Alla scoperta dell'allenamento perfetto

A cura del dottor Davide Marciano


Un allenamento che ha permesso lo sviluppo di massa e forza a un dato soggetto può essere adatto anche ad altre persone e dare a queste ultime gli stessi benefici ?
squat perfettoGli studi dimostrano che ogni persona è diversa dall'altra e risponde in modo del tutto diverso a stimoli uguali. Questo è dovuto essenzialmente ad una diversa genetica che ognuno di noi possiede  e in più, in campo sportivo, giocano un ruolo fondamentale anche l'attenzione, l'impegno e la passione.
La  stessa scheda di allenamento, infatti, può dare benefici ad un ragazzo che ha "tirato" ogni serie al massimo esaurimento muscolare, mentre ad un altro che, arrivato al numero di ripetizioni assegnate poteva tranquillamente farne altre 3 o 4, non avrà risultati.
Quindi si potrebbe affermare con certezza che non esiste un allenamento perfetto uguale per tutti ma vi sono invece delle regole di base che "tutti" dovrebbero rispettare per costruire un fisico degno di nota.
Per citarne alcune:

1) Basare l'allenamento su esercizi fondamentali (squat, stacco, panca piana, lento avanti, lat machine con presa inversa)
2) Fare dalle 4 alle 6  serie per fascia muscolare per avere una buona ed armonica crescita muscolare.
3) Cercare di aumentare progressivamente il carico sul bilanciere e ciò può avvenire solo programmando allenamenti di pura forza.
+ FORZA = + CARICO SUL BILANCIERE = MASSA MUSCOLARE
4) Non allenarsi per troppe settimane di seguito altrimenti l'ormone dello stress (cortisolo) impedirà la crescita muscolare e non permetterà la "supercompensazione".

Queste regole rappresentano le fondamenta sulla quale andremo a progettare un solido programma di allenamento.
Per il resto sarà competenza dell'istruttore, se valido, aggiungere o togliere un dato esercizio.

Vedi anche: Allenamento ottimale, esiste?





Ultima modifica dell'articolo: 22/02/2017

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ