Fonzies

Generalità

Le fonzies (o meglio twisties) sono un tipo di snack a base di mais che rientra nel gruppo dei “cheese puffs” (puffed corn snack).

Le fonzies vengono prodotte a partire da una miscela di lavorato di mais, riso, frumento ed acqua, posta all'interno di una macchina nota come “estrusore a testa rotante” o “random extruder”. Tale marchingegno cuoce la miscela sfruttando la combinazione di alte temperature e pressione, mentre forma i pezzi che diverranno lo snack solo dopo una cottura (essiccazione) definitiva.  

Il procedimento prevede, essenzialmente, il riscaldamento e la compressione della miscela, seguito dal successivo passaggio attraverso una piccola apertura. Inizialmente, l'alta pressione all'interno dell'estrusore impedisce l'evaporazione dell'acqua contenuta nella miscela, nonostante le alte temperature di cottura; non appena la miscela esce dalle piccole aperture della trafila, si verifica una brusca caduta della tensione e ciò fa espandere il prodotto per rapida evaporazione. In questo modo, tale processo conferisce alle fonzies una texture e un aspetto caratteristici, con superficie nodosa e forma “squiggly” (che potrebbe essere interpretata come “irregolare”). I segmenti vengono dunque passati in forno, aromatizzati e conditi con olio vegetale.
Le fonzies vengono distribuite a livello mondiale, spesso con nomi differenti. Ad esempio, fonzies è il nome italiano dello snack che nella maggior parte del mondo (eccezion fatta per la Nuova Zelanda e Malta) prende il nome di twisties.




Ingredienti e Composizione Nutrizionale

Le fonzies (quelle italiane) vengono prodotte a partire da un impasto fatto con: semola di mais, grassi vegetali, oli vegetali idrogenati, formaggio fuso in polvere 5%, siero di latte in polvere, aromi, sale, estratto di lievito ed esaltatori di sapidità (glutammato monosodico, guanilato disodico, inosinato disodico). Invitiamo comunque a controllare tali dati in etichetta, in quanto gli ingredienti dei fonzies, e la conseguente analisi nutrizionale, potrebbero essere cambiati rispetto all'ultima revisione dell'articolo.
Le caratteristiche nutrizionali delle fonzies sono riassunte nella tabella sottostante.

Valori Nutrizionali Fonzies

Fonzies -Valori Nutrizionali
Composizione Chimica Valori per 100g
Valore Energetico 543kcal
Proteine 9,0g
Carboidrati 53,0g
  Semplici 0,5g
Complessi 52,5g
Grassi 32,8g
  Saturi 14,5g
Fibre Alimentari 3,0g
Sodio 0,6g

Le fonzies sono alimenti salati che rientrano nella categoria degli snack junk-food. Come tali, hanno un profilo nutrizionale di discutibile pertinenza e il loro consumo dovrebbe essere marginale, oltre che saltuario.
L'apporto calorico delle fonzies è elevato, soprattutto a causa della loro estrema carenza in acqua (valore non riportato in tabella). Ciò ne compromette soprattutto la capacità saziante, ragion per cui una singola porzione (stimata dall'azienda stessa intorno ai 23,5g) difficilmente consente di contrastare l'appetito. Tra l'altro, questo difetto idrico si ripercuote anche sul fabbisogno complessivo di acqua nella dieta, che dovrebbe aggirarsi intorno a 1ml/1kcal (pressappoco 2000ml/die); a soffrire di tale mancanza potrebbero essere soprattutto anziani e sportivi.
Questo esubero calorico è imputabile prevalentemente alla ricchezza in grassi. Per dire il vero, i carboidrati (tendenzialmente complessi) risultano quantitativamente superiori, ma la loro abbondanza potrebbe essere facilmente contestualizzata in una dieta sana ed equilibrata; al contrario, oltre 30g di lipidi per 100g costituiscono uno scompenso energetico e ripartizionale.
Oltre ad essere in eccesso, i grassi delle fonzies risultano di qualità discutibile. Le catene sature delle molecole energetiche raggiungono quasi il 50% del totale, mentre per attenersi alle linee guida dovrebbero rimanere intorno al 25%. Va anche specificato che tra gli ingredienti è leggibile la dicitura “oli vegetali idrogenati”, che com'è ben noto rappresentano una potenziale fonte di acidi grassi in conformazione “trans”, quindi nocivi per la salute.
Le proteine sono presenti, ma in maniera inferiore rispetto agli altri due macronutrienti energetici. Su 100g di parte edibile le fibre risultano abbondanti, anche se è bene tenere in considerazione che la porzione media corrisponde a circa ¼.
Non è disponibile il dettaglio nutrizionale delle vitamine e dei sali minerali, ma è ragionevole pensare che, a causa del doppio trattamento termico di produzione, tutte le molecole termolabili (ad es. la vit C) risultino inevitabilmente compromesse. L'unica eccezione è costituita dal sodio, presente in maniera altresì abbondante, il che rende le fonzies controindicate ai soggetti affetti da ipertensione arteriosa primaria.
Contenendo siero di latte e formaggio fuso in polvere, questo snack non è idoneo all'alimentazione degli allergici verso le relative proteine e degli intolleranti al lattosio. Inoltre, è possibile che contengano tracce di glutine, elemento non tollerato dai celiaci; per ultima, ma non meno importante, l'evenienza di trovare frammenti di arachidi, responsabili di reazioni allergiche anche gravi sugli ipersensibili (parecchio diffusi).
Le fonzies non sono alimenti idonei alla nutrizione del soggetto in sovrappeso, del diabetico, dell'ipertrigliceridemico, dell'iperteso e in generale di chi è affetto da sindrome metabolica. La porzione media corrisponde pressapoco a quella raccomandata dall'azienda (<25g).

Storia

Nel 1950, l'imprenditore Isador Magid di Melbourne importò dagli Stati Uniti un “Rotary Head Extruder” (Estrusore a Testa Rotante). Fondò la società “Twisties” e, nel tentativo di creare un nuovo snack, iniziò la sperimentazione con il mais. Sfortunatamente non ebbe successo e nel 1955 decise di vendere la macchina ed il marchio a Monty Lea della “Darrell Lea” per 12.000 dollari.
Monty e suo fratello Harris sperimentarono ulteriormente la macchina, utilizzando anche il riso e vari aromi; fu così che le twisties acquisirono popolarità in Australia. Alcuni dei primi successi aziendali furono attribuibili all'attività promozionale, che includeva la pubblicità del prodotto sul “Graham Kennedy e Bert Newton's TV show”, a Melbourne (tra l'altro, le twisties costituirono uno dei primissimi prodotti pubblicizzati sul programma). Dopo il tentativo vano di lanciarle nel Regno Unito e la competizione per lo spazio sugli scaffali in Australia, i fratelli Lea decisero di vendere il marchio “Twisties” alla “Smith's Snackfood Company”.
Negli anni '90, la consistenza delle twisties venne modificata, conferendogli una finitura più liscia; questo cambiamento può aver coinciso con l'acquisizione di “The Smith's Snackfood Company” da parte di “Frito-Lay”.
Le twisties erano originariamente disponibili solo al sapore di formaggio, ma in seguito vennero proposte anche ai gusti “pollo” e "wicked cheddar zig-zag", che divennero una parte definitiva della linea di prodotti. In vari paesi furono commercializzati anche gusti differenti come: “toffee”, “pomodoro” e “salmone teriyaki”.
In Italia, le fonzies vennero distribuite a partire dai primi anni '80. Il nome venne scelto dall'azienda distributrice (la “Ferrero”) citando il soprannome del protagonista di una nota serie americana intitolata “Happy Days” (Fonzie, diminutivo di Fonzarelli). Nel 2001 la “Ferrero” vendette il marchio alla “Saiwa”.

Varianti Internazionali

Le twisties sono ben presenti anche sul mercato italiano col nome di fonzies (marca: Modeléz). Differentemente da quelle originali, le fonzies consumate nel Bel Paese hanno un colore giallo pallido, in quanto l'impasto non viene pigmentato per mezzo di un additivo alimentare (tipico delle twisties originali).
Nonostante il mercato delle fonzies sia tutto italiano, gli stabilimenti di produzione (della LU Snack Foods GmbH) sono collocati in Germania. Anche nei paesi del CCG (Gulf Cooperation Council - Arabia Saudita, Kuwait, Bahrain, Qatar, UAE e Oman), le twisties sono vendute con il nome "Fonzie", prodotte dalla “Kraft Malesia”.
In Australia, nei primi anni '70 sono state commercializzate per un breve periodo delle twisties al sapore di “pancetta”; tuttavia, non hanno avuto il successo auspicato e vennero ritirate dal mercato dopo un anno.
Le twisties neozelandesi sono differenti da quelle australiane e, solo al sapore del formaggio, vengono prodotte dalla “Bluebird Foods Ltd”. Risultano meno consistenti rispetto alle australiane e la loro forma risulta più bitorzoluta. In Nuova Zelanda, la varietà “Australin Smith” non è disponibile.
Negli ultimi dieci anni, rispetto alle promozioni iniziali, a livello mondiale le pubblicità delle twisties/fonzies si sono quasi del tutto fermate. La campagna pubblicitaria di twisties/fonzies più grande (e costosa) mai affrontata fu quella del 1982-1983 (chiamata Twisties Jumper) con Lillian Darrell, un'attrice di cinema e teatro molto famosa.



Ultima modifica dell'articolo: 05/01/2016