Ciclismo: alimentazione e integrazione

INTEGRAZIONE E RIPOSO


Oltre alle caratteristiche legate al mezzo meccanico, alla metodologia di allenamento e a tutti gli accessori utilizzati dal ciclista, è necessario tenere in considerazione anche una corretta alimentazione ed un corretto riposo fisico.
Uno dei fattori più importanti legati alla mancanza di risultati in un ciclista, è la scorretta alimentazione, oppure un'integrazione alimentare sbagliata. È un vero peccato dover constatare come, per mancanza di competenza in materia, i risultati siano inferiori o addirittura compromessi.
La nutrizione per l'atleta, sia nel ciclismo che negli altri sport, è come il carburante per una macchina da corsa, se manca, non è sufficiente, oppure è di qualità scadente, la macchina non va.


Il riposo fisico del ciclista


Il riposo fisico del ciclista, ma anche quello di qualsiasi altro atleta che pratica attività di endurance, può essere suddiviso in 2 tipi: riposo fisico post training e riposo fisico generale.
Il riposo fisico post training è rappresentato dal tempo che deve intercorrere fra un allenamento e quello successivo. Si deve cioè far trascorrere un periodo di tempo tale da poter ripristinare le energie spese relativamente al raggiungimento del massimo picco supercompansativo.
Il riposo fisico generale è invece quel tempo che viene dedicato al riposo notturno; non si può pensare di allenarsi intensamente dormendo solo poche ore per notte. È necessario dormire ininterrottamente e comodamente almeno 7-8 ore.

L'alimentazione del ciclista


Ciclismo alimentazioen dietaLa corretta alimentazione di un ciclista prevede una colazione, un pranzo e una cena con caratteristiche alimentari equilibrate.
La colazione deve essere prevalentemente a base di Carboidrati complessi, riducendo le quantità di latte o derivati.
Il pranzo dovrà invece essere ricco di carboidrati e frutta.
La cena, per reintegrare le energie spese durante la giornata e l'allenamento, dovrà dare priorità all'assunzione di proteine (funzione plastica), verdure fresche (reintegro di sali minerali e vitamine) e zuccheri semplici (picco insulinico = recupero più rapido della funzionalità muscolare).
Durante la giornata, lontano dai pasti e in relazione all'entità degli sforzi sostenuti dall'atleta, sarà necessario assumere appositi integratori in grado di fornire energia immediata.
Infine, è necessario ricordare che l'idratazione è un fattore indispensabile per qualsiasi sport di durata e non solo.


Per approfondire:

L'alimentazione del podista

La supercompensazione di glicogeno

Integratori di aminoacidi

<< Precedente

ciclismo

Successivo >>





A cura di: Lorenzo Boscariol