settimana, io al contrario anche 3-4 volte a settimana.
La conclusione del nostro dialogo, la volete sapere vero?
A parte l'alimentazione, fondamento di ogni teoria, sia io che lui, abbiamo stabilito che non vi è risposta esatta ma, che ognuno, ha dentro di sé uno stimolo ed una motivazione.  Si nasce con una spinta motivazionale ed un corredo genetico, e ciò non è mutabile.
Anzi, forse è più mutabile dal punto di vista fisico che da quello mentale.
Dal canto mio sono sempre stato abituato ad allenamenti anche 2 volte la settimana quando nuotavo o giocavo a Basket, visto che ero agonista a ottimo livello e lui non ha mai fatto sport se non palestra.
Quindi, per trarre il meglio per la mia motivazione continuerò a fare ciò che ho sempre fatto e lui invece continuerà a seguire il suo schema di allenamento.
E CONTINUEREMO AD ALLENARCI DA BUONI AMICI DEL FERRO ASSIEME LA DOMENICA SERA...!

 

3) Si possono ottenere dei risultati solo con l'allenamento, ma senza un'alimentazione particolarmente attenta (a causa di una vita frenetica che costringe spesso a mangiare fuori casa)?


No, la mia risposta è NO.
UN NO SECCO.
Al corpo non interessa se tu sei ingegnere o falegname, se sei architetto o istruttore, a lui interessa cosa gli dai e cosa fai per lui.
Il corpo, ricorda, Ti restituisce tutto ciò che gli dai.

terza parte »




Ultima modifica dell'articolo: 10/11/2016