Farina di Spinaci

Spinaci

Gli spinaci sono ortaggi appartenenti al VII gruppo degli alimenti. Dal punto di vista botanico, invece, appartengono alla famiglia delle Chenopodiaceae, Genere Spinacia, Specie oleracea; la nomenclatura binomiale degli spinaci è Spinacia oleracea.
Farina di SpinaciQueste piante erbacee sono native dei territori asiatici. Si presentano basse, con foglie lobate e di colore verde; hanno un ciclo vitale annuale e, al di fuori delle radici, risultano interamente commestibili (purché raccolte prima che abbiano sviluppato i fiori o i frutti).
Gli spinaci hanno un'applicazione alimentare e culinaria multipla. Possiedono infatti la funzione gastronomica primaria di "contorno", crudo o cotto, ma non mancano le loro applicazioni nei primi piatti asciutti (come farcitura o condimento) o brodosi (nelle zuppe), nei secondi piatti (di nuovo come farcitura, ad esempio negli arrosti arrotolati o nelle frittate) e nei piatti unici (torte salate, pizza ecc.).

Farina di Spinaci

La farina di spinaci è un prodotto ricavato dalla macinatura delle foglie secche di spinaci freschi (non cotti). Possiede tutte le caratteristiche nutrizionali dell'alimento di origine, eccezion fatta per la vitamina C che, essendo sensibile all'ossidazione, va gradualmente diminuendo nei prodotti conservati.
In merito alle calorie, la farina di spinaci ne contiene circa 9 volte di più, poiché l'acqua è circa 9 volte inferiore. L'energia è fornita principalmente dalle proteine, comunque poco rilevanti in quanto scarse e a basso valore biologico; seguono i carboidrati (glucosio) ed infine i lipidi (insaturi).
La farina di spinaci è un alimento che svolge la funzione principale di apportare: sali minerali (soprattutto ferro), vitamine (acido folico) e fibre. Rispetto agli spinaci freschi, come anticipato, la farina NON contiene acqua e vanta porzioni inferiori di acido ascorbico (vit. C).
Tuttavia, analogamente all'alimento fresco, anche la farina di spinaci non è esente dagli agenti antinutrizionali. In particolare, sembra contenere notevoli quantità di acido ossalico e di ossalati; questi composti, che tendono a ridurre l'assorbimento di certi sali minerali (ad es. il calcio), nei soggetti predisposti, possono favorire anche la formazione di calcoli renali.
La farina di spinaci trova impiego culinario soprattutto nella formulazione di creme e vellutate, come colorante delle paste alimentari (ad es., per ottenere tagliatelle verdi) e per strutturare certi ripieni (ovviamente, previa reidratazione).