Olio di nocciola

Nocciola o avellana

L'olio di nocciola è un olio da condimento estratto dal frutto, o meglio dall'achenio, dell'albero di nocciole, noto in botanica come Corylis avellana (famiglia Corylaceae o Betullacee, genere Corylus). Olio di NocciolaSi tratta di una pianta originaria dell'Asia che, in seguito all'importazione, si è diffusa facilmente in tutte le zone alpine ed appenniniche (da 0 a 1300m di altitudine), fino a costituire parte integrante della flora e del paesaggio autoctoni; le diverse qualità di nocciola presenti in Italia sono: Giffone, Nostrale di Sicilia o Racinante, Mortarella, Tonda gentile delle Langhe e Gentile Romana. La nocciola nostrana è commercializzata quasi tutto l'anno, ma il periodo di raccolta (effettuata prevalentemente a mano) dura circa 60 giorni: da inizio agosto a fine settembre con variabilità legate alla specie botanica, alla zona ed al clima.
La nocciola è un achenio anche catalogato come "frutta secca"; dal punto di vista nutrizionale contiene grandi quantità di lipidi monoinsaturi (MUFA - 45,7g/100g di parte edibile), polinsaturi (PUFA - 7,9g) e solo una piccola parte di lipidi saturi (4,5g); le proteine si aggirano intorno ai 15g e i glucidi a circa 16,7g. La nocciola vanta buone concentrazioni di vitamina E (tocoferoli - 15,4mg), alcune vitamine idrosolubili del gruppo B (soprattutto tiamina, riboflavina, niacina e piridossina), antiossidanti (flavonoidi e fitosteroli), selenio (2,4µg), calcio (114mg) e ridotte percentuali d'acqua (5,31g); queste caratteristiche, associate al metodo di estrazione "a freddo" (come l'olio vergine d'oliva) consentono l'estrazione abbastanza redditizia (che raggiunge il 60% del peso) di un olio con buone proprietà chimiche e nutrizionali.
NB. Tra i nutrienti della nocciola SOLO alcuni entrano a far parte dell'olio, ovvero le molecole chimicamente lipofile; quindi i trigliceridi e gli acidi grassi liberi, la vit. E, i fitosteroli e i flavonoidi. Il calcio, il selenio e le vitamine idrosolubili sono presenti solo in tracce.

Olio di nocciola

L'olio di nocciola è poco vischioso, trasparente o giallognolo, inodore, dal sapore dolciastro e con peso specifico di 0,9242g ad una temperatura di +15°C; solidifica a -10°C.
L'olio di nocciola contiene un'alta percentuale di lipidi insaturi, tale da permettergli di penetrare facilmente nella cute senza ungere (analogamente o meglio dell'olio di mandorle dolci), ragion per cui, oltre a rappresentare un alimento, costituisce un cosmetico adatto per:

  • Trattamento delle pelli grasse ed acneiche, sulle quali svolge un'azione diluente e purificante dei pori occlusi
  • Massaggio delle pelli secche nella prima infanzia, sulle quali svolge un'azione idratante
  • Trattamento delle ragadi al seno (Besancon, 1862)
  • Ingrediente dei saponi, fino a un 4-5% del peso complessivo
  • Ingrediente cosmetico di creme ed altri prodotti.

NB. L'olio di nocciola, sia dal punto di vista alimentare che cosmetico, può dare origine a reazioni allergiche.

Composizione e differenze con l'olio d'oliva

La composizione dell'olio vergine di nocciola è assai vicina a quella dell'olio vergine d'oliva, anche se con alcune piccole differenze legate alla ripartizione degli acidi grassi.
L'olio di nocciola NON contiene acidi grassi essenziali (A.G.E.) omega-3, mentre l'olio vergine d'oliva ne ha circa per l'1% dei polinsaturi totali (PUFA tot); quello di nocciola apporta circa il 6% di A.G.E. della famiglia omega-6, mentre l'olio vergine d'oliva ne è superiore con una percentuale del 10% rispetto ai PUFA tot; d'altro canto, la quantità di acidi grassi della famiglia omega-9 sembra maggiore nell'olio di nocciola con l'86% dei PUFA tot, a differenza di quello vergine d'oliva che raggiunge solo (si fa per dire) il 74% dei PUFA tot.
Ad ogni modo, la quantità prevalente di acidi grassi nell'olio di nocciola appartiene ai MUFA, per un totale di 78g/100g di parte edibile, a seguire i PUFA con 10,2g/100g e infine gli acidi grassi saturi (SFA) con 7,4g/100g. Non contiene colesterolo, bensì fitosteroli (fitoestrogeni) in quantità pari a 120mg/100g di parte edibile.

Frodi alimentari

In virtù della sua somiglianza all'olio d'oliva, quello di nocciola è stato frequentemente utilizzato (previo aggiunta di clorofilla) come ingrediente alieno per la produzione oleifera fraudolenta in porzioni di circa il 10-20% del peso complessivo.
Un esempio eclatante è stato scoperto e pubblicato su un quotidiano nazionale ormai 14 anni orsono; nell'articolo dedicato, si leggeva di un'inchiesta aperta e terminata con successo dalla procura di Trani finalizzata allo smascheramento di una truffa per un valore di diverse centinaia di miliardi di lire. L'illecito in oggetto prevedeva l'acquisto e l'utilizzo da parte di NUMEROSE AZIENDE ITALIANE di olio ricavato da nocciole estere DETERIORATE (poiché l'olio vergine e salubre di nocciola costerebbe quasi quanto quello di oliva; mentre questo alterato raggiungeva a malapena le 400 lire/litro) poi utilizzato per "tagliare" una miscela oleosa commercializzata con il nome di "olio d'oliva"; la truffa è stata facilitata dalla collaborazione di diversi complici-intermediari residenti in Svizzera, Panama e Isole Vergini.
Ciò è reso possibile dalla similarità del profilo lipidico appartenente ai due oli, aspetto chimico facilmente comprensibile dall'immagine sotto riproposta, tratta dal testo: Manuale degli oli e dei grassi, P. Capella, Tecniche nuove, 11.42.

Olio di nocciola
Dettaglio tecnico
: lo schema rappresenta i tracciati gascromografici degli oli extravergine d'oliva e di nocciola, ottenuti con l'utilizzo di una colonna capillare avente una fase stazionaria di tipo polare (TAP, Chromopack).

Utilizzo culinario

L'olio di nocciola è estratto a freddo, pertanto è un olio vergine; il suo utilizzo è sovrapponibile a quello dell'olio vergine d'oliva, pertanto (nonostante non presenti gli stessi pregi olfattivi e gustativi) si presta sia al condimento a crudo, sia alla cottura e alla frittura (grazie alla notevole quantità di grassi monoinsaturi); se paragonato agli oli rettificati, quello di nocciola dimostra una notevole stabilità al calore, seppur minore di quella dell'olio vergine d'oliva.


Bibliografia:

  • Star bene con l'olio d'oliva - L. Caricato - Tecniche Nuove - pag 68
  • Il libro dell'olio e dell'olivo - G. Bigongiali - Calderini edagricole - pag 121
  • Dizionario pratico di scienze e industrie; parte terza - G. Orosi - Livorno, a spese degli editori - pag 2380.
  • Il tuo sapone naturale. Metodi, ingredienti e ricette - P. Garzena, M. Tadiello - Edizioni FAG Milano - pag 44
  • Manuale degli oli e dei grassi - P. Capella - tecniche nuove - pag 11.42
  • La Repubblica - 10 settembre 1999 - P. Antolini - pag. 30.


ARTICOLI CORRELATI

Crema Spalmabile alle Nocciole tipo Nutella Brownies al Cocco e Nocciole - Senza Forno -Ricetta Crudista Farina di Nocciole Torta Cuore alle Nocciole Biscotti Ferro di Cavallo alle Nocciole Latte di Nocciole Fatto in Casa Latte di Soia con Nocciole e Banana Nocciole Nocciolo nelle Tisane Pan di Spagna alle Nocciole Plumcake Pere e Nocciole Senza Burro Torta di Nocciole Farcita - Senza Burro e Senza Olio Torta di Nocciole Vegana - Senza Burro e Senza Uova Ricette con granella di nocciola o mandorla Ricette con nocciole Gelato Proteico alla Nocciola – Senza Gelatiera Calorie Cioccolato al latte e nocciole Calorie Crema alle nocciole Calorie Gelato alla nocciola Calorie gelato, con panna, scaglie di cioccolato e noccioline Calorie Nocciole secche Gelato alla Nocciola Budino proteico alla nocciola Torta con zucchine, cacao e nocciole - torta vegana senza colesterolo Nocciole su Wikipedia italiano Hazelnut su Wikipedia inglese Olio di semi Oli vegetali Olio di palma Olio di oliva Oli essenziali Olio da Massaggio Olio di riso Olio o burro? Olio di Krill Oli e burri nei cosmetici Olio di pesce Perilla frutescens - Benefici dell'olio di perilla Olio di Semi di Zucca Conservazione sott'olio Olio da Massaggio: come scegliere l'olio Olio extravergine di oliva Oleoliti - Curarsi con gli Oleoliti Olio di macadamia Olio di Neem Pinzimonio Proprietà dell'Olio Extravergine di Oliva Olio di Palma Non Idrogenato Olio di Semi Vari Olio d'Argan Olio di Argan come Alimento e Integratore Olio di Germe di Grano Olio di Semi di Papavero Olio su Wikipedia italiano Cooking oil su Wikipedia inglese